Jump to content


Photo

HERMES


  • This topic is locked This topic is locked
28 replies to this topic

#21 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 16 January 2019 - 03:40 PM

Equipage Geranium

2015. Jean-Claude Ellena.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Questo per me è una di quelle fragranze difficile da riassumere, e sono la persona meno indicata per scriverne a riguardo, proprio perché la nota di geranio non la capisco (anche i gerani, a parte il colore, che da lontano, è gradevole), faccio persino fatica a riconoscerlo, ci riesco bene quando sa di anti zanzare ma talvolta assume sfumature fra il verde e la carota ed in questo caso non lo becco mai. Ci dovrebbe essere della rosa, che Fr. non riporta, ma non la sento, anche la menta quasi per nulla, sandalo pochissimo, poi c’è il geranio, cioè, vi confesso che vado per esclusione, tolte le note che conosco e sento poco o niente, quello che resta deve esser geranio, non sa di anti zanzare qui, questo posso dirlo, ma quanto a descriverne il profumo sorvolo mi limito a dire che per me è un mix di sedano, carota, un po’ verde, un poco poco fiorito, io lo sento come mix, ecco perché non riesco mai a riconoscerlo. Non riesco a produrre niente di più positivo di così (mi sono sforzata, a dire il vero), ma come detto è un limite mio con questa nota che probabilmente il profumo riproduce doverosamente senza modificarla.



#22 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 16 January 2019 - 03:41 PM

Eau de Gentiane Blanche

2009. Jean-Claude Ellena.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

È la prima volta che provo un profumo alla genziana, ma non me l’aspetto diversa da quella che ben conosco (in montagna grappa e distillato di genziana hanno un loro perché), infatti è radiciosa, non floreale, simile al vetiver ma meno ozonata, proprio più radice verde. Non sento l’iris, ho controllato solo Fragrantica quindi non so se sia giusto, ma ipotizzo sia più rizoma che Iris. Non ha note metalliche nè polverose. È più leggera e close skin delle altre Eau di Hermès provate. Sento anche una leggera nota pepata, al solito non sento nessun muschio. Personalmente una delle meno interessanti forse perché diventa praticamente un solinota alla genziana su di me, monolitico. A fine dd diventa solo un po’ più verde, perdendo un po’ di sfumatura amara ma non percepisco altro.



#23 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 16 January 2019 - 03:45 PM

Bel Ami

1986 Jean-Louis Sieuzac.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Agrumi subito evidenti, ma si appianano rapidamente. Ho sentito il cardamomo ma non proprio la salvia, lo styrax ed il combo vetiver + oakmoss che lo caratterizza un po’ al maschile ma non in maniera esasperata. Legno di cedro ben discernibile, garofano e basilico e la nota di pelle, questa in particolare è proprio bella, leggera nel senso non invasiva, e riporta alla pelle, non al cuoio, molto elegante. È sicuramente un po’ spinto sull’oakmoss, rispetto ai profumi attuali, ha una maggiore connotazione maschile, ma come dicevo, non eccessiva.
Non sento nè gelsomino nè cocco nè vaniglia, comunque non è una fragranza aspra o amarognola ma nemmeno molto morbido. Il patch è lontanissimo, un accenno. Si capisce come questo profumo sia un cult. Lo trovo più da mezza stagione, più che altro per la nota di pelle che troverei più difficile da portare con il caldo.
Non è un profumo estremamente particolare, ma d’altronde credo sia un classico anche per questo, molto versatile, ben bilanciato.
Se ci siano stati molti cambiamenti dalla versione antica a quella di oggi, lo ignoro.



#24 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 16 January 2019 - 03:45 PM

Eau de Néroli Doré

2016 Jean-Claude Ellena.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Bitter orange, neroli, zafferano. La naturalezza delle note di queste Eau mi stupisce sempre. L’arancio amaro sa veramente di arancio amaro, e risalta subito. Anche qui abbiamo un’intensità di tutto rispetto per essere una EDC. Ha nuance amarognole ma non eccessive, la fragranza in globale non è incentrata su toni amari. Il neroli viene dunque alla ribalta, fondendosi e compenetrando l’arancio, resta comunque sempre fresco e leggermente amarognolo. Su di me il neroli sviluppa, come spesso succede, un leggerissimo indolico, che quando è appena accennato è un plus, lo zafferano l’ho sentito solo a dd avanzato, ma rimane al terzo posto in ordine di comparizione e intensità, equilibrando al meglio il tutto, ove prima rimaneva spostato su toni agrumati, lo zafferano arrotonda, ammorbidisce, smussa l’amarognolo residuo e scalda anche, leggermente il tutto. La nota indolica però su di me a fine dd prende un po’ il sopravvento e ingloba lo zafferano quasi del tutto. Molto gradevole ma da provare prima su pelle più di altre Eau di Hermès.



