Jump to content


Photo

Le VOSTRE recensioni!


  • Please log in to reply
106 replies to this topic

#21 stregonza

stregonza

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 138 posts
  • Gender:Female

Posted 01 August 2015 - 07:44 PM

Mi fa piacere Laura


Abracadabra
...diffida di chi non ama i gatti...

#22 Selina

Selina

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 270 posts
  • Gender:Female

Posted 03 August 2015 - 02:01 PM

Proviamoci..

 

Quartier Latin Memo

 

Dedicato al famoso quartiere..ma non per me lo spruzzo e viaggio, ma non nei vicoletti parigini..

Siete mai stati a Lisbona? Ogni volta che vado la prima cosa che faccio è togliermi le scarpe, infilare un paio di infradito, un vestitino leggero e correre in strada, Lisbona ti fa sentire libero, zingaro!

Lisbona è calda, umida, decadente, solare, giocosa.. Lisbona dei ciottoli bianchi che abbagliano sotto la luce, degli artisti di strada, della notte alcolica nel Bairro Alto e del dolce e malinconico Fado nelle vie dell’Alfama..

Sensuale come il sandalo ti si apre al primo respiro, la notte si scalda e arriva l’ambra, spigolosa di legni ma allo stesso tempo dolce ti si appiccica addosso come il sudore misto alla polvere, è una festa che dura fino all’alba dove la gioia si fonde con una straziante canzone d’amore

Un profumo imperfetto...come tutto ciò che sa di libertà

 

“Não sei se dura sempre esse teu beijo

ou apenas o que resta desta noite

o vento enfim parou

já mal o vejo

por sobre o Tejo

e já tudo pode ser tudo aquilo que parece

na Lisboa que amanhece”



#23 Sabricat

Sabricat

    ADJNP addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 3,543 posts
  • Gender:Female
  • Location:Praga

Posted 03 August 2015 - 04:50 PM

Lisbona....cosa mi hai ricordato! A quanto pare ci piacciono gli stessi posti. Il Fado poi lo adoro. Ho la foto con Celeste Rodriguez, la sorella della più famosa Amalia, chissà se ancora canta alla Casa del Fado all'Alfama.

#24 bluebruja

bluebruja

    Nuovo utente AdJ N.P

  • Amici di Adjiumi
  • Pip
  • 37 posts

Posted 11 August 2015 - 11:45 AM

oggi ho tempo e provo anch'io a raccogliere tutte le mie note sui profumi provati negli ultimi tempi.

 

Frederic Malle L'Eau d'Hiver

Eliotropio delicato, con fondo fresco dolce e sprazzi di angelica. Sa e di aria fresca e frizzantina d'inverno, all'eliotropio. Sempre raffinato ed elegante, poco persistente e poco sillage. Buono, ma non è migliori di JC Ellena

 

Frederic Malle Angéliques Sous La Pluie

Apre con l'angelica, poi Pioggia, pioggia e pioggia. Ottimo. Purtroppo i profumi di JC Ellena peccano in persistenza

 

Robert Piguet Bandit

Bellissima apertura di cuoio, poi solo legno di cedro. Poi Vetiver e fumo. Peccato per tutto questo cedro, che non amo. profumo forte ed evocativo, intenso e ben caratterizzato

 

Robert Piguet Casbah

il primo sniffo ti travolge con l'incenso, poi esce il legno di cedro con l'angelica, quasi balsamico. si scalda ed addolcisce con le spezie. paccato che su di me perda quasi subito la nota d'incenso.

 

Robert Piguet Visa 2007

frizzantino grazie agli agrumi, poi solo pesca. non mi dice molto

 

Il Profvmo Osmo Scents Musc Bleu

solo muschio, proprio carino, semplice e portabile. forse un po' dolce.

 

Il Profvmo Osmo Scents Cannabis

cannabis con fiori e ambra, pure un po' stucchevole. non è per me.

 

Serge Lutens L'Eau Froide

Apre da detersivo dolce, troppo zenzero candito. Poi passa il disgusto e diventa un pappetta menta-mare-radici con tanto zucchero.
Freddo, dolce. Un cocktail sulla spiaggia mal riuscito.

