Jump to content


RobbyRouge

Member Since 18 Jul 2016
Offline Last Active Yesterday, 07:01 PM
-----

Topics I've Started

ESSENTIAL PARFUMS

09 October 2019 - 11:20 AM

Divine Vanille

 

 

Recensione/Impressione di Cristina A.  (FB 2019)

 

Sentito il sample la settimana scorsa e subito colpo di fulmine...
Questa novità Essential Parfums, credo presentata a Pitti, è un piccolo gioiellino.
Le note sono salvia, cannella e pepe nero.
Osmanto, incenso e pomarose
Vaniglia del Madagascar, fava Tonka, benzoino del Siam, cedro del Texas, muschio e patchouli.
Avessi letto solo le note, così sulla carta, non mi avrebbe certo convinta. Invece...
Apre molto simile ai vari dolcelisir Farah ecc, poi però rispetto a questi resta più dolce, più pastoso.
Si sentono accenni di tabacco ma è un tabacco delicato.
Sembra di sentire dei frutti come i datteri immersi nel miele e nel liquore!
Sono innamoratissima!
Non una enorme persistenza, circa 3/4 ore, ma è talmente bello che si perdona.


Oggi su FB si parla di......PERSISTENZA!

20 September 2019 - 12:04 PM

Discussione simpatica ed interessante lanciata da Antonio M. ,riportiamo sotto alcuni degli interventi più interessanti,dite anche voi la vostra!!

 

PERSISTENZA

/per·si·stèn·za/

sostantivo femminile

Continuità prolungata e per lo più sentita come motivo di ostilità o di ostinazione:

Buongiorno e buon weekend carissime/i .
Bene , adesso che ho attirato la Vostra attenzione,😁 veniamo all"argomento odierno partendo da questa definizione di Google.
Dato che su questo gruppo non passa un profumo e dico, uno, senza che la prima domanda sia sempre la stessa: " Ma la persistenza "?
Vi chiedo, qual é il Vostro concetto di "persistenza " di un profumo?
Un abbraccio e un felice weekend a tutti voi. 

 

.

 


MAISON MARTIN MARGIELA

13 September 2019 - 12:13 PM

Beach Walk

 

 

Impressioni/Recensione di Federica C. (FB)(2019)

 

È un profumo che dà quel che promette, ovvero l'effetto spiaggia, onde, sabbia e crema solare. Molto evocativo e rilassante, sa di pomeriggio assonnato in spiaggia  le note prevalenti su di me sono sicuramente ylang ylang e cocco, ma la combinazione di materie prime crea un effetto "marino" e salato senza che siano effettivamente presenti note marine o salate (per mia fortuna aggiungo, e infatti non mi nausea). È carino, non particolarmente sperimentale ma se si è in vena di nostalgia delle vacanze ci sta tutto  come impressione è vicino a Intense Tiarè, nel senso che entrambi evocano un'atmosfera estiva e marina con tanto di crema solare, anche se le note sono molto diverse e questo è decisamente più discreto. Non so se definirlo portabile o meno, mi sembra che lo sia però personalmente non credo che avrei voglia di profumare di spiaggia tutto il giorno, non saprei proprio a qualche contesto abbinarlo ‍♀️ in compenso però mi ha resa ancora più nostalgica e desiderosa di tornare al mare, ma non si può ☹️ in foto il tragico contrasto tra le spiagge assolate in boccetta e i tristi paper accademici ☹️


Antonio Gardoni - Quiz profumato DOULEUR

12 September 2019 - 01:28 PM

Nel mese di luglio Antonio Gardoni ,a seguito di un simpatico quiz da lui lanciato su FB, ha gentilmente inviato ai partecipanti un sample della nuova fragranza Bogue in uscita a settembre,di seguito riportiamo le prime impressioni di chi ha avuto la possibilità di annusarlo in anteprima :

 

  • Impressioni/recensione di Lorenzo B.:

Grazie alla gentilezza di A.G. sento anche io Douleur.

Lo annuso e mi sento in un territorio amico, il modo di lavorare è quello dei nasi che piacciono a me. Intenso e appassionato, per nulla "minimale", brodo di coltura di mille passioni brucianti, crocevia del sudest e bordello, Blade Runner e dessert postatomico su un lontano pianeta brulicante.
Cetriolo e menta, rosa e polvere di cacao: un marchio verderosato su pelle cresciuta in laboratorio, goccia di sangue androide che scivola giù.

