Jump to content


Photo

PENHALIGON's


  • This topic is locked This topic is locked
14 replies to this topic

#1 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,166 posts
  • Gender:Male

Posted 22 October 2008 - 08:06 PM

LILY OF THE VALLEY(Mughetto)


Siamo a maggio e siamo in un campo pieno di piccole campanule bianche, il mughetto è simbolo di purezza, è chiamo e luminoso, lo si trova nel bouquet delle spose.
Un profumo pulito e delicato, ovviamente è adatto alle ragazze, quelle brave, quelle con i vestiti color pastello e il fioccone dietro la vita....si ma, che barba!!!!
Grazie al cielo ci sono delle piccole folate di incenso, un profumo del genere lo userei per l'ambiente!
Colore bianco/giallo....persistenza buona, considerato che parte già basso.



#2 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,166 posts
  • Gender:Male

Posted 22 October 2008 - 08:07 PM


Victorian Posy

1979. Discontinuato

 

Recensione/impressione di Cristian

 

testa: Limone,Arancia. cuore:Camomilla,Giacinto,Violetta,Gelsomino,Rosa. fondo:Galbano,Ambra Grigia,Legno di Sandalo,Patchouli,Muschio di Quercia,Vetiver.
Ragazzzzzi, quante cose....ma io non sento nulla di tutto ciò, non mi piace, è il tipico profumo di quei cosmetici compatti che usano le donne.
Lo definirei ...insulso!
Il colore è salmone.



#3 Fersen

Fersen

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 911 posts
  • Gender:Male
  • Location:Milano

Posted 16 January 2015 - 10:57 AM

Vaara

Recensione/impressione di Cristian

continuo a pensare che in testa ha molto tra il Trayee ed il Mohur (soprattutto) di Neela
giusto il tempo di uno starnuto, poi diventa una cosa un po' più pappolosa ed impersonale, per riprendersi rapidamente con le note fruttate e diventa una rosa quasi limonastra, la nota di quince, quella sorta di mela, io la sento poco
devo ammettere che Penhaligon`s non è proprio il mio genere, ma con le ultime uscite si sa un po' riscattando al mio naso, con Peoneve e questo che ho appena raccontato!


EDIT
Concludo sostenendo che ancora non ci siamo laugh.gif
non comprerei una roba del genere, che, alla fine, non mi emoziona



#4 Nyneve

Nyneve

    ADJNP addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,707 posts
  • Gender:Female

Posted 16 February 2015 - 07:22 PM

Bluebell

Recensione/impressioni di Cristian

Arriverà la volta che snaserò un Penhaligon's e lo sentirò minimamente interessante?
Sono proprio lavori che non mi entusiasmano, questo poi!
Avrei detto soprattutto tanto garofano in apertura.
Il garofano c'è ma sono i chiodi di garofano, un'altra cosa direi, fiorone da vecchia in scialle, all'inizio, mentre il cuore è tremendo, la vecchia si trasforma in strega con il porro sul naso, sento quell'odoraccio che avverto anche negli ultimi Tauer, diserbante, concime, un verde amaro sgraziato.


Pourtant, un parfum, un beau parfum, est fait pour vivre, pour être porté, pour s'exprimer sur la peau. Pas pour tourner au vinaigre sur une étagère. Un beau parfum, ça doit se porter, un beau parfum que je ne porte pas, personnellement, je le donne, je l'offre, je ne peux pas supporter de le voir délaissé, abandonné: si quelqu'un d'autre peut lui donner vie, j'en suis ravi.

Dominique Archambeau

#5 EzioLove

EzioLove

    ADJNP addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,900 posts
  • Gender:Male

Posted 29 June 2017 - 03:29 PM

IRIS PRIMA

Recensione/impressioni di oakmoss

 

L'ho indossato e almeno inizialmente mi ha un tantino infastidito sulla mia pelle ma dopo... Ve lo racconto così come l'ho vissuto. Spero che vi piaccia!

Notevole il decollo in cui si percepisce la chiara presenza di un gelsomino pepato e pungente, quasi soffocante. In un secondo momento, invece, vengono aperti i battenti all'Iris il quale entra prepotentemente come un bel damerino, o cavalier servente che dir si voglia, accompagnato da due bisbetiche nobildonne come l'ambra e la vaniglia. Esse hanno un ruolo impreciso ma voluto: fanno di tutto per attirare l'attenzione su di se come è nell'indole di ogni dama che si rispetti ma è il cicisbeo vestito di viola a farla da padrone. E' solo alla fine che il bell'Iris poggia lo sguardo sulla pelle profumata ma non troppo di una elegante cortigiana cuoiata la quale ricambia desiderosa e sfuggente al tempo stesso. Un intrigo appena sbocciato sotto gli occhi delle due invidiose oramai dimenticate...


