Jump to content


Photo

GUERLAIN


  • This topic is locked This topic is locked
32 replies to this topic

#21 Nyneve

Nyneve

    ADJNP addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,707 posts
  • Gender:Female

Posted 18 February 2015 - 08:41 AM

Metallica/Metalys

2000/2005. Jean-Paul Guerlain. Discontinuato

Recensione/impressioni di Jean Paul (FB)

Una creazione davvero atipica tra le proposte Guerlain
Un bellissimo "Floriental" a base di garofano, ylang ylang e bergamotto, ai quali fa da sfondo la consueta, irresistibile, "guerlinade".
Si tratta di una composizione poco diffusiva, ma molto persistente (la concentrazione è eau de toilette), che, però, ricorda prepotentemente (soprattutto del drydown) lo stupendo "Dalì pour femme", quello con il flacone a forma di bocca ed il tappo a forma di naso, per intenderci.
Davvero bello, peccato sia stato discontinuato


Pourtant, un parfum, un beau parfum, est fait pour vivre, pour être porté, pour s'exprimer sur la peau. Pas pour tourner au vinaigre sur une étagère. Un beau parfum, ça doit se porter, un beau parfum que je ne porte pas, personnellement, je le donne, je l'offre, je ne peux pas supporter de le voir délaissé, abandonné: si quelqu'un d'autre peut lui donner vie, j'en suis ravi.

Dominique Archambeau

#22 Nyneve

Nyneve

    ADJNP addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,707 posts
  • Gender:Female

Posted 23 February 2015 - 12:29 PM

Iris Ganache

2007. Thierry Wasser. Discontinuato

Recensione/impressioni di AnnaKarenina

Bellissimo iris reso morbido dal cioccolato bianco che lo rende molto originale per questo suo particolare abbinamento.
Un iris polveroso si, ma dolce e caldo.
Una sfumatura legnosa lo attraversa e mi riporta ad un altro iris meraviglioso che è quello di Aedes de Venustas, ma mi ricorda anche il cuore del Traversee
Gran persistenza, bella proiezione.
Peccato solo per ciò che concerne la reperibilità ed il prezzo che lo rendono accessibile a pochi.
Uno degli iris più belli che io conosca.

 

Recensione/impressioni di Silkford

 

Io lo trovo divertente, squisitamente Parigino, un po' cicisbeico, un po' frou frou, color pastello, decisamente zuccherato e lipidico, ma ben contestualizzato. Il nome lo trovo altresì perfetto, una vera e propria ganche di Iris, come se l'avesse fatta Pierre Hermé per farcire i suoi macarons, i più famosi e buoni di tutta Parigi. Oltretutto, apro una parentesi, Pierre Hermé si cimentò nell'omaggiare la profumeria con un cofanetto di macarons al gelsomino, alla tuberosa, alla fava tonka; peccato che ultimamente si trovi soltanto il primo. Chiusa parentesi.
Capisco bene anche chi non ama questa fragranza e preferisce i virtuosismi di Serge Lutens nel rendere l'iris verità e introspezione, la raffinata sontuosità di un Shem-el-Nessim di Grossmith; o l'oramai leggendario Iris Gris di Fath (che ho potuto sentire nella ricostruzione Osmotheque, grazie a Marika)... e capisco anche i puristi di Guerlain che hanno avuto la possibilità di sentire i capolavori della casa oramai scomparsi e alla mercé di pochi fortunati. Però lo trovo un lavoro onesto e divertente, con il giusto nome per quel che si è realizzato.         
 


Pourtant, un parfum, un beau parfum, est fait pour vivre, pour être porté, pour s'exprimer sur la peau. Pas pour tourner au vinaigre sur une étagère. Un beau parfum, ça doit se porter, un beau parfum que je ne porte pas, personnellement, je le donne, je l'offre, je ne peux pas supporter de le voir délaissé, abandonné: si quelqu'un d'autre peut lui donner vie, j'en suis ravi.

