Jump to content


Photo

MOLINARD


  • This topic is locked This topic is locked
5 replies to this topic

#1 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,425 posts
  • Gender:Male

Posted 23 October 2008 - 08:55 PM

Habanita
1921. EDP.

 

Recensione/impressioni di imai

Che buon profumo! Orientalone dark, floreale e fruttato con note di tabacco su una base di vaniglia e ambra. Opulento, sensuale, complesso, di grande classe. Mi ricorda Knize Ten (che è più rude e più maschio) ed anche Habit Rouge (hanno questo fondo di vaniglia in comune) che, però, è meno scuro. Ha qualcosa da spartire anche con i profumi di Sheldrake...
Indossabilissimo da un uomo; presenta una grande longevità. (versione testata extrait)

 

Recensione/impressioni di Nyneve

 

(versione descritta pure perfume)

Dimenticatevi l'edt o edp, questo è un altro pianeta Quello di un profumo macho e non mi viene in mente nessuno che possa incarnarvisi, forse Sean Connery, l' Humphrey Bogart di Casablanca, o Burt Lancaster, non quegli ominicchi che adesso vanno tanto di moda, al massimo Sean Penn. Un uomo rilassato, ma proprio quello che ti fa perdere la testa perchè sai che con lui saresti sempre al sicuro. Una partenza di sigaro raro, appena appena alcolica, conservato con buccia di arancia e rhum in una scatola d'argento (perchè ci sento un fondo leggermente metallico). Cuoiato da urlo, sembra di entrare in una Daimler d'epoca, speziato terroso con una punta di vaniglia legnosa-il baccello Ambrato ma non dolce, vien voglia di leccarsi il polso su cui l'ho messo. Il lato animale esce con discrezione ma è molto presente. Assolutamente maschile, ovviamente portabile da una donna, ma al meglio su una pelle d'uomo asciutta e calda
voto:10

 

Recensione/impressioni di Alessio V.

 

Vorrei iniziare dicendo che questa mattina mi sono svegliato con il suo profumo sulla pelle, un tris di spruzzi di ieri mattina..
Una potenza ed un coinvolgimento spaziali.
Habanita ha un’apertura intensa e frizzante pur essendo un profumo essenzialmente cipriato, si un cipriato...ma d’ altri tempi, quelli belli, di un colore nero e rosso che mi fa immaginare una donna degli anni 20 in costume da Charleston, di fronte ad un grande specchio pieno di ornamenti! Evoca l’odore del trucco e del rossetto che quella bellissima donna con i capelli nero corvino sta indossando in quel momento.
Ha un evoluzione strabiliante che mi ha stregato dal primo spruzzo fino ad arrivare all’odore di fondo ambrato e muschiato con un carattere da donna che sa il fatto suo!
Voglio concludere dicendo che, questo pezzo d’arte, entrerà senza ombra di dubbio a far parte della mia collezione!

 

Recensione/impressioni di Marco F.

 

Bella e ribelle, talvolta forte, talvolta fragile, intuitiva ed enigmatica, imprevedibile e instancabile, piena di dolcezza e di rigore, emancipata e audace, sensuale e provocante, seducente e riservata”. Tutto questo è ...HABANITA de MOLINARD
Spruzzo selvaggio e si parte...

 

Recensione/impressioni di Laura C.

 

Habanita non è vintage, è una pietra miliare, non fornisce nessuna vintage vibration, e nemmeno da l’impressione di essere appena uscite da un negozio di antiquariato, mi aspettavo ambra di fondo e patchouli massiccio, invece ha un equilibrio senza tempo e attualissimo, va assolutamente sentito. È solo immensamente evocativo anni ‘20 se si conosce la storia di questo profumo, mi sento improvvisamente sul ponte ologrammi con un cappello a cloche ed un vestito in stile charleston. Non mi metto a fare l’elenco delle note, ha poco senso, posso dire che si sente una parte fruttata e una fiorita, soprattutto fda, eliotropio, ylang, lillà e direi anche orris. Leggermente dolce ma unisex, la nota di pelle sul fondo ne completa la raffinatezza, il patch non è in primo piano, su di me, fortunatamente poco avvertibile.
Un leggero talcato a dd avanzato. È opulento senza essere pesante, anzi no, opulento non calza bene, preferisco ricco e sontuoso. Indubbiamente sensuale, uno dei rarissimi casi in cui talcato e sensuale possono coesistere, d’altronde è solo un accenno poudrè.
Ci sono altre versioni da sentire: La Cologne che poi è una EDT, e Habanita l’Esprit EDP. La prenderó, difficile resistervi, oltretutto la nota di pelle risalta un po’ di più dopo il dd, straordinario.



#2 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,425 posts
  • Gender:Male

Posted 13 September 2013 - 06:53 AM

Jasmine

Recensione/Impressioni di apple

Bellissimo ! Fino ad ora me l'ero spruzzato sul braccio la sera, per studiarlo, poi c'era caldo, poi temevo fosse troppo potente per un utilizzo al lavoro... poi, poi, poi questa mattina ero nel mood giusto ed eccomi qui a scriverne: una frase e un'annusatina al braccio, come faccio più o meno da tutto il giorno: tanto buono ! L'ho spruzzato rigorosamente su pelle, senza esagerare.

L'attacco è potente e vagamente indolico: non so se sia la mia pelle che smorza il lato più animale o se (come credo) questo aspetto non è molto accentuato, comunque l'inizio ricorda davvero un gelsomino in piena fioritura, la maggior parte dei fiori appena sbocciati; saranno le note verdi e acquatiche riportate in piramide, ma non c'è traccia di "decadenza" o "imminente marcescenza". Dopo meno di un'ora l'intensità si smorza, le note fresche spariscono e rimane un gelsomino appena dolce e molto cremoso: il muschio sul fondo non disturba e si avverte appena. La proiezione è abbastanza scarsa, questo profumo rimane molto vicino alla pelle, cosa che per me è del tutto positiva.