#25 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 16 January 2019 - 03:46 PM

Eau de Mandarine Ambrée

Anno: 2013. EDC

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

2013. Mandarino, Frutto della passione, Ambra. Agrumato, ma si sente che non è bergamotto o limone, non risulta per nulla dolce, quanto uno potrebbe pensare, associando l’idea del mandarino, anzi anche più aspro. Molto aromatico, è un mandarino quasi acerbo, in sostanza, si sente bene la scorza, comunque la fragranza nella sua interezza, non risulta aspra. L’ambra apporta calore, nonostante sia agrumata, è una delle acque meno fresche far quelle provate. Un’acqua da sera, mi viene da definirla, il frutto della passione è centrale come nota, anzi direi che forse la fragranza ruota più attorno ad esso che al mandarino. Anch’esso ovviamente apporta note “citriche”, asprigne, ma se ne percepisce anche la parte fruttata. Il tutto non ha spiccata connotazione ambrata, non si sente l’ambra di per sè ma si percepisce come fragranza calda, solare, è il tocco di eleganza che la rende diversa dalle altre, originale e raffinata, appare più complessa dell’insieme delle sue note. Consigliata da provare.



#26 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 12 May 2019 - 10:28 AM

Jour D'Hermes

2013. Jean-Claude Ellena

 

Impressioni/Recensione di Silvia R.

 

Questo profumo è stato in assoluto uno dei regali più belli che abbia mai ricevuto per il mio compleanno anche perché me lo ha regalato una persona che conosce molto bene i miei gusti e infatti non poteva esserci regalo più apprezzato...il bellissimo jour di Hermes....esprime una femminilità raffinata...decisa...romantica ma con grinta...sicuramente non un profumo morbido come seta ma esattamente il contrario...grintoso sfacciato sofisticato elegante esattamente come un filo di perle che emerge birichino dalla scollatura del vestito di una donna.... un bouquet di fiori irriverente...una Gioia eclatante...prima emergono gli agrumi brillanti e audaci...poi la gardenia si rivela in tutto il suo splendore... in un mazzo di fiori bianchi sbocciati che invitano a vivere la vita con audacia...poi un tripudio di rosa, tuberosa e gelsomino sapientemente miscelato in un mix esplosivo...che si assesta su di un fondo delicato di muschio e legni.....
Il creatore con questa essenza ha voluto esprimere con i fiori, e solo con i fiori, l'essenza della femminilità.... Jean-Claude Ellena ha ricreato la femminilità in un profumo... la fragranza vuole essere un inno alla nascita e alla rinascita della donna, Jour d'Hermès vuole celebrare la bellezza della femminilità, preservandone il mistero. ... un profumo luminoso sensuale...di classe....Elllena ha lavorato circa tre anni per ricreare quella che lui definisce “la quintessenza dell’indole femminile”.... escludendo sia le note cipriate che quelle legnose, considerate da lui maschili e poco idonee a rispecchiare la donna... Ellena ritiene che nulla possa definirla meglio delle note floreali, simbolo di femminilità assoluta....
Appena spruzzato, colpisce questo gioco intenso di agrumi e fiori. Questo mix inaspettato che è un vortice di sensualità inebriante . E’ un profumo avvolgente, adatto a nasi sofisticati che amano distinguersi e rispecchiarsi in creazioni originali..certamente divertente giocoso originale...molto differente dalle note gourmand che dominano il mercato di oggi...a me piace davvero tantissimo...ed è perfetto per la stagione calda...con la sua freschezza e la sua meravigliosa aura luminosa ...da regalare e da regalarsi sicuramente



#27 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 04 June 2019 - 12:46 PM