Dominique Archambeau

#23 Nyneve

Nyneve

    ADJNP addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,707 posts
  • Gender:Female

Posted 23 February 2015 - 12:56 PM

Shalimar Parfum Initial

2011. Thierry Wasser. Discontinuato

Recensione/impressioni di AnnaKarenina

Devo dire che delusa notevolmente dalle ultime riformulazioni/storpiature di Shalimar in veste classica, non mi ero fatta attirare da questa sua variante, anche perché notoriamente io preferisco i classici alle varianti perché mi sembrano spesso più un modo per attirare clienti e aumentare le vendite che non il lancio di un buon prodotto.
Mi sono sbagliata. Stavolta ho "cozzato". Sarà che Shalimar classico ormai è talmente storpiato da non aver più il suo tradizionale fascino, ma questo di oggi mi è davvero piaciuto.
Iris, rosa, patchouly, note gourmand, il tutto in una veste Shalimar-Guerlain tinta di rosa dal gusto delicatamente polveroso e retrò. Bello, da vedersi e da sentirsi!
La prova del 9 sarà sentirlo su pelle, ma per ora lo ritengo meglio di quell'altra cosa che vogliono spacciare per il vecchio Shalimar... Molto bello, elegante, di gran gusto e ben costruito


Pourtant, un parfum, un beau parfum, est fait pour vivre, pour être porté, pour s'exprimer sur la peau. Pas pour tourner au vinaigre sur une étagère. Un beau parfum, ça doit se porter, un beau parfum que je ne porte pas, personnellement, je le donne, je l'offre, je ne peux pas supporter de le voir délaissé, abandonné: si quelqu'un d'autre peut lui donner vie, j'en suis ravi.

Dominique Archambeau

#24 EzioLove

EzioLove

    ADJNP addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,923 posts
  • Gender:Male

Posted 29 June 2017 - 12:26 PM

Philtre D'Amour

2000. Jean-Paul Guerlain. Discontinuato

 

Recensione/impressioni di lavinia*

 

E' arrivato ieri e mi ha sorpreso tantissimissimissimo. Per via della boccetta forse, innocente, da teenager, mi aspettavo una fragranza ben fatta ma frivola incece è un profumo importante un fougère-agrumato leggermente balsamico: Un polpettone direte voi. No starebbe da favola su di un gentiluomo giovane ed elegante. Lo vedo indossato da una signora sicura di se, una ragazza assolutamente no.
Mi sono andata a leggere il sito ufficiale di Guerlain ed anche Luca Turin la pensa così, Philtre è stato definito "un grande maschile" e vengono citati Sous le Vent e Vol de Nuit come parenti stretti.
Capirete che qua ci ritroviamo con la testa di Einstein ed il corpo della Bellucci, comunque nel pomeriggio ho indossato il profumo e sono uscita: le note di testa agrumate e verdi, si sentono tutte. Si è prontamente scaldato, ho percepito nettamente, ma a tratti, del rosmarino che non è in piramide, il patchouly è molto secco (non quello rotondo di Borneo) e si fonde molto bene con il tutto.
Ho testato un EDT e ho trovato ottima anche la persistenza.
P.s. due giorni dopo sul collo del maglioncino dove ho spruzzato Philtre ho percepito un sentore di semi di marijuana bruciati ( e non mi ero fatta una canna  )
Dal sito uff:
Family: citrus, aromatic, chypre. Notes: lemon, bergamot, verbena, jasmine, petitgrain, neroli, myrtle, tonka bean, patchouli.          



#25 EzioLove

EzioLove

    ADJNP addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,923 posts
  • Gender:Male

Posted 29 June 2017 - 03:35 PM

Shalimar Ode a la Vanille

2011. Thierry Wasser. Discontinuato
 

Recensione/impressioni di seleno77

 

La mia recensione di Ode A la Vanille di Shalimar, visto che si parla di flanker, che dire, più che di Shalimar pare il flanker di Habit Rouge, affascina più la classica ed iconica bottiglia, che il suo contenuto, edizione limitata? O il timore di un flop? Molto, troppo talcato, classico profumo da crema per il culetto dei bimbo con zinco. Profumo pastoso, corposo, orientale. Animalicamente dolce nel cuore, dove il profumo migliora, la vaniglia è graziosa