Sono ormai passate ormai 6 ore dallo spruzzo e, se avvicino il naso alle braccia, lo avverto ancora in modo molto distinto; muovendo le braccia, arriva al naso un sentore delizioso, delicato e soffice. Lo definirei un profumo a due stadi: attacco potente e pungente, stabilizzazione su note più dolci e cremose.

Considerato il costo assai modesto, lo trovo un profumo perfetto.



#3 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,427 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 18 January 2019 - 05:03 PM

Les Amoreux de Peynet

2017 - Mathieu Nardin.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Il packaging, mi riferisco alla bottiglia, è proprio ben fatta e degna di menzione. Davvero bellina con la raffigurazione sopra, credo che alcuni l’abbiano presa anche solo per l’estetica.
È un’acqua agrumata, con anche verbena e petitgrain, molto piacevole, gli agrumi non eccedono in note aspre e sono molto naturali come resa. Molto classica, ci dovrebbe esser del gelsomino che non avverto, forse l’arrotonda solo un poco, non percepisco lo zenzero nè note legnose o muschiate, nemmeno ambra, non ha note verdi e non sento neanche il vetiver. Sento giusto che le note agrumate sono diversificate fra loro, non una unica, detto questo fatico un po’ a trovare altro da dire, appena si abbassano gli agrumi viene più fuori il petitgrain, anzi è proprio un acqua di petitgrain in sostanza, muschio leggerissimo, quasi nulla, forse in lontananza un filo di noce moscata che fornisce un poco, anzi l’unico spessore.
Molto semplice, per me un filo troppo semplice (ma protrebbe essere che la mia anosmia ne blocchi completamente la parte muschiata), comunque molto gradevole.



#4 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,427 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 17 June 2019 - 08:30 AM

Violette

2016.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Sembra quasi un solinota ma molto sfaccettato e con la presenza ulteriore delle foglie di violetta, invece c’è anche Iris, gelsomino, rosa, eliotropio oltre al muschio. Anche se effettivamente sa di violetta sono note che cercandole si sentono e contribuiscono a creare e dipingere con ulteriori pennellate, ove blu + rosso, fornisce viola, il ritratto del fiore. Non è per nulla luminoso, ma intimo, terroso, poetico, leggermente malinconico, attributi che si applicano poi al fiore stesso, almeno per me. Bergamotto e limone sono presenti ma sento solo la scorza, non la parte luminosa agrumata. Il gelsomino la solleva leggermente, è la parte più brillante, la rosa lo fa pulsare, l’eliotropio aggiunge purezza e semplicità. Sillage molto soft, unisex ma trovo che su un uomo renda strepitosamente bene, non è saponettoso. Intendiamoci: non è dolce, nemmeno lontanamente, non troppo verde e non amaro. Sembra di sentire la rugiada sui petali, bello.



#5 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,427 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 22 June 2019 - 12:00 PM

Oud Magnetique

 

Impressioni/Recensione di Irene C.

 

Un po' come quando dico che non mi piacciono i dolci e poi divoro meringhe e del bignè prediligo la glassa, lo stesso sembra accadermi per l'oud? Passi l'eccezione che conferma la regola con il Wildly attractive di Diana Vreeland di cui cianciavo pochi giorni fa, parlare ancora di oud fa meditare che di eccezione non si tratti più. Lo scopriremo vivendo.

Oud magnetique ti strizza subito l'occhio, facendoti intuire quanto sia vanesio, è un finto trasandato e a presentarsi così come l'oud sarebbe proprio non ci sta. Non vorrete mica che di lui si parli come di un prodotto caseario? Ben lavato con gli agrumi si presenta subito succoso e caldo, purificato e speziato con punte di noce moscata e zafferano, prima di uscire si è poi asperso di un profumo floreale, con tanta viola e in retroguardia la rosa, ecco che è pronto per palesarsi senza accuse di cattivi odori, fa la sua uscita insieme al legno di palissandro ed un vetiver polveroso, per adagiarsi su un divano in cuoio e continuare ad attirare l'attenzione di chi colloquia con lui. Magnetico.

Lo trovo veramente piacevole, tanto. Assolutamente unisex, trovo che sia in ogni caso uno dei più adatti per il pubblico femminile, sicuramente lontano da chi cerca l'oud meno addomesticato. Ottima durata ed interessante rapporto qualità/prezzo.



#6 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,427 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 21 July 2019 - 11:16 AM

Bel Air

2019.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Appena spruzzato è frizzante con qualche sfumatura aldeidata vintage (al mio naso ci sono aldeidi vintage ed aldeidi non vintage, e queste le sento in parte nella prima categoria e in parte nella seconda), floreale e luminoso, un bouquet non scomponibile e parecchio variegato, quando i fiori sono così, molto “misti”, il mio naso non distingue più nulla, non ci sono prime donne, è un fiorito democratico, nessuna prevalenza. Nonostante la luminosità è un profumo caldo e non fresco, sandalo evidente, spezie retrostanti, qualche sfumatura verde. Non ha particolarità identificative è un “fioritone”, non sento note agrumate nette ed esplicite, solo una luminosità diffusa, nessuna nota fruttata, non percepisco bene l’orris in base. Solo a dd piuttosto avanzato ecco che sento un leggero avanzamento della rosa, sulle altre note. Su di me fa un 5h






0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users