Jump to content


Photo

ZEROMOLECOLE


  • This topic is locked This topic is locked
7 replies to this topic

#1 EzioLove

EzioLove

    ADJNP addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPipPipPip
  • 1,778 posts
  • Gender:Male

Posted 22 June 2018 - 01:55 PM

Iaia

Anno: 2010

Impressioni/Recensione di Laura C.
 

Il naso di questo marchio per tutte le fragranze è Stefania Marzufero Boni. Le note sono fragoline di bosco, lamponi, caramello. Uno dei vari divertenti gourmand di Zeromolecole. Abbiamo un inizio con fragoline di bosco, realistiche all’ennesima potenza (son giocattolini costosetti gli Zeromolecole, ed il perché credo che si capisca subito dalla poca artificialità delle materie prime usate, mi spiego meglio non sto dicendo che spremono fragoline per fare il profumo, ma che più costoso è il composto usato e più la resa sarà vicina all’originale), che sfumano molto rapidamente evidenziando maggiormente caramello con dietro lampone, comunque non nettissimo, magari ecco, più che altro l’idea dei frutti rossi. Meglio nei gourmand parlare di zuccherosità maggiore o minore, anziché dolcezza, questo è zuccheroso ma la nota di caramello, anche essa veritiera, possiede un lato amaro che compensa, i gourmand non sono il mio genere ma questo lo trovo ben fatto, non sembra, quando si considera la resa, un profumo da gioco, però spensierato lo è, eccome. Non è una bombazza, ma nemmeno close skin, un po’ di sillage c’è, come altre fragranze della linea, è decisamente gourmand e come dicevo non ha sentori artificiali, si appoggia e si fonde con la pelle, con una sfumatura mou-fruttata, quel che cerco goffamente di spiegare e che ci sono profumi, soprattutto in questo genere che è come se si indossasse un adesivo, uno si porta addosso del caramello, ad esempio e sta lì piantato e uguale su qualsiasi pelle, questo no, hanno un po’ di evoluzione questi profumi e si esaltano o meno con le note della pelle come ogni profumo che si rispetti. Gourmand ben fatti.



#2 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPip
  • 748 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 18 January 2019 - 01:23 PM

Bollicine

Anno: 2010

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Il profumo per Capodanno? In realtà non è un profumo al vino ma al pepe rosa, con una nota incensata, leggermente smokey, niente note citriche e niente champagne. Certo che un po’ di acidità viene da aspettarsela con il nome bollicine invece sono leggerissime, poco avvertibili. È praticamente un solinota al pepe rosa, lo vedo adatto quindi per vari layering, non è eccessivamente pepato e molto aromatico nel senso che si sente che è pepe rosa e non pepe nero; è meno intenso di altri provati dello stesso marchio.

Di tutto il marchio, questa è una delle fragranze che ho capito meno.



#3 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPip
  • 748 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 18 January 2019 - 01:24 PM

Dudù

Anno: 2010

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Dolce, molto dolce, esiste la categoria fioriti gourmand? La fragranza ruota attorno al frangipane e vaniglia, da sembrare un budino al frangipane, c’è una punta di pepe a cercare di bilanciare, il legno di cedro non lo percepisco. Potente, potrebbe aggredire nasi sensibili. Si sente, nonostante la dolcezza che non è un profumo cheap, le materie prime di Zeromolecole, si sente che sono di una qualità più alta, saranno giocattoli costosi ma c’è un motivo, e si sente. È divertente, spensierato, un po’ “chi mi ama mi segua”, la parte dolce al dd si seda leggermente, ho detto leggermente, e sarà la prima volta che lo scrivo (con i gourmand lo do un po’ per scontato) ma non è un indosso possibile, secondo me, per un uomo. Il pepe riportato in piramide è leggerissimo, quasi inesistente (ma ho fatto un layering con il resto del sample e l’intense pepper di Montale che è venuto spettacolare), il frangipane di LoF è molto meno dolce, più fiorito e più pungente, questo è tondo, giocoso e vanigliato, quasi leggermente fruttato. Il frangipane di per se è quasi fruttato-tropicale, come fiore. Come dicevo non ha pungenze o angoli di alcun tipo, tondo anzi proprio sferico. Una leggera illuminazione c’è comunque altrimenti sarebbe importabile. Persistenza notevole. A fine dd tira fuori un piacevole lato cipriato-talcato



#4 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPip
  • 748 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 18 January 2019 - 01:46 PM

Biancolatte

Anno: 2011

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

La mia descrizione sarà sicuramente penalizzata dal non essere gourmand addicted. Questo è un totale ed assoluto iperglicemico gourmand. Non dirò come spesso faccio “non stucchevole” perché questo lo vuole proprio essere, e viene amato proprio per questo. Vaniglia, proprio vanillina da dolci, si sente bene. Caramello: non è un caramello amaro, vira al mou, con una leggera punta più luminosa che amarognola, come sentore sa più di zucchero cotto che di caramello, chi cucina ha presente la differenza. Il burro si sente indubbiamente bene. Sale: si sente abbastanza ma la fragranza non sa di caramello salato. È dolce, ma schiarita da questa punta simil-citrica, che suppongo abbia funzione di alleggerimento, qualcuno la identifica come una nota di pulito. Confesso che per me non sa di latte caldo zuccherato, per me sa di cioccolato bianco, da copertura, fuso, cioccolata tipo galak, fuso. Essendo il cioccolato bianco praticamente burro di cacao, ecco perché mi fornisce questa impressione. O volendo una crema al burro alla vaniglia, quelle per farcitura e ricopertura torte. Persistente.