#26 EzioLove

EzioLove

    ADJNP addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,923 posts
  • Gender:Male

Posted 23 April 2018 - 11:31 AM

L'Instant de Guerlain pour Homme

2015. Beatrice Piquet. Discontinuato

EDP

 

Recensione/impressioni di Glifi

 

A volte la vita si prende gioco di noi.Ci sforziamo di conoscere,di trovare la cosa nuova,particolare,ci convinciamo che quella o l'altra famiglia olfattiva sia quella che è più nostra,giusta per noi.E poi ,il caso ti fa conoscere qualcosa che  altrimenti non avresti preso in considerazione:perché è fuori dal tuo schema,perché è "commerciale", perché un profumo dove non c'è la tua nota preferita,per te manco esiste.

Senza sapere che c'era dentro,sentii già una volta questo profumo e mi piacque;pensai che si trattasse di un floreale legnoso e mi dissi che era bello.L'Instant che annusai quella volta era una EdT.

Tornato alla Rinascente (dove non dimentico mai di risentire quei capolavori che sono la serie esclusiva Dior) ho deciso di indossarlo l'Instant e stavolta in versione EdP.Devo aver fatto la faccia stralunata di quando mi piace molto una cosa.

Sì,è un legnoso,ma all'apertura si sente qualcosa di fresco e frizzantino e assieme ai legni (che non appaiono come le poco soddisfacenti molecole che usualmente usa la profumeria normale e certa profumeria artistica) si avverte una presenza dolce soffusa e non invadente,qualcosa che agisce da legante delle varie note e da protagonista in penombra.Io ho pensato ad una Vaniglia,ma sbagliavo:è Cacao!

E malgrado ciò,non è poi così spiccatamente Gourmand questa fragranza:il grande equilibrio tra le note,fa sì che sia una quasi-gourmand con un carattere carezzevole,luminoso ed elegante.

L'ho comprata. Per me è un capolavoro.

Dimenticavo:

Proiezione:buona.

Persistenza:esasperante.

Effetto sugli altri:c'è,perché io non sono George Clooney e di solito esperimento il Teorema dell'Invisibilità per il genere femminile.Con questo addosso,qualcunA ti guarda.



#27 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 21 January 2019 - 03:08 PM

Ambre Eternel, Les Absolus d'Orient
2016. Thierry Wasser

 

Recensione/impressioni di Rossella R.

 

Due spruzzi mi hanno quasi incendiato i polsi...Un'esplosione di spezie, cannella, cardamomo, coriandolo...Potentissime e brucianti...Dopo un po' si placano e danno tregua a dei timidi fiori d'arancio...Infine si apre una scia d'incenso e ambra scura...Un profumo impegnativo e solenne...Un'ambra da meditazione



#28 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 28 June 2019 - 08:50 AM

Mitsouko

1919. Jacques Guerlain

 

Recensione/impressioni di Scialeggera

 

Finora sempre rimesso sullo scaffale dopo annusata al flacone, che non mi piaceva proprio.
Ma dopo una piacevolissima sorpresa con L'Heure Bleue, che dal flacone faceva lo stesso effetto "no" e invece sulla pelle cambia totalmente e si evolve molto bello, ho osato con Mitsouko in dose massiccia 
Un inizio agrumato e un po' speziato, quasi legnoso, dopo mezz'ora si calma e diventa più morbido. Mi ricordava molto Fidji di Guy Laroche, ma più intenso, più scuro, più profondo.
Adesso sono passati più di 10 ore, e sento ancora molto bene le note calde della base con qualche spruzzo di fiorito, come se fosse diventato un tutt'uno con la pelle. La base è simile a L'Heure Bleue....insomma, un tipico finale dei "classici" Guerlain.
Non è un profumo che fa per me, non sono questo tipo di donna
ma è veramente un profumo interessante che cambia molto e lentamente durante il giorno.

 

Recensione/impressioni di Silvia R.