 

  • Impressioni/recensione di Markus S. :

Quando di solito devo descrivere un profumo a qualcuno, non riesco ad essere super tecnico ma tendo essenzialmente a descriverlo attraverso situazioni immaginarie, dove la mente mi porta.

Appena vaporizzato mi sono immaginato in un roseto, pieno di rose rosse, spinone, scure.
Tanto belle ma tanto pericolose.
Sopra di me piccole nuvole che ricordano lo zucchero filato.
E mentre mi perdo in questo giardino incantato, gusto della frutta fresca ,dolce.
Questo profumo è in se dicotomico.
Costituito da parti tanto agli estremi quanto complementari .
Luce e ombra
Dolce e amaro.
Appena lo si sente vieni fuori l’anima più “leggera”, dolce e spensierata, che comunque accompagna tutto il viaggio olfattivo.
Poco dopo ecco che si scende nel profondo, immersi in tante rose scure.
Non c’è amore senza odio
Non c’è piacere senza Dolore.

 

  • Impressioni/recensione di Elena P. : 

Un'esplosione di fiori, (la rosa regina su tutti) e di frutta.... e la firma inconfondibile di Antonio work in progress, spruzzato su pelle nel pomeriggio, continua ad evolvere 

 

  • Impressioni/recensione di Cristian C. :
Questo profumo è ambientato all’ombra della Tour Montparnasse a Parigi...racconta amori domestici, ma anche erotici e romantici. Rapporti surrogati fatti di legami desiderati e troppo spesso idealizzati. C’è una rosa inerte nel cuore ma è così bella che pare respiri ancora. Avete presente le labbra delle bambole? Con quel rosso anguria che le fa sembrare umide? Ecco.. ho la stessa immagine sotto gli occhi! All’ombra della Tour Montparnasse apre xdolls un bordello speciale, non ci sono donne in carne e ossa ma bambole, la loro pelle profuma di douleur! Una pelle che ricorda l’odore della frutta polposa al limite della maturazione, quando diventa molle e da li a poco la butteresti. Una pelle dolce e zuccherina ma che può svelarsi anche leggermente salmastra più si scende con il naso nelle parti basse. Questo profumo è il manifesto di un amore ideale. Bello!
 
  • Impressioni/recensione di Marco C. : 
Appena arrivato il pacchetto di Bogue, sempre molto elegante nella sua semplicità, ho strappato tutto per poterlo provare il prima possibile. Posseggo un Aeon 001 quindi conosco l'idea di profumo di Gardoni, so cosa aspettarmi ed è meglio così. L'idea del profumiere, secondo me, è legata più all'emozione che può darti un'odore quando ti racconta qualcosa, non un profumo accessorio nel senso classico, e la cosa è molto diversa. Quando usi un Gardoni non indossi un profumo, ti spruzzi un messaggio che, certo, dipende anche dalla nostra sensibilità, una o più storie che lui ha voluto raccontarti e che tu puoi indossare quando ti servono, quando vuoi mandare quei messaggi al mondo o, al limite, quando vuoi che quel messaggio ti ritorni alla mente ogni volta che muovendoti incontri il profumo. In questo Douleur ho letto subito una storia di contrasti, un amore fatto di respingimenti e mancanza, come due amanti che non riescono a stare insieme ma nemmeno lontani, una di quelle storie dove ci si lascia mille volte e mille volte si torna insieme. Non conosco le note nello specifico, sbaglierò ma ci sento tre protagonisti principali, una rosa sontuosa che mi racconta la passionalità dell'amore, un accompagnamento gourmand importante di frutti di bosco? fragoline? ciliegie? qualcosa di rosso che potrebbe sembrare dolce e invitante ma a tratti si trasforma quasi in sangue, come a simboleggiare la sofferenza dell'abbandono e della lontananza, ma come può l'amore trasformarsi in sangue? Cosa può catalizzare questa reazione? La terza nota che avverto, non una nota specifica, più un'idea. Il ferro, il metallo, una carpenteria dove prendere l'amore e batterlo tra incudine e martello. Per onestà non sono le mie note, non le indosserei ma, come sempre quando sono davanti ad un Gardoni, ne apprezzo infinitamente l'artigianalità, il lavoro manuale che utilizza note profumate per dare emozioni e non posso dire che non ci siano emozioni in Douleur, c'è un'intera storia d'amore, da quando parte a quando, secondo me, si chiude tragicamente. Il drydown infatti è calmo, dolce, la quiete ci comunica che le litigate furibonde sono finite, gli amanti hanno