 

Serge Lutens Fille en Aiguilles

Legni, incenso e resine in salsa balsamica. Buono, ma per me che non amo la nota balsamica, mi disturba un po'.

 

Serge Lutens Nuit de Cellophane

Fiorito buono, delicato, leggermente dolce in cui prevale l'osmanto. Esce poi la nota narcotica del gelsomino. Carino e delicato, ma non grido al miracolo. 

 

Serge Lutens Laine de Verre

Detersivo al limone, poi si ammorbidisce, ma per me è importabile

 

Serge Lutens Un Bois Vanille

Vaniglia nera di liquirizia e della scorza del cocco. Dolce, caldo, buono.

 

The Different Company De Bachmakov

Molto contrastato. Nasce caldo ma si rinfresca di fresia e bergamotto. Forte e persistente. Lo adoro!!!

 

Byredo 1996 Inez & Vinoodh

Ginepro polveroso, caldo d'ambra. chiude col patchouli. intenso, persistentissimo. te lo senti addosso e bel naso per molto tempo. conturbante, forse, inatteso di certo. mi piace molto.

 

Perris Monte Carlo Rose de Taif

Rosa fresca, con un'apertura con un tocco esperidato. Si fa poi piena, grazie all'assoluta di rosa damanscena, contornata da poche spezie quasi impercepibili. Un meraviglioso solifleur.

 

Mona di Orio Rose Etoile de Hollande

rosa aldeidata. a tratti si sente bergamotto, spezie, pesca, pelle, il tutto sempre molto delicato. fiorito e caldo, un profumo più che un solifleur

 

Mona di Orio Musc

nota iniziale meravigliosa di muschi, poi si trasforma in un eliotropio polveroso. è un profumo celestiale. non soprendente in un'interpretazione sua come la vaniglia, ma raffinatissimo.E' il mio muschio.

 

Montale Sliver Aoud

fourgere. articolata, ma non evolve. maschile. si sente limone e lavanda. proprio non mi piace

 

Bvlgari Eau Parfumee au The Rouge

Apre earl grey, poi foglie di fico e tè. Non risulta però per niente tannico. Avvolge e non è fresco. nel complesso, mi piace.

 

Boadicea the Victorious Intense

miele fiorito, vanigliato, fruttato. dolce, dolcissima... forse stucchevole. carina, ma non è per me. dura pure poco

 

Bond No 9 Brooklyn

cardamomo fresco, un po' di bacche di ginepro nel gin. raspa piacevolmente un po'. il gin si fa sempre più forte con passare delle ore. Per il prezzo che ha mi aspetto un po'  più carattere.

 

Mona di Orio Vanille

parte con un pochino di petit grain e tanto cedro sopra legni più caldi, forse rum, un tocco d'incenso.dopo esce finalmente la vaniglia, tanta vaniglia. un evoluuzione lunghissima, una durata eccellente: un viaggio

 

Huitieme Art Parfums Manguier Metisse

frutta tropicale morbida morbida. delicata, discreta

 

Montale Mango Manga

Allegrissina, un mango sfacciato e quasi finto. Sembra di essere in una fabbrica che fa succhi al mango. C'è anche la nota sgradevole del mango. Poi si fa più vellutata infiorellandosi un po'

 

Hermes Un Jardin Apres la Mousson

apre cardamomo e zenzero, che ricordano quasi un melone bianco, poi prende tantissimo la spezia pepata e lasciando un fondo dolcino.
buonissimo, perfetto nei giorni di pioggia.

 

Serge Lutens Feminite du Bois

prevale il cedro, legno con una nota balsamica. sotto esce della dolcezza, forse di pesca. capolavoro

 

L`Artisan Parfumeur Havana Vanille (Vanille Absolument)

caldo, avvolgente. vaniglia, rum, frutta secca e un po' di fumo: una serata d'inverno davanti al camino con una luce soffusa. tanto rum

 

Annick Goutal Gardenia Passion

una tuberose esuberante, pesante. ti uccide!

 

Serge Lutens Rousse

apre con una bella cannella, poi su di me vira in caramelle alla cola

 

Serge Lutens Douce Amere

su di me sa di ospedale

 

Reminiscence Dragée

confetto dall'inizio alla fine, con tanto di mandorla

 

Comptoir Sud Pacifique Coco Extreme

buono, dolcissimo, senza ombre, ma sa di poco, pochissimo.
ha una persistenza infinita

 

I Profumi di Firenze Vaniglia del Madagascar

vaniglia coccolosa e infaltilente buona. senza ombre, troppo ingenua

 

Hermes Le Jardin de Monsieur Li

kumquat allegro, fresco di menta e scaldato di gelsomino. dopo un po' il gelsomino prevale, soprattutto col caldo

 

Reminiscence White Tubereuse

tuberosa fresca, solare, persistentissima, inebriante

 

L`Artisan Parfumeur Seville a l'aube

apre con lavanda, ma poi si trasforma in un fiore d'arancia narcotico ed inebriante, su una base calda di cera che lo stempera. un leggero incenso di sottofondo

 

Reminiscence Do Re

frutto di fico, confetto e marzapane. Fresco e dolce

 

L`Artisan Parfumeur Bois Farine

farina di nocciole. peccato duri poco. meraviglia assoluta!!

 

L`Artisan Parfumeur Dzing!

sa veramente di pelle animale e di circo. importabile, ma interessante

 

Juliette Has A Gun Not A Perfume

solo ambroxan.

 

Juliette Has A Gun Mad Madame

troppo ambroxan. ambroxan con un po' di nota poudre.
dopo un po', l'ambroxan lascia il posto ad una rosa fresca. ogni tanto riesce la rosa, ma è una bomba di ambroxan
sulla mouiette è più fresco. ma Juliette has a gun aveva un camion di ambroxan da far fuori?

 

Etat Libre d`Orange Nombril Immense

infinitamente patchouli, con un fondo di "sudato" sulla mia pelle. orrendo.

 

Etat Libre d'Orage Putain des palaces

talcato, con un fiorito caldo. è un classico poudre di rosa e violetta. sotto, però, a volte esce un fondo sporco, di pelle e tabacco.
una doppia anima, incoerente, come la vita.



#25 ROBERTO

ROBERTO

    Nuovo utente AdJ N.P

  • Amici di Adjiumi
  • Pip
  • 82 posts
  • Gender:Male
  • Location:francia

Posted 28 September 2015 - 08:50 AM

Une Voix Noire by Lutens

Un gardenia diverso, realistico e triste.

Urli ed urli. Tra alcool, frutta e fiori. Qualcuno canta. Si balla, brindisi qua e la. Liquore di frutta ..Speriamo che questo ballo non mi porti in un paesaggio di zuccheri e dolci.
Troppo chaos, vado in "backstage".
C'è gente ma per fortuna qualcuno ha chiuso la porta, gli urli si sentono ancora e sono sordi, monotoni, come un soffio più in la.
I posacenere sono pieni, le sigarette si buttano nei cadaveri di bicchieri e bottiglie di vino. 
Nonostante il fumo, l'atmosfera è umida. I corpi svaniti e sudati, la pelle irritata sulle poltrone di cuoio graffiato.

Poi c' è questo gardenia che dall'inizio ci violenta il naso per ricordarci che non siamo nient'altro che carne.

 



#26 ROBERTO

ROBERTO

    Nuovo utente AdJ N.P

  • Amici di Adjiumi
  • Pip
  • 82 posts
  • Gender:Male
  • Location:francia

Posted 28 September 2015 - 08:51 AM

Bal à Versailles, edc, Jean Desprez.

Quando Parigi è grigia, quando la gente è fredda, quando la malinconia bussa alla porta e che le apri anche le finestre, quando sotto alla torre Eiffell non si alza la testa ma il dito.. allora si indossa Bal à Versailles e ci viene da ridere. 
L'universo di Versailles non è per niente mio, tutte queste "Mesdames et Messieurs" ancora di meno.. ma c'è da dire che immaginare loro ballare in questa sinfonia di sesso sporco ti fa apprezzare questa città . 1001 culi in un flacone. 
Più si va avanti e più si cambia partner senza neanche prendere il tempo di guardarsi negli occhi, l'unica cosa che conta è l'odore del collo. E tutta una questione fisica, il caldo sale portando con se il profumo di quello che si nasconde più in giu. 
Rifiutare una cosa verrebbe a darle troppo importanza.

Balliamo!

 

Attached Files



#27 ROBERTO

ROBERTO

    Nuovo utente AdJ N.P

  • Amici di Adjiumi
  • Pip
  • 82 posts
  • Gender:Male
  • Location:francia

Posted 28 September 2015 - 08:52 AM

Aesthete by Le Galion.

Incenso-zafferano-guaiac-castoreum. 
Un cuoio orientale, con una dose estrema di incenso e un bel zafferano. Ma questo è solo l'inizio. Arriva una note animale che da brividi, un castoreum elegantissimo. C'è una nota fiorita, mi fa pensare ad un gelsomino indolico, ma forse le note animale mi confondono.

Il tutto si arrotola in una base più dolce e legnosa. Penso al benzoino e il sandalo.

 

Bello!! Lo avrei voluto più presente, più potente, e più sudato.. Ma questo sono io.

 



#28 ROBERTO

ROBERTO

    Nuovo utente AdJ N.P

  • Amici di Adjiumi
  • Pip
  • 82 posts
  • Gender:Male
  • Location:francia

Posted 28 September 2015 - 08:54 AM

Nuovi arrivati a casa, "Afrika Olifant" e "Munegù" by Nishane.

"Afrika Olifant" è una bomba di animalità, di quella che ci ricorda che alla fine la "puzza" è una questione sociale. Non sa di fiore fresco ne di primavera, ma l'accordo animale si vuole quasi raffinato, sordo ma senza concessione. Potrebbe essere l'odore di qualcuno..Lo dovrò provare varie volte prima di dichiararlo il mio preferito nel genere, ma posso già affermare che è fantasticamente bestiale!

Munegù è molto bello anche se non urlo all'originalità. Ma come non amare un accordo di cedro-cumino-ylang-geranimo-cisto-tabacco-incenso? Quando sopratutto il cumino e il tabacco si fanno attori principali? (Sulla mia pelle)

Sono estratti, scia più che corretta e longevità 24h:)

 

ps : dopo due settimane di diverse prove, mi dispiace che Afrikan Olifant non sia più potente, lo trovo troppo discreto per un estratto ($$) 

 



#29 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 26,193 posts
  • Gender:Male

Posted 29 September 2015 - 08:51 AM

Grazie!!



#30 Glifi

Glifi

    ADJNP addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,795 posts
  • Gender:Male

Posted 09 October 2015 - 11:38 AM

Guerlain-L'Instant pour homme EdP.

 

A volte la vita si prende gioco di noi.Ci sforziamo di conoscere,di trovare la cosa nuova,particolare,ci convinciamo che quella o l'altra famiglia olfattiva sia quella che è più nostra,giusta per noi.E poi ,il caso ti fa conoscere qualcosa che  altrimenti non avresti preso in considerazione:perché è fuori dal tuo schema,perché è "commerciale",perché un profumo dove non c'è la tua nota preferita,per te manco esiste.

Senza sapere che c'era dentro,sentii già una volta questo profumo e mi piacque;pensai che si trattasse di un floreale legnoso e mi dissi che era bello.L'Instant che annusai quella volta era una EdT.

Tornato alla Rinascente (dove non dimentico mai di risentire quei capolavori che sono la serie esclusiva Dior) ho deciso di indossarlo l'Instant e stavolta in versione EdP.Devo aver fatto la faccia stralunata di quando mi piace molto una cosa.

Sì,è un legnoso,ma all'apertura si sente qualcosa di fresco e frizzantino e assieme ai legni (che non appaiono come le poco soddisfacenti molecole che usualmente usa la profumeria normale e certa profumeria artistica) si avverte una presenza dolce soffusa e non invadente,qualcosa che agisce da legante delle varie note e da protagonista in penombra.Io ho pensato ad una Vaniglia,ma sbagliavo:è Cacao!

E malgrado ciò,non è poi così spiccatamente Gourmand questa fragranza:il grande equilibrio tra le note,fa sì che sia una quasi-gourmand con un carattere carezzevole,luminoso ed elegante.

L'ho comprata.Per me è un capolavoro.

 

Dimenticavo:

 

Proiezione:buona.

 

Persistenza:esasperante.

 

Effetto sugli altri:c'è,perché io non sono George Clooney e di solito esperimento il Teorema dell'Invisibilità per il genere femminile.Con questo addosso,qualcunA ti guarda. :lol:


Vi Veri Veniversum Vivus Vici

#31 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 26,193 posts
  • Gender:Male

Posted 12 November 2015 - 08:47 AM

Ricordo che quando si spostano le recensioni

le troverete all'interno dei database distinti per marca

per evitare doppioni, qui verranno tolti!



#32 momo57

momo57

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 351 posts
  • Gender:Female

Posted 10 December 2015 - 11:37 AM

MICALLEF - ROSE AOUD
L'ho indossato per tutto il giorno cercando di "capirlo", è un profumo multisfaccettato e dalle mille sorprese, mi ha incantato. I suoi ingredienti sono i seguenti: Rosa, Frutta acerba, Oudh, Cioccolato bianco, Ambra grigia, Legno di Guaiaco, Vaniglia.
Trovo questa fragranza contraddittoria, è sensuale e contemporaneamente ha il sentore tipico del "pulito", note in aperta antitesi tra loro.
Nasce con un'esplosione frizzante data probabilmente dalla frutta acerba, immediatamente però la rosa prende il sopravvento, una rosa non opulenta, non sfiorita, una rosa giovane e piena di vita. Con il passare delle ore la rosa, pur rimanendo presente, con discrezione lascia il posto alla dolcezza dell'ambra grigia e all'Oudh, questo connubio dona una forte sensualità a questo profumo. Non sento la cioccolata bianca e la vaniglia, probabilmente sono in piccola quantità e servono solo ad intensificare la dolcezza dell'ambra, oppure più semplicemente il mio "naso" non è così preparato a percepire anche le piccole note. Sono passate quasi 12 ore da quando l'ho spruzzato sulla pelle....ed è ancora qui, presente e persistente. Non è un profumo invadente ma si "sente" ed è affascinante. Un solo aggettivo "incantevole".

Io lo adoro!!!!!



#33 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 26,193 posts
  • Gender:Male

Posted 10 December 2015 - 01:41 PM

e non lo fanno più

ora c'è il royal rose oud



#34 ROBERTO

ROBERTO

    Nuovo utente AdJ N.P

  • Amici di Adjiumi
  • Pip
  • 82 posts
  • Gender:Male
  • Location:francia

Posted 13 January 2016 - 02:44 PM

Ne avevo già parlato, ma impossibile per me non ritornarci. 
Se dovessi tenermi solo dieci profumi queste due opere d'arte di Jean Desprez farebbero parte della lista senza nessun dubbio.

"40 LOVE" è un profumo che gioca le note nostalgiche in un stile cuoio-chypré. Un fiorito verde e resinoso che si fà animale nel drydown. 
Note di garofano, gelsomino indolico, iris, violetta, rosa antica, galbanum, fieno, un cumino sensuale, semi di sedano aspri, accompagnate nella seconda parte (senza mai sparire completamente) di resine come l'opoponax, mirra, cisto, e muschi, styrax, castoreum e zibetto! Un magnifico zibetto che non oltre passa mai la frontiera dello sporco gratuito. Ho l'impressione di avere un tocco di costus, perchè ci sento qualcosa di vegetale e umido, grasso. Nonostante il fatto che si fa leggermente talcato con l'iris, il garofano e la violetta, le altre note lo mantengono in un mondo sensuale, sessuale, sporco/sudato, elegante e dandy!

 

"Versailles pour Homme". Pfff... che dire?! Colpo di fulmine! 
Un inizio cologna maschile anni '80 con un bergamotto tremende, frizzante e verde. Note aromatiche di timo, origano, salvia, eucalipto, alloro, pepe e sicuramente altro.. Presto lascia perdere il cliché della cologna per entrare in una composizione complessa, ricca di sapori più profondi. Entra in scena una rosa, o allora sarà il geranio? Insomma, lo sento fiorito senza essere un fiorito in se.. è verticale, c'è dell'incenso di tipo olibano, molto!! Apre l'accordo, le note volano e non smettono di offrire una scia spettacolare per più di mezz'ora. 
Poi arriva una parte legnosa e cuoiata e sarà lei ad essere la parte principale del profumo, accompagnata da un styrax molto presente e stupendo, con muschio di quercia à la Tabarôme di Creed vintage.

Le note non sono ufficiali, ma solo le mie impressioni.

Come amerei annusare questo tipo di profumo nelle strade, sulla gente. Raccontano così tanto, sono generosi e ricchi di complessità.

 

ps : prometto di provare a non fare più recensioni romanzi 



#35 nathalie

nathalie

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 138 posts
  • Gender:Female

Posted 17 January 2016 - 01:34 PM

HONOUR AMOUAGE

 

Il mughetto non mi piace facilmente nella profumeria, ma in questo profumo c'è una perfetta armonia di fiori bianchi, è tutto bilanciato. Il profumo sarà sicuramente di quelli estivi, io ogni tanto lo uso in inverno, perchè in estate a me non piace: diventa troppo, parla troppo di se, esce anche qualche nota  specifica che non si può definire naturale. Invece in periodi freddi è più silenzioso, più equilibrato, mi bastano 2 spruzzi: uno sul polso e altro dietro il collo, cosi lo percepisco perfettamente addomesticato.



#36 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 26,193 posts
  • Gender:Male

Posted 18 January 2016 - 09:04 AM

grazie per aver contribuito con una tua rece/impressione in questa sezione!



#37 Glifi

Glifi

    ADJNP addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,795 posts
  • Gender:Male

Posted 18 January 2016 - 11:36 AM

Interessante recensione Roberto.Forse il Versailles si trova (ancora non ho fatto ricerche) ma il 40 Love dovrebbe essere fuori catalogo da un pezzo.


Vi Veri Veniversum Vivus Vici

#38 ROBERTO

ROBERTO

    Nuovo utente AdJ N.P

  • Amici di Adjiumi
  • Pip
  • 82 posts
  • Gender:Male
  • Location:francia

Posted 28 January 2016 - 08:41 AM

La Myrrhe by Lutens

Vecchio VS attuale

Attenzione, non urlo alla riformulazione perchè la vecchia versione che ho l'ho acquistata così, cioè non so in quale condizioni si trovava prima.
Riformulazione o no, la differenza c'è.

Con la prima, si entra subito in una liquirizia salata ed affumicata dopo un legger soffio di aldeide e di scorze amare di mandarino. La mirra è ultra realistica, ovviamente resinosa ma non solo. Relativamente aspra, verde e con il suo tocco "medicinale". La resina affumicata si calma, ma rimane un fumo vellutato, morbido e sempre aperto.

Con l'attuale, l'inizio è carico di aldeide, il frizzante del mandarino amaro è più pronunciato mentre la mirra si sente bene e si vuole metallica, un po' più fredda e seria : un classicismo à la française. Meno evolutiva della prima versione, ma una scia più importante, rimane un capo lavoro per me!



#39 bambicit

bambicit

    Nuovo utente AdJ N.P

  • Amici di Adjiumi
  • Pip
  • 8 posts

Posted 12 February 2016 - 12:20 PM

DATURA NOIR Serge Lutens Premessa d'obbligo: negli ultimi mesi ho sviluppato una sorta di dipendenza ai profumi di Lutens. Io, così amante dei profumi lievi, ozonati e non troppo "bombazze", sto rivalutando le mie preferenze proprio grazie a Lutens che mi sta aprendo un mondo. Ma veniamo alla recensione di Datura Noir. Ne avevo sempre sentito parlare come di un profumo quasi gotico, noir per l'appunto. Invece in me evoca altri scenari. La mia pelle esalta la tuberosa, ma una tuberosa che rimane in sottofondo senza mai predominare e che lascia spazio al gelsomino ed i fiori bianchi. Nel finale una nota di cocco abbraccia un sentore di ambra caldo ed avvolgente. E' un profumo che sento perfetto per questa stagione invernale, una stagione di cieli mutevoli e grandiosi che lasciano gia' pregustare la primavera nei loro spiragli di sole. Ecco, e' un profumo solare, che mi mette gioia e in questi giorni mi accompagna come una carezza. Buoni profumi a Voi tutti, Valeria

#40 Matchagreen

Matchagreen

    Nuovo utente AdJ N.P

  • Banned
  • Pip
  • 14 posts
  • Gender:Male

Posted 17 February 2016 - 11:26 AM

LONESOME RIDER
Andy Tauer

Copio le mie recensioni che ho postato su Facebook.


Scordatevi la rosa di Tauer, dimenticate il deserto e la prorompenza dei primi capolavori.

Appena spruzzato sa assolutamente di pulito.
Un pulito fresco, acquatico ma senza note ozonate.
Non sono i soliti agrumi..niente riporta ad acque di colonia o sorbetti, sono come dei limoni che galleggiano su un laghetto di una prateria.
Dopo un minuto balza al naso una nota mentolata, quasi farmaceutica che scompare quasi immediatamente.
Dopo un altro minuto appare l'iris, a quintali.
Un iris terroso, potente, che pian pianino comincia a lottare con il cuoio.
Il cuoio mi riporta immediatamente in una pelletteria spagnola, niente conceria, solo in negozio di borse..e poi puff!di nuovo quel profumo di pulito.
Dopo 15 minuti rientrano a gran forza l'iris e il cuoio, continuando a lottare e cercando di dominare la fragranza.
Dopo 20 minuti il profumo comincia ad affievolirsi, a lasciare spazio ad un lieve sentore di rosa.
Questa è una rosa timida, molto pulita che lascia presto spazio al pepe.
Il pepe non è invadente, lo sento leggero ed è un pepe rosa, giusto una leggera macinata che mi abbandona dopo poco.
Torna quel profumo di pulito, lieve, molto lieve fino a quasi scomparire.
Dopo altri 15 minuti riappare quella nota acquatica e quasi sussurrando, l'iris fa capolino.
Questa volta è più morbido, burroso, avvolgente e si fonde con la pelle.
La sensazione di pulito non mi abbandona ma adesso, dopo più di due ore dal primo timido spruzzo, comincia a scaldarsi con un piccolo accenno di ambra.
È un profumo in continua evoluzione.
Ha una bella potenza iniziale, ma poi diventa uno skin scent.
Forse ho osato troppo poco e dovevo abbondare di più..da riprovare.


Ecco l'altra recensione.

È primavera.
Sto passeggiando per i prati verdi e scorgo un piccolo laghetto.
L'aria intorno a me è fresca e pulita.
Vedo una pianta di menta, mi avvicino, prendo una foglia e la strofino tra le dita e lascio che il profumo mi avvolga ma poi inciampo.
Cado rovinosamente su un terreno umido, scuro.
Il mio viso è coperto di terra.
Tento di levarmela ma non ci riesco..da terra umida diventa secca, da terra scura diventa rossa..
Alzo gli occhi e mi ritrovo in Spagna.
Vedo una pelletteria in lontananza e decido di entrare.
Non vendono giacche, solo borse e borsellini.
Su una di queste è impressa una rosa.
È piccola, quasi non si vede.
Esco dal negozio e lì fuori, c'è una giovane pianta di pepe.
Sono tentata..vorrei raccogliere un paio di grani, ma preferisco lasciar perdere..
Senza rendermene conto mi ritrovo nuovamente a passeggiare su un sentiero, l'erba è alta, morbida e il laghetto è sempre lì a deliziare la mia vista.
Vedo un cavallo che con il suo passo ha smosso della terra, un piccolo pezzo di terra.
Lo osservo, riempio i polmoni e mi lascio cullare da una leggera brezza.




0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users