 

la recensione di oggi nasce da una scommessa perché usualmente amo scrivere di fragranze che conosco bene ed amo...stavolta invece ho deciso di approcciarmi a qualcosa di diverso e di lontano dai miei gusti.. esistono profumi che sono pietre miliari della profumeria....profumi che sono vere icone, profumi storici che malgrado il trascorrere fugace del tempo conservano tutto il loro fascino vintage, pur essendo diventati dei grandiclassici...intramontabili e dal sapore un po' retro... Mitsouko nasce come un omaggio alla protagonista del romanzo di Claude Farrère “La bataille”...racconta di un amore impossibile tra Mitsouko, bella e ingenua ragazza giapponese moglie dell'ammiraglio Togo, e un ufficiale britannico....un amore segreto travolgente..... Nel 1905 scoppia la guerra russo-giapponese, e Mitsouko attende con disperazione l'esito della battaglia, tra disperazione e speranza la giovane cerca di dominare i flussi impetuosi del cuore che sobbalza alla ricerca disperata di notizie del suo amore....essenze fruttate e verdi si avvicendano per creare una fragranza estremamente complessa dalle note che si rincorrono nell' arco della giornata in una evoluzione continua...apre la freschezza del bergamotto, poi la pesca...poi un cesto di fiori appena raccolti rosa di maggio, gelsomino, e poi ancora spezie...per poi affondare nel muschio di quercia e nel vetiver....romanticismo ma anche decadenza...smania ma anche nostalgia uno stato d'animo che si può annusare....un turbinio di emozioni che risuonano come un tamburo sulla pelle...ovvio che come tutte
le fragranze "storiche" anche questa composizione sia stata nel corso degli anni rimaneggiata..e ci puo dare solo un'idea di com'era la fragranza quando è stata concepita...ma malgrado queste modifiche però, vale sempre la pena sperimentarle..sebbene ai nasi contemporanei possano sembrare strane o datate..per capire come si è evoluto il linguaggio del profumo nel tempo e ci aiuta a capire come la creatività si è espressa negli anni in modo differente.



#29 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 08 July 2019 - 10:56 AM

Insolence

 

Recensione/impressioni di Alice Z

 

Violetta preponderante, tanti frutti rossi, talcata ma frizzante. Dolcina, ma di certo non stucchevole. Una fragranza femminile, allegra e adatta a tante occasioni.



#30 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 14 July 2019 - 10:59 AM

Aqua Allegoria Teazzurra

2016. Thierry Wasser

 

Recensione/impressioni di Silvia R.

 

ggi voglio parlarvi di un profumo che a me piace tantissimo Teazzurra di guerlain ...una ricercatezza ed eleganza sussurrata ma estremamente affascinante, un elisir floreale verde zen, agrumato.
Fresco, leggiadro , rilassante, ma anche energizzante...si tratta di una composizione estremamente semplice come del resto ogni creazione di aqua allegoria vuole essere...aqua allegoria nasce infatti per interpretare il concetto di acqua sotto molteplici sfaccettature...esaltando solitamente una o due materie prime ed essenze e dando vita ogni volta ad una melodia unica di note olfattive eleganti ed aggraziate. Formule brevi ma dotate di un'intensità e una freschezza fuori dal comune... che si dividono tra semplicità e raffinatezza. Thierry wasser ha creato un profumo che esprime gioia, che avvolge chi lo indossa nell' ottimismo e raccoglie a sé il concetto di benessere e vitalità.........il genere di profumo che vuole raccontarci l' estate.. dipinto come un cielo nei suoi toni colorati frizzanti e nello stesso tempo delicati...una profumazione rilassante ariosa che rievoca la natura e che vuole cogliere l' essenza di un delicato té verde assaporato sulla riva di un lago accompagnati dai suoi incantevoli riflessi azzurri...... vuole descrivere un momento di pace...di contemplazione... un vero elisir tonico e rilassante nello stesso tempo....amo di questa creazione di Teazzurra la sua spiccata anima zen e rigenerante...in cui a fare da re è la nota di te...l' apertura è lievemente agrumata ma quasi subito emerge il te accompagnato da una bellissima nota di camomilla a dare equilibrio e rotondità alla composizione.. infine incalza una leggera vaniglia accompagnata da leggiadri muschi...la sensazione è proprio quella di passeggiare lungo le rive di un bellissimo lago avvolti da note che rinfrescano lo spirito e rigenerano subito la mente ...un omaggio al Giappone ma anche ai tranquilli giardini inglesi..rimanda ai pomeriggi assolati d' estate dove il sapiente estro creativo di thierry wasser ha saputo ricreare perfettamente quella armonia quel senso di relax... ....infine il bellissimo flacone con la sua rete dorata, il raffinato omaggio al celebre flacone Api che racchiude tutte le meravigliose creazioni di aqua allegoria...da indossare generosamente come un antidoto contro il caldo e lo stress...una piacevole parentesi di vita illuminata dal sole...quando ci si vuole amare e coccolare lui è una scelta decisamente azzeccata...come tutte le profumazioni della linea ha un sillage delicato e una buona persistenza...lo consiglio.