 

Impressioni/Recensione di Ely D.

 

Una fragranza gourmande e fresca allo stesso tempo.. Latte, vaniglia, burro e sale.. Forse un po' di caramello, ma non ricordo bene.. Un profumo che sa di buono e non scontato



#5 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPip
  • 748 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 18 January 2019 - 01:47 PM

Nerocacao

Anno: 2011

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Cioccolato in realtà, non cacao, gourmand nel vero senso della categoria, c’è vaniglia, ben avvertibile, un tocco di arancia, non invadente, proprio scorzetta aromatica, il cocco lo trovi solo se lo sai a priori perché il cioccolato lo copre nell’immediato, nel dd si sente meglio. È dolce ma non mi sembra eccessivo e stucchevole, o almeno non nella prova di un unico sample, bisognerebbe portarlo più a lungo per poterlo dire, le scorze di arancia fungono anche da bilanciamento dolcezza. Non ne ho ancora una vastissima esperienza ma questo lo consiglierei a chi ama il genere, sicuramente da provare, io non sono una addicted di fragranze Gourmand-pasticceria ma posso dire che mi sembra realistico e non artificiale. Persistenza notevolissima 5-6 ore buone se non di più, ovviamente cambierà con la pelle e questa durata è già notevole su di me.



#6 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPip
  • 748 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 18 January 2019 - 01:48 PM

Osa

Anno: 2014

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Assoluta di tuberosa, tiarè, e fori di arancio che ne prevengono la narcoticotà, la tuberosa è ben evidente, non assume toni indolici o selvatici, il tiarè le fornisce una nuance esotica, infatti non si sente, almeno su di me, nettamente il tiarè, ma si percepisce più la modifica, la schiaritura, che opera sulla tube.
Una tube estiva spensierata, allegra, da spiaggia, il fiore d’arancio fa un massiccio lavoro di alleggerimento e sollevamento di tutta la fragranza su toni estivi.
Con tutti gli amanti della tube, suppongo sia la minore diffusione di questo marchio, la causa del fatto che se ne parli poco di questo profumo, credo l’abbiano provata in pochi, ma secondo me merita, soprattutto per i tube fan.
In genere gli Zeromolecole sono dei bei giocattolini costosi, comunque di ottima qualità, questa fragranza esce dallo schema, anche se non del tutto, gli Zeromolecole non si prendono mai troppo sul serio, come è giusto che sia, propone una tube sotto una luce differente e merita di esser sentito. È abbastanza dolce ma non in maniera stucchevole o affaticante, un floreale molto cremoso, una tube hawaiana ed in bikini, con persino gli occhiali da sole. Il mio consiglio, è di metterci il naso sopra, io lo trovo proprio carino e ben fatto.



#7 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPip
  • 748 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 18 January 2019 - 01:49 PM

Nuvole

Anno: 2010

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Come si può immaginare, sostanzialmente sa di pulito, mi riporta molto al mio mondo candeloso dato che le fragranze laundry e cleaning vanno sempre per la maggiore e sono molto diffuse come profumazioni per la casa. Ha indubbiamente e volutamente note saponose, la nota principale oltre al limone ed al muschio, bianco pure lui, è quella del lino. Il limone non è particolarmente naturale come sentore ma richiama un ammorbidente al profumo di limone, è poi la nota più acuta della fragranza che per il resto è veramente clean e purificante, sa di bucato bianco steso al sole, e pulizia, non è una fragranza morbida nè tonda, ma spiked ed in questo è molto realistica in quello che rappresenta, un po’ meno nel nome, le nuvole non mi forniscono l’idea di bucato, ma comunque resta l’immagine di un bianco candido. Notevole intensità come il resto del marchio.



#8 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Collaboratore AdJ
  • PipPip
  • 748 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 22 January 2019 - 09:30 AM

Stromboli

Anno: 2010

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Racconto di quelli rapidi perché questa è l’unica fragranza finora di Zeromolecole di cui non ho percepito nulla, grazie alla mia anosmia random. Fragrantica come note mette acqua di mare, menta, note citriche, artemisia, licheni, alghe rosse e muschio, che temo sia il responsabile del blocco. Ho provato a farmelo descrivere dal marito, che lo sentiva anche sul mio polso, ma è stato uno strazio: a “note affumicate”, terra bruciata, poco luminoso, anzi con qualcosa di cupo dietro, ho ceduto le armi, non si può cavare sangue da... hemm...estrarre un racconto olfattivo per interposta persona, nemmeno Socrate poteva far di meglio, alle varie domande la risposta era “non so”, mare no, ma note salate sì, quindi siamo arrivati al “mischione cupo”, potrei chiamarli “i racconti dell’annusatore riluttante” e tirarci fuori un blog.






0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users