#6 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPipPip
  • 1,269 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 17 January 2019 - 10:48 PM

Endymion

2003, Versione: Cologne

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

C’è anche la versione concentrata. Mi aspettavo un fougère maschile, da una prima lettura delle note, in realtà pur essendo molto classico, senza sorprese, è fresco, ben equilibrato e forse anche unisex. Note agrumate non aspre ed una lavanda non selvatica in primo piano, è piuttosto corale, non si distinguono nettamente e separatamente le varie note, caffè, cuoio, spezie, pepe in particolare, vetiver e salvia, contribuiscono a fornire un’impressione maschile ma non la trovo una fragranza totalmente spostata in questo senso. Non è secca nè aspra, incenso, mirra e olibano sono il tratto più particolare e definente, le spezie restano sul fondo senza affiorare mai in primo piano. La parte resinosa non diventa balsamica nè smokey ma forniscono una nota aromatica ed una sensazione fresca, setosa. Proverò la versione concentrata per vedere le differenze. Durata bassissima, questa su di me arriva ad un’oretta, poco più.



#7 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPipPip
  • 1,269 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 18 January 2019 - 04:30 PM

Clandestine Clara

2017. Sophie Labbè.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Le note di rum, vaniglia e legno sono immediate, bello boozy, molto invernale, ora sento una sfumatura di liquirizia che non sarebbe nelle note, non lo sento molto cannelloso, ma la cannella c’è, molto cremoso. Sa di rum e di liquirizia con sfondo legnoso e caldo da camino scoppiettante (ambra). Non è un profumo complesso è caldo e pastoso, confortevole. La nota liquiriziosa che appare e scompare è sicuramente un camaleontismo del patch, davvero un travestimento riuscito. Più verso il dd avanzato si sente maggiormente la cannella (credo Cassia più che Ceylon) che assume un tono un po’ smokey, restando sempre cremoso ma non è totalmente smooth come fragranza ha qualche accento appuntito, che lo rende un poco meno easy.



#8 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPipPip
  • 1,269 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 18 January 2019 - 04:31 PM

Kensington Amber

Anno: 2018.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Abbiamo bergamotto, cannella, tonka, cedro, vaniglia, benzoino e labdano. È nuova, uscita quest’anno.
Più che invernale la definirei proprio Natalizia. In sostanza è un profumo alla cannella, tende al gourmand dolce, ma senza esser così zuccherino, sicuramente la vaniglia contribuisce all’idea, sembra comunque di intravedere una tavola natalizia con i vari dolci connessi al Natale, in stile anglosassone ovviamente, non aspettatevi gli struffoli, non c’è frutta secca ma pare proprio di vederla, nell’illusione creata dalla cannella e resine, è comunque sfaccettata come fragranza, la tonka si sente benissimo, proprio bella, il benzoino trasmette proprio calore e luce in combinazione con il bergamotto, mancano solo le Christmas carrols, e l’immagine di felicità familiare dickensiana è completa. Il legno di cedro aumenta quel conforto casalingo, stemperato dal tocco resinoso del labdanum. Confortante, invernale e festiva, non la vedo come indosso estivo, forse però più per le immagini che mi suggerisce che per l’indosso di per se. Mi piace molto, peccato che ci siano solo i 100ml, una size inferiore l’avrei sicuramente considerata come acquisto.



#9 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPipPip
  • 1,269 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 18 January 2019 - 04:32 PM

Elisabethan Rose

2018 nuova versione, il profumo originario è del 1984.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Note fresche immediate che presumo siano date dalle foglie di nocciole, mi aspettavo una fragranza più “pesante” come fiorito, invece no, la cannella non lo rende un profumo speziato o particolarmente invernale, anzi, già come prima impressione è fresco, morbido, un verde giusto accennato, la mandorla si riesce a trovare, cercandola, è blendata molto bene al tutto ed ha una connotazione leggermente legnoso-dolce, diversa dalla classica nota di mandorla. Non riesco certo a distinguere la tipologia di rosa (pare ci sia rosa centifolia, olio di rosa, assoluta di rosa), non è solo una rosa ammorbidita e rimpolpata dal giglio, diventa quasi una rosa fresca, quasi fruttata, ma al contempo setosa, come una sciarpa trasparente svolazzante al vento primaverile/autunnale. Trovo sia davvero bello come profumo, e lo dico da non rosa-fan. Non percepisco il vetiver, forse aumenta solo l’effetto ventoso, legno molto molto leggero ed anche il muschio è piuttosto light, ma presente il giusto per dare profondità senza appesantire. Su di me non ha note saponose di alcun tipo e non è un profumo che definirei dolce.

 

Impressioni/Recensione di Stefano A.

 

Nella nuova edizione, è maestoso quanto delicato e pudico era il precedente.
Tanta, tanta rosa centifolia e assoluta. La combinazione di olio di mandorla, nocciola e cannella, offrono una bella struttura sulla quale il fiore “tiene” e può esprimersi al meglio. Il fondo legnoso di vetiver e dai sentori pepati rende il tutto più corposo ed elegante.
Bellissima la bottiglia, tra l’altro.

 

Impressioni/Recensione di Irina V.

 

Oggi con questa rosa meravigliosa, la sento fruttata, legnosa, un po’ oleosa ma fresca, presente anche il settore di rossetto, ma non quello della nonna per intendersi. Bella ed intensa, adatta a tutte l’età e stagioni. Non sento la mandorla (menomale) forse un po’ la nocciola e sandalo, a parte ovviamente la rosa di Maggio e olio di rosa



#10 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPipPip
  • 1,269 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 27 March 2019 - 08:41 AM

Roaring Radcliff
2016. Daphne Bugey

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

La nota di rum si evidenzia appena spruzzato, ma si sente distintamente anche il miele, nelle sue nuances aromatiche più che nella dolcezza, supportato ulteriormente dalla cera d’api. Emerge un bel tabacco/tonka, inscindibilmente legati, il rum non sparisce, si sente anche un po’ di cannella, come zuccherosità, ribadisco che è una fragranza su toni dolci, ma non eccessivamente, si aggiungono anche le note di pelle a bilanciamento del tutto, una pelle morbida, che comunque resta dietro alla tonka. Non avverto zenzero nè rosa, nè dragoncello, l’amberwood non credo di distinguerlo, comunque non sento note ambrate.
Un’ottima fragranza, non originale ma di buon equilibrio, potremmo riassumerla come un tabacco tonka mielato o un miele tonkato e tabaccoso, entrambe con sfumature di rum e cannella e leggera pelle; anzi a dd inoltrato opto per quest’ultima, le note di miele diventano principali.



#11 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPipPip
  • 1,269 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 07 April 2019 - 05:43 PM

Marylebone Wood

Anno: 2018

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Sandalo, tanto sandalo, non troppo cremoso, molto piacevole, non è arso nè spigoloso. C’è solo una buona luminosità ma il pompelmo non si evince. Il vetiver non sposta la fragranza su toni amari, resta in background. Molto legno di cedro, morbido patch che fornisce profondità senza toni vintage, pare quasi vanigliato talmente è morbido. L’ambra non è rilevante, scalda ma non fornisce nemmeno lei idea di chiuso, anzi, ha una sorta di brillantezza dorata che si appoggia sul tutto.
Buona, da sentire per gli amanti del sandalo, non originale ma ben sfaccettata. Un piacione ma riposante e buono. Nelle note è scritto smokey sandalwood, ed in effetti assume poi toni fumè, ma leggeri, globalmente non la definirei una fragranza fumosa o affumicata. Non è spigolosa per cui sebbene nella profumeria commerciale sandalo e patch siano note maschili, io la trovo unisex come fragranza.



#12 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPipPip
  • 1,269 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 08 May 2019 - 12:19 PM

The Revenge of Lady Blanche

Anno: 2016. Daphne Bugey.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Iris immediato, vegetale e fiorito, le note vegetali sono ben intense ai primi spruzzi, vegetale, foglioso, linfatico, senti proprio la linfa degli steli tagliati, ma evolve rapidamente, l’iris resta, non talcato e non metallico, mi pare di sentire anche il rizoma perché assume sentori piu cupi, quasi speziati. Il narciso, arrivando, scalza un po’ l’iris dal suo podio, ottenendo una fragranza intensamente fiorita, ma arginata dalle spesse note verdi che fanno l’impressione di esser vigili, sul fondo, a contenere ogni esuberanza ed ogni fuga da questa piccola serra. È un profumo in penombra, anzi, la luce che filtra è proprio minima, come dentro una grotta, è umido, non ho sentori netti di acqua ma di rugiada, di umidità, con sentori di foglie bagnate, non c’è chiara percezione del terreno, comunque, e nemmeno sensazione di freddo. Non lo trovo un profumo banale, forse un po’ sottovalutato, c’è la percezione di fiori tagliati e spezzati come dopo una tempesta, non ha toni dolci, unisex, anzi per la consistente parte verdacea, forse è leggermente il maschile. Deve piacere questo mix di fiorito, l’iris al dd non lo avverto più nettamente, e linfa verde, che resta molto presente ed il tutto, assieme al narciso diventa un po’ narcotico. Il profumo ha una minima evoluzione ma non è estremamente sfaccettato, quindi è un sentore molto presente che deve piacere.

 

Impressioni/Recensione di Federica A. A.

 

Lui. Io sono amante dei profumi dolci, con scia importante, tanti fiori. Poi è arrivato lui, un campioncino lasciato distrattamente in un sacchetto. Dovevo partire per lavoro, ho preso il primo campione che ho trovato in casa. L’ho indossato e non ho capito più niente. Su di me l’ho sentito come qualcosa di pericoloso, femminile, con una scia bellissima ed importante. Ho passato la serata ad inspirare questa fragranza. Inebriata totalmente. Non so neanche spiegarlo. Sarà il narciso, sarà l’apertura di Iris, non lo so, ma questo profumo su di me diventa qualcosa di veramente narcotico, pericoloso, sensuale. E così mi sento io. L’ho raccontato a mio marito che me l’ha subito regalato. Ero da sempre alla ricerca del profumo perfetto, studiando piramidi olfattive e note accuratamente, e poi l’amore è sbocciato in maniera totalmente inaspettata e non ponderata.



#13 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPipPip
  • 1,269 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 26 May 2019 - 05:31 PM

Amaranthine

Anno: 2009. Bertrand Duchaufour

 

Impressioni/Recensione di Roberto

 

Un profumo fuori epoca.
Un verde fruttato, dove l’idea di una banane verde e farinosa si fa ben chiara mentre si muta in un latte vegetale e cremoso.
Retro e avanguardia!



#14 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPipPip
  • 1,269 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 18 June 2019 - 02:12 PM

Belgravia Chypre

Anno: 2018.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Interessante rosa/patch, con una rosa lamponosa che emerge solo leggermente scurita sui petali, uno chatouche di patch sulle punte, proprio bellina questa fragranza, volendo anche un po’ posh, fa molto giovane, ricca e sofisticata, il labdano di base si fa sentire bene, il pepe rosa, fornisce un ulteriore guizzo provocatorio, il mate una sfumatura che nella sua semplicità ha del genio, in questo punto, in questa fragranza, semplicemente si amalgama alla perfezione. Da metterci su il naso, io lo trovo davvero molto carino, fresco, quel profumo che tira fuori la ragazzina pestifera e intrigante che resta in noi, c’è un che di spensieratezza che lo accompagna. Proprio tanto carino.



#15 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPipPip
  • 1,269 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 27 July 2019 - 04:24 PM

Much Ado About The Duke

2016. Daphne Bugey.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Un profumo diretto, rosa, pelle e pepe che si sentono estremamente bene, una bella rosa, pungente ma non eccessivamente aggressiva, gin non rilevato, il tutto viene esaltato dalle note legnose. Come ho scritto più volte in genere evito i riferimenti incrociati fra i profumi, tranne quando inevitabili; questo nel dd ha cominciato a ricordarmi un profumo familiare, ed arrivo a connetterlo con Arcana Rosa dell’Artisan, curioso mi dico, essa è prevalentemente Rosa e Sandalo, non c’è pelle, poi realizzo con sorpresa che non è una pura fantasia del mio naso ma anche quello è della Bugey, quindi facile che ci siano accordi comuni alle due fragranze, è proprio quella rosa legnosa a farmelo ricordare sempre più nell’evoluzione della fragranza, la nota di pelle in stadio avanzato non la trovo nemmeno più.






0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users