#31 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 21 July 2019 - 11:21 AM

Shalimar

1925. Jacques Guerlain

 

Recensione/impressioni di Roberto S.

 

Uno dei miei profumi preferiti, evocativo seducente e determinato. Tanto fumo accompagnato da fiori timidi ma presenti. Ispirato alla storia d amore tra una principessa indiana,
Talmente bella si diceva, che anche la luna preferiva nascondersi tra le nuvole in sua presenza e il re reggente vel xvii secolo. Si incontravano nei giardini di Shalimar e dopo la morte della sua amata il re fece costruire il taj mahal in suo onore. Uscito nel 1925 ma pronto già nel '21 racconta al mio naso un amore forte e senza tempo tenace e vissuto. Un profumo da favola



#32 RobbyRouge

RobbyRouge

    ADJNP addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 2,047 posts
  • Gender:Female
  • Location:Modena/Bologna

Posted 03 September 2019 - 01:24 PM

Acqua Allegoria Ginger Piccante

 

2019 Delphine Jelk.

 

Recensione/impressioni di Laura C.

 

Fragranza fresca ed esperidata, lo zenzero contribuisce ad ulteriori sfaccettature ed alla freschezza, e si avverte soprattutto a dd inoltrato, è una fragranza semplice e diretta, più semplice di quello che pare ad una lettura delle note. Piccante, nemmeno lontanamente, ma è fresca quasi fredda, limone e bergamotto si sentono in maniera preponderante, non è dolce, pepe, mah molto dietro, rosa non pervenuta, legno non pervenuto solo un po’ di spessore di base. Sa di agrumi, sfaccettati, un poco di zenzero si sente ma non c’è molto altro, d’altronde se si cercano gli agrumi con sentori naturali non si resta delusi, forse il punto principale è che gli agrumati mediamente durano poco mentre questa su di me ha fatto 7 ore abbondanti.

 


#33 RobbyRouge

RobbyRouge

    ADJNP addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 2,047 posts
  • Gender:Female
  • Location:Modena/Bologna

Posted 03 September 2019 - 01:25 PM

Acqua Allegoria Mandarine Basilic 

 

2007. Marine Salamagne

 

 

Recensione/impressioni di Laura C.

 

Molto piacevole, si sente più la parte aromatica della scorza di mandarino e clementine, c’è anche un poco di arancio amaro, ma non è puramente una fragranza esperidata, nel senso innanzitutto che i toni aspri agrumati sono molto contenuti. Ha una bella evoluzione: in una prima fase si sente bene la parte verde, basilico ma anche edera, non sento sandalo e non è una fragranza particolarmente fresca, ha dei toni caldi, sempre in questa fase i fda risaltano molto bene. La camomilla direi che è la nota che ho percepito meno. Nella seconda fase dell’evoluzione, quando le note verdi scemano, pian piano si trasforma in una fragranza in cui risaltano la peonia ed il tè, sempre con il sentore di scorza di arancio amaro sottostante. Credevo durassero poco ma almeno 4/5 ore le fa su di me, proiezione soft.






1 user(s) are reading this topic

0 members, 1 guests, 0 anonymous users