24 Faubourg

1995. Maurice Roucel. EDP.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Fondo di un vintage splash materno, lo sto usando e non mi dispiace, anche se ora è già troppo invernale per i miei parametri. È un fiorito leggermente ambrato, non troppo, è luminoso, il fiorito non è mansuetissimo ma nemmeno particolarmente imponente, sento bene l’ylang, gelsomino forse giacinto, nel bouquet ci sono anche fiori d’arancio e gardenia, persino fiori di sambuco, ma non si riesce certo a distinguere tutto. Sentori fruttati: forse appena una leggera arancia inizialmente ma a parte un leggero tono dolce niente altro. Castoreum o Zibetto, non so chi dei due ma almeno uno c’è . Sulla base sento l’ambra ed un po’ di sandalo, non il patch, meglio così perché sarebbe stato più pesante, al mio naso. Invernalone, floreale ambrato, leggermente sporco, non eccede in pungenza , cosa che per me è sempre un problema se lo sento troppo spike, il fiore d’arancio si fa più prominente dopo il dd, ed i sentori ambrati tendono ad intensificarsi. Dovrei confrontarlo con la versione attuale per veder bene le differenze, magari prima di finirlo.



#28 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 08 July 2019 - 10:20 AM

Hermessence Epice Marine

2013, Jean-Claude Ellena.

 

Impressioni/Recensione di Marco C.

 

Ma quanto mi piace in questi giorni. È delicato ma parla chiaro. Personalmente, penso che, in generale, il cumino vada dosato con grande attenzione quando associato ad agrumi e vetiver, cioè materie prime popolari in tanti profumi a prevalenza maschile, pena il rischio di ottenere una specie di DENIM, quello per l'uomo che non chiede mai, annusato a fine giornata, prima della doccia, su un torace (o un décolleté, perchè no?). A ripensarci potrebbe essere un effetto voluto, c'è chi lo chiama "odore del sesso", ma non è questo il caso. Épice Marine è calibrato al quarto decimale, forse al quinto, nella pesatura delle materie, d'altronde parliamo di alta profumeria francese e per di più firmata Ellena. Marino non ozonato, porta con sè il brio frizzante degli agrumi, la sapidità del sesamo tostato, spruzzi di mare e spezie fredde (guizzo di cardamomo), la frescura del vetiver mai preponderante, e poi il cumino, che abbassa i toni ed "epidermizza" tutta l'opera regalandole quel velo di umana carnalità, che a me piace perché mi fa sorridere birichino sotto i baffi (appunto).



#29 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,343 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 08 July 2019 - 10:42 AM

Eau d’Orange Verte

2009, EDC basata sull’Eau de Cologne di Hermès creata nel 1979 da Francoise Caron. Jean-Claude Ellena.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Fermo restando, ma che ve lo dico a fare, che se fosse almeno EDT sarebbe strepitoso, premetto già che è veramente bella questa fragranza, faccio anche notare che la foglia di cassis è una delle pochissime note che mal tollero in profumeria, ma qui è blendata magnificamente oppure ha ragione basenotes che mette blackcurrant bud, che di certo non ha lo stesso sentore; non è un esperidato o una EDC classica, è tridimensionale, l’acidità è piuttosto contenuta, non è aspro nonostante arancio+ mandarancio + limone. L’oakmoss si sente poco, patch pochissimo, la menta invece si sente. Io sento anche del muschio ma forse è una mia impressione ed anche petitgrain/fiori d’arancio (non distinguo mai bene fra i due). Qualcuno dice che inizia con una appuntita parte citrica, davvero strano io di pungente non sento nulla, come dicevo le note agrumate sono ben presenti, ma non acide. Nessuna nota legnosa, su di me risulta una fragranza con più spessore di una semplice acqua aromatica, o comunque anche di quello che si evince leggendo le note, quell’accenno leggerissimo di indolico che quando è così appena accennato è un plus, molto bello. Da farci un pensierino davvero.

 

Concentré d'Orange Verte

2004. Jean Guichard

 

Impressioni/Recensione di Mario T.

 

La freschezza aromatica del basilico si sposa alla perfezione con l'arancia, unione frizzante e tonificante, poggiata su un sottofondo legnoso di cedro, patchouli e con una sfumatura ambrata.
Tonificante, rinfrescante, euforizzante, ogni spruzzo è quasi una festa per le mie narici e per l'umore.
Mi sembra decisamente un classico senza tempo, diversamente da altri profumi che 'annunciano' la loro età.
Probabilmente, se fossi costretto a scegliere, sarebbe l'unico profumo che porterei con me su un'isola deserta...






1 user(s) are reading this topic

0 members, 1 guests, 0 anonymous users