Jump to content


Photo

PRADA


  • This topic is locked This topic is locked
10 replies to this topic

#1 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 21 October 2008 - 10:27 PM

Tubereuse N°6

2007. Discontinuato

 

Recensione/impressioni di Cristian

 

E' la tuberosa più equilibrata che abbia mai sentito, fa parte degli esclusivi Prada, cioè profumi che potete trovare nelle boutiques monomarca Prada, sparse in tutto il mondo, o in alcune boutiques multimarca.
Bilanciatura perfetta, una tuberosa che non "raschia il fondo", quindi viene evitata completamente la sensazione di acqua stagnata, ci sento del neroli, forse è questo che ammortizza il tutto.
Sembra il fiore più bello, sentito in un giorno particolare, alla miglior ora che si possa annusare, nel momento in cui la profumazione tocca il punto più buono.
Sono molto contento di questi profumi, con una costruzione molto semplice ma di altissima qualità, in più li trovo una sorta di "scuola" per il naso, sentire un'ottima tuberosa, o piuttosto un fantastico iris, della violetta, serve a far lavorare bene il naso e la testa. (Ho citato questi fiori, perchè fanno parte, anche loro, della serie esclusiva di Prada).

Recensione/impressioni di Fersen

Una tuberosa diversa. Aspetto domani per i giudizi, ma già l'inizio spacca.
Carnalità messa da parte.. prevale un non so che di estremamente raffinato, pulito, ma sensuale.
Però è la tipica sensualità di Prada, quella che non passa per scollature o bicipiti pompati, ma per un coinvolgimento che è di sensazioni, emozioni prima che fisico.
E' un modo di interpretare la tuberosa che, un po' come anche Mona, apprezzo molto.
Persistenza, media, credevo durasse molto di più essendo un parfum.



#2 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 11 November 2008 - 02:14 PM

Narciso N°5
2007. Discontinuato

 

Recensione/impressioni di Cristian

 

Grossi parametri di valutazione non ne ho, anzi, di paragone, cioè è più facile trovare il vetiver di pinco pallo, piuttosto che il narciso di questa o quella casa profumata.
Mi baso solo su quello che sento, e cioè, anche in questo caso, un equilibrio disarmante.
Un profumo verdastro, come se avesso tritato, insieme al fiore, ai petali, al suo nettare, anche il gambo.
Un profumo che ti entra dentro, con le sembianze di una persona ben educata e vestita con poco, ma in modo prezioso.
Quindi un profumo che non si posa sulla pelle ma che va più in profondità, è come se avvicinassimo il fiore alla bocca e suoi colori, il giallo, il bianco, pure il verde del gambo e un po' di terra di montagna, e il tutto potessero entrarci dentro, come se li stessimo bevendo lentamente.
Tiro in ballo la terra di montagna perchè ci sento la naturalezza di un ruscello, un' acqua che non ha troppo sapore, cioè il sapore c'è ma non si sente, come se fosse un piccolo rumore, che si perde in un grande spazio come può essere una montagna.
Così è questo profumo, lo apprezza chi lo porta e raramente lo sente chi non lo "beve".



#3 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 26 February 2009 - 08:58 AM

Myrrhe No. 10

2008. Discontinuato

Recensione/impressioni di ADJIUMI

E' l'essenza di PRADA che ho trovato più complicata ma che ho acquistato in modo da averla a casa, per riuscire a "sbucciarla" con calma e capire bene cosa ci avrei trovato dentro.
Così, su due piedi e con una misera "splesciata" sui polsi, mi sono detto: "ha qualcosa dell' Eau de Jatamansi dell'Artisan" quella nebbia ghiacciata e quel pout pourri di punte di frutta, patchouli, spezie e simil pepe....
Oggi invece è stato diverso, ma cosa aspettavo?
Mi sono travasato il liquido dentro ad un contenitore con spray e via di spruzzi.
Eccolo il profumo, eccola la mirra, credo che, tra i PRADA esclusivi che conosco, sia, per prima cosa, il più "essenza" di tutti, inoltre, il più composto, cioè è evidente che ci siano altri ingredienti, netti, a formare la piramide.
Il paradosso è che mi pareva la mirra meno mirra, invece, oggi, mi sembra la mirra più preziosa, quella più "storica", verosimile.
Ci sento l'antico Egitto, un mercato in piazza, leggermente appiccicaticcio e colloso, sembra un unguento profumato per l'imbalsamazione.



#4 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 02 March 2009 - 11:42 AM

Infusion d’Iris
2007. Daniela Andrier

 

Recensione/impressioni di Cristian

 

Quando mi affaccio verso questo "ramo" della profumeria, io cerco di trovare il filo conduttore tra la marca in questione e il profumo, quindi, oltre a valutare il profumo, io cerco di capire quanto centra con il resto.
Così, può capitare, che trovi molto più interessante e convincere un profumo che a me non piace particolarmente, ma che "chiude il cerchio", piuttosto di un profumo, che a me piace tanto, preso da solo, ma che non centra nulla con l'immagine della maison, in generale o in quel preciso momento.
Per quanto riguarda questo Prada, secondo me, oltre a piacermi, è in pieno stile Prada, sia dentro che fuori, sia nella fragranza che nel packaging, nei colori, nelle scritte.
Boccetta in vetro lineare, semplice, con etichetta lineare, scritta netta, logo della casa, tappo color verdino/acidino.
Fresco, polveroso, però freddino e pungente, come un cappottino "della nonna", firmato Prada, striminzito, con le spalle strette, in pieno inverno.
Profuma di boutique Prada, quella femminile, non ci siete mai stati? annusate il profumo e sarete catapultati direttamente all'ingresso del negozio, colorini non definiti e aciduli per l'arredamento, sugli scaffali, borse blu in nylon.
Il vetiver lo rende abbastanza verdino/aspro, secondo me, il massimo è quello di spruzzarlo sui maglioni pelossissimi, perchè prendono vita, ringiovaniscono, lo stesso effetto lo provoca Bois D'Argent Cologne by Dior.
Buona la persistenza.



#5 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 26 March 2009 - 03:10 PM

Amber Pour Homme

2006. Daniela Andrier

 

Recensione/impressioni di Cristian

Io credevo fosse un profumo semplice, composto da poche cose, invece ho letto una marea di ingredienti, per me è abbastanza complicato individuarli tutti o anche buona parte, la questione è questa, o sono ben amalgamati o c'è poco di tutto.
Potevano anche evitare di mettermi, nel nome del profumo, "Amber", io proprio non ne vedo traccia
sarà che sono abituato a sentirla bene, quando me la trovo già nel nome.
Potevano anche evitare di segnalarmi che fosse un profumo "pour Homme", io lo trovo abbastanza bisex, anzi, meglio ancora, senza sesso, e se proprio ne vogliamo dare uno, tende al femminile.
Abbastanza pulito, talcheggiante, sento abbastanza bene la mirra di PRADA, quella della linea esclusivi.
Un profumo senza stagione e senza vento, è un periodo di transizione, ne' caldo ne' freddo, se devessi dargli un punteggio, io gli darei il massimo, in questi profumo io valuto, la frangranza, l'immagine, il packaging, quanto centra il profumo con il resto, e qui sono molto bravi, hanno fatto centro.
Verdolino come la moquette delle boutiques fino a qualche anno fa, acidulino come alcune stampe, minimale e volutamente semplice.
Anche in questo caso è come se il profumo passi del ricostituente agli abiti PRADA, è come se li pulisse e rinfrescasse.



#6 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 30 March 2009 - 01:10 PM

Infusion de Fleur d’Oranger

2009. Nuova edizione 2015

Recensione/impressioni di ADJIUMI

Ha la stessa compostezza degli esclusivi, qui ci vedo e sento la parentela con fleur d'oranger della linea esclusiva, il fatto che sia un parente, dalle descrizioni, pure molto vicino, di Infusion d'Iris, mi è un po' più difficile crederlo, parente si, ma lontano....forse sono simile le "procedure" per ottenere il profumo? A ecco....sarà così.
Ammetto che ho dovuto metterlo sulla carta, ho dovuto "bloccarlo" in questo modo, come quando fai il segno dell' "ALT" con la mano, per fermare una persona, la mia pelle se lo mangia e non riesco a raggiungerlo, per tempo, con il naso, mi farà bene?
La presenza, da subito, di un delicato gelsomino, accompagna, inevitabilmente, il fiore d'arancio verso l'infinito, come una striscia lasciata da un aereo, che, con il passare dei minuti, da dritta e definita, diventa più larga e sfumata, leggermente ondulata, prima di sparire.
Profumo fresco, a tratti leggermente asprigno, ma un asprigno arancio (mandarino) non l'asprigno giallo, a tratti dolcino, un dolcino smorzato dal neroli.
Sembra strano ma, nonostante questo profumo filtri dentro la mia pelle, me lo sento più presente e più a lungo, dell'Infusion D'iris, sempre di PRADA.
Lo trovo un profumo di classe, elegante, un profumo per tutti, senza classificazione uomo/donna.
Un profumo che usa materie prime buone, al mio naso, un profumo semplice, che completa certi look.



#7 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 29 September 2009 - 07:57 AM

L'Eau Ambrée

2009. Discontinuato

Recensione/impressioni di ADJIUMI

Molto "infusion" per i primi secondi, quindi è facile chiedersi...ma cosa ha di diverso da altri PRADA?
Poi arrivano le differenze, anzi, più passa il tempo più cambia, credo che con alcune pelli si possano avere
sorprese ancora più belle.
Per essere apprezzato deve essere sentito con il naso completamente pulito da qualsiasi altra sniffata, dubito che in una profumeria si possa apprezzare, il caldo, i faretti e gli altri profumi nell'aria....
Mi sarebbe piaciuta una distribuzione diversa, magari in qualche negozio di abbigliamento.
Lo trovo molto elegante e raffinato, ordinato...da capelli raccolti.
Ha un colore mandarino e pure nel profumo si sente del mandarino aromatizzato.
E' sicuramente "eau", quindi ha un volume basso, è fresco e pulito, ma il pulito che intendo io....
Sicuramente NON è solo da donna, avrei evitato la classificazione.
Sicuramente non inticato per chi ama profumi intensi e da scia, anche se l'effetto "infusion" dell'inizio è abbastanza incisivo, ma non è sufficiente per quello che cercano quanto ho scritto all'inizio della frase....
Sicuramente non adatto a chi si aspetta un'ambra, infatti il profumo non è all'ambra ma è ambrato.
Lo trovo in linea con il mondo PRADA, profumo di lana soffice come lo avverto in Bois D'Argent Cologne by Dior....
proprio questa credo sia la firma della signora Andrier, perchè è il punto di incontro di quasi tutti i suoi profumi per PRADA.
L'ambrato vola, c'è ma è per i fatti suoi, si posa sul fondo solo dopo, quando il fresco e il pulito si sentono meno.



#8 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,388 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 27 January 2019 - 06:47 PM

Day for Night

2015. Daniela Andrier

 

Recensione/impressioni di Lara C.

 

Le note dicono ambra e cuoio; su di me l'effetto istantaneo è polveroso: cipria, talco, tutto quello che aleggia intorno a un tavolo da toeletta. La prima associazione di idee è con Gozzano e la sua Carlotta (mi dispiace, a riconoscere i profumi sono una frana, funziono solo con associazioni di idee).
Poi la pelle si scalda, e lui, che all'inizio era piccolo piccolo, acquista intensità e in qualche modo si ripulisce. Esce un po' di radice di iris e "visivamente" la polvere si deposita. Scompare Carlotta e compare una immagine molto più "Prada". Una stanza luminosa con la boiserie scura, una tenda che svolazza (strano, Prada è intrinsecamente Milano e a Milano il vento non ce l'abbiamo mai...)
Nota finale: persistenza. L'ho messo stamani alle 7.00. Ci ho fatto yoga (stupendo sottofondo olfattivo). Ho fatto la doccia. Sono le 20. E lui è ancora qui.



#9 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,388 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 15 June 2019 - 10:26 AM

Candy Prada 

 

Recensione/impressioni di Silvia R.

 

...Lo trovo semplicemente divino...fresco pulito delicato tenero romantico estremamente bon ton e femminile...non ha una proiezione immensa resta delicato per tutto il tempo ma lascia la pelle profumata di buono e irresistibile...Davvero quando lo indossavo non riuscivo a non annusarmi continuamente per me una droga



#10 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,388 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 15 June 2019 - 10:27 AM

Candy Gloss

 

Recensione/impressioni di Silvia R.

 

All'inizio ha una apertura particolare a me ricorda una nota verde che non riesco a spiegarmi... a me non ricorda i rossetti assolutamente ma una versione lievemente più dolce e meno talcata di Candy



#11 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,388 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 15 June 2019 - 10:28 AM

Candy Florale

 

Recensione/impressioni di Silvia R.

 

Il più pulito e fresco dei tre...Davvero delizioso lo trovo sublime ma aimè sulla mia pelle dopo pochi minuti lo percepisco appena...il ph in queste cose gioca un ruolo fondamentale






0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users