Jump to content


Photo

FRANCESCA BIANCHI


  • This topic is locked This topic is locked
3 replies to this topic

#1 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 26,804 posts
  • Gender:Male

Posted 07 September 2016 - 08:07 AM

Dark Side

 

Recensione/Impressioni di lukebs

 

molto bello! Tante spezie e legno di cedro, c'era d'api, un incenso fantastico e una bella vaniglia legnosa nel cuore. Sento anche una nota acuta che potrebbe essere del vetiver. Una fragranza calda ed avvolgente. In testa mi ricorda alcune atmosfere alla 03.Apr.1969, probabilmente per l'incenso e la cera d'api, poi si scalda e diventa rotondo con il cedro e la vaniglia. Bello, complesso, in continua evoluzione, personalmente familiare.

 

--------------------------------------------------------

 

Recensione/Impressioni di Lorenzo

Un profumo complesso, per niente piacione, che passa diverse fasi molto interessanti.
Resine austere che mi ricordano Anubis di Papillon, il terroso dell'iris e delle foglie di violetta a fare quasi un effetto vecchio rossetto (però...trovato nella casa abbandonata dei nonni nel bosco oscuro ;) ), ed un bellissimo incenso torrido nel finale.
A parte qualche sprazzo di Vetiver, un profumo oscuro, misterioso, il lato oscuro appunto. Da provare assolutamente!
Persistenza ottima.
 



#2 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 26,804 posts
  • Gender:Male

Posted 07 September 2016 - 08:09 AM

Sex and the Beach

 

Recensione/Impressioni di lukebs

 

su questo dovrò sicuramente ritornarci. A primo spruzzo può sembrare semplice ma poi si evolve e mostra una complessità di ingredienti e di atmosfere. Partenza dolce con il cocco e l'ananasso. Poi un twist fiorito di mimosa e una rosa in lontananza. Col passare del tempo arriva il sex con lo "sporco" sexy dell'ambra grigia e, forse, una fugace apparizione di zibetto. Un tocco polveroso di Iris e la ricetta è completa. Nome azzeccato e belle atmosfere. Pelle calda, olio solare, relax, buona compagnia e prima della doccia un po' di sano divertimento.

 

---------------------------------------------------------

 

Recensione/Impressioni di Lorenzo

 

Penso che farebbe la felicità di molti che vogliono un profumo da spiaggia ma non troppo "giocattolino". Cocco, ananas, odore sensuale di pelle salata, niente alghe o caloni imbarazzanti. Non il mio profumo, ma molto ben fatto.

 

-----------------------------------------------------------

 

Recensione/Impressioni di Roby73

 

Inizio questo mio viaggio tra i profumi di Francesca con Sex and the Sea. Il sesso c'è, il mare pure, ma ci sono un milione di altre cose. Ho dovuto indossarlo tre volte per cogliere appieno le sensazioni che questa fragranza mi dava. Profumo complesso, originalissimo e non banale: quello che io credo dovrebbe essere la profumeria artistica. Più che un semplice e fugace atto di passione sulla spiaggia, a me questo profumo da la sensazione di una romantica ed eccitante storia d'amore. Il profumo inizia con note pungenti agrumate, resinose e fruttate, con un sottofondo che poi si svela quasi metallico (forse per le resine stesse che nel cuore si scaldano e quasi diventano fumose). E' la percezione dell'inizio della storia d'amore, il conoscersi magari durante una passeggiata sul lungomare, con i colori accesi dei vestiti leggeri e il profumo dei drink ghiacciati con la frutta come ornamento. I due si guardano, si trovano e scatta la passione. Ed ecco che il profumo cambia e ci troviamo, travolti dal desiderio di scoprirsi nel corpo e nell'anima, ma non su di una spiaggia; la sensazione è quella di essersi dovuti adattare al primo luogo che era a disposizione; ed eccoci quindi all'interno di un capanno dove si fanno le manutenzioni delle barche, con gli odori inconfondibili della vernice fresca data sullo scafo di legno, degli utensili che si mischia ai corpi sudati, a note animali e alla sabbia. Passata la passione, il profumo ha ancora una evoluzione dove si respira, comunque presente, quella nota iniziale, quasi a simularne il ricordo del primo sguardo che sarà per sempre. Persistenza davvero ottima ed evoluzioni continue. Questa fragranza è davvero un viaggio; ma ripeto, ha bisogno di più di un indosso per poterne apprezzare la maggior parte delle sfumature e dei messaggi che ognuno può trovarci.



#3 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 26,804 posts
  • Gender:Male

Posted 13 September 2016 - 02:32 PM

Angel's Dust

 

Recensione/Impressioni di lukebs

 

su carta mi piace. Ci sento tanto pepe in testa, pungente al punto giusto, e violetta. Poi escono note fiorite di rosa e mimosa. Nel fondo mi sembra di sentire del sandalo e della vaniglia anche qui non gourmand. Anche qui la complessità e l'evoluzione la fanno da padrona. Purtroppo però sulla mia pelle non funziona. Dopo la testa pepata si "spappola" in una rosa bagnata e un po' macilenta e li si ferma. I'm sorry!!!

 

-------------------------------------------------------

 

Recensione/Impressioni di Cristian

 

L' ambientazione è quella dell' Incarnata di Lebreton, o del discontinuato Orchidee Blanche de L`Artisan Parfumeur.

Note talcate paragonabili alla neve sul viso di un bambino che alza lo sguardo al cielo per cercare di catturare i fiocchi con la bocca.

E' un manège a Parigi, la tipica giostra che fa tornare tutti un po' ragazzini e se la guardi girare è l'insieme di tante fiabe, un cavallino, la carrozza, la tazza, oppure una mongolfiera.

Mi sorprende nel cuore, si pavoneggia, si mostrando in tutte le sue sfumature.

L'iris, il sipario, si apre e lascia la scena ad una morbidissima rosa ballerina su chicchi di pepe, una danza sulla mia pelle, rispettoso il pepe che non invade ma accompagna.

Pom Pom di mimosa si aggiungono movimentando la scena, è una coreografia infinita, infatti la proiezione è molto buona, in persistenza è un highlander.

Un lavoro ben calibrato, un cocktail più strati, il fondo caldo è una base che non disturba e non mescola, con rispetto mantiene tutto il floreale sotto i riflettori.

Note di vaniglia, quelle serie, coccolano la pelle lasciandosi andare ad un dolcissimo abbraccio.



#4 EzioLove

EzioLove

    ADJNP addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,747 posts
  • Gender:Male

Posted 28 June 2018 - 08:32 AM

Under my Skin

 

Recensione/Impressioni di Laurina F.F. (da FB)

 

Immaginavo qualcosa di particolare e diverso:non mi sono sbagliata!

Lo trovo estremamente femminile...intimo e personale...ha una nota che ricorda la pelle sudata...ci sono tante spezie...non so quali.

Talcato...ma in maniera equilibrata,non soffocante...il tanto per riuscire a vedere cosa c’è Under My Skin...perché c’è tanto tanto da “sentire” e tirare fuori...Muschi sensuali...fiori voluttuosi...vaniglia soffice...Un profumo che rivela tanto di chi lo indossa...

Ma adesso voglio conoscere tutti i lavori di Francesca Bianchi♥️♥️♥️
 
--------------------------------------------------------
 
Recensione/Impressioni di Roberto S. (da FB) (2017)
 
E niente. Mi sono innamorato.
Oramai mi conosco. Quando porto il dorso della mano più e più volte al naso vuol dire che quel profumo mi ha conquistato. Under my skin di Francesca Bianchi. Tre parole e tre aggettivi: intrigante, elegante e avvolgente. Per chi ama - come me - i profumi legnosi, l’apertura di questa fragranza è straordinaria. A me evoca l’odore che sprigionano i gusci di mandorle appena frantumati. Poi arrivano le note balsamiche, un sentore di guanti di pelle e di ciprie antiche. Un profumo che ti entra sottopelle e ti conforta.
 
--------------------------------------------------------
 
Recensione/Impressioni di CLAUDIA
 
Ieri entrando in un negozio di pellami, mi ha assalito una voglia incredibile di profumo al cuoio, ma quello dolce, tenero e non coriaceo, e così oggi eccolo:  muschio animale, cuoio, labdanum, castoreum ed ambra grigia insieme al prezioso burro d’iris (concentrazione al 15% di irone) al fine di elargire vaporosità e un tocco poudre alla stessa fragranza. Il cuore di Under My Skin diventa malleabile nel momento in cui poggia su di una base di legni pregiati come il Sandalo di Mysore, insieme  al balsamo di Tolu, balsamo del Perù, fava tonka, vaniglia e muschio di quercia.
Alle note di testa, Francesca ha lavorato solo in ultimo con  un’apertura luminosa ed elegante utilizzando pompelmo e lavanda in modo sublime con un tocco di pepe nero, garofano e rosa bulgara.





0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users