Jump to content


EzioLove

Member Since 03 Oct 2014
Offline Last Active Yesterday, 04:02 PM
-----

Posts I've Made

In Topic: E se i brand pił importanti non ti colpiscono?

17 July 2018 - 02:56 PM

Mirko il Carnal è del 2005 e sicuramente ha fatto scuola. Non so da quanto tu annusi ma potresti aver sentito prima gli "ispirati a" per cui hai avuto la sensazione del "banale/già sentito".

Stesso discorso per tante altre fragranze, è capitato anche a me...


In Topic: HISTOIRES DE PARFUMS

13 July 2018 - 01:14 PM

Noir patchouli

Recensione/impressione di Marco C. (FB)
 

La natura della materia prima, così marcata e caratterizzante, qui è ammansita da qualcosa di rosato, mi sembra, poi si parla berries, bacche, ma quali?

Aromatiche come quelle del ginepro (vd. Fragrantica) ma non direi, mi sembrano più cenni di frutti rossi, che mi rimandano più facilmente all'idea di rosa acidula e pur fiorita di cui sopra.

Chiude il sipario uno zic poudrée che col patch è sempre un successo.

Proprio bello, si!


In Topic: L'ARTISAN PARFUMEUR

13 July 2018 - 01:10 PM

Fleur de narcisse (Anne Flipo)
 

Recensione/Impressioni di ROBERTO 
 

Spruzzo frizzante e fruttato che avverte un verde aspro e graffiato.
Il vellutato del polline assieme ad un fieno animale si fa sentire con in periferia il fiato vegetale del tabacco.

L’immagine di un vecchio cassetto da dove sporge l’aura di fiori dimenticati l’estate scorsa.


In Topic: SERGE LUTENS

13 July 2018 - 01:08 PM

L'Haleine des Dieux

Impressioni di ROBERTO

 

Uno dei nomi più belli in assoluto. Avrei dato tutto per trovarlo io.
Come spesso con Lutens è un gioco di parole :  “L’Haleine des Dieux” VS “La Laine des Dieux” - (L’Alito dei Dii + La Lana dei Dii )

Il profumo :
Purtroppo per me non è all’altezza dell’ammirazione che porto al suo nome, ma ha qualcosa di interessante.
Dell' alito ha quell' aspetto di lievito caldo. Niente di sporco, solo l’idea di qualcosa di metallico, salato e caldo, come un pane appena sfornato.
Una vaniglia ambrata ammorbidisce l’accordo e lo sostiene in una nuvola dolce, un po’ cremosa e latteosa.

Qualche spezia anche (ci sento semi di finocchio, cumino) per un aspetto di pelle calda.

 

 


In Topic: NICOLAI Parfumeur Createur

13 July 2018 - 01:05 PM

Cuir cuba Intense

Impressioni/Recensione di Marco C. (FB)
 

Appena spruzzato sento una testa appena agrumata, un cenno, unito ad un mix aromatico che fa da ponte al cuore, in cui a sua volta si mescolano aromi, lavanda, salvia e geranio, evidenti ma non pungenti anzi ammorbiditi dal fondo molto soft perché oltre al tabacco (forse biondo, più mieloso) qui io avverto brillare muschi morbidi, l'assoluta di fieno e soprattutto quella del liatrix, una pianta erbacea il cui estratto, già bello da annusare in purezza, diventa una goduria per l'olfatto quando è diluito e diventa più facile percepire le sue varie sfacettature: ricorda la paglia annusata nell'umidità del tramonto, mai provato?

Dolce, un po' erbaceo, tiepido-umido, rassicurante, insomma una carezza, che però col tempo si fa più fiorita e ricca, tanto da vederla bene anche con una rosa o un accordo ambrato.

Decisamente una bella materia prima che qua, per me, è protagonista.

Nel complesso lo definirei più una pelle di camoscio, che un cuoiato da catrame di betulla con il suo effetto di gomma bruciata e giubbotto da motociclista, come, ne nomino uno per tanti, nel Gucci Guilty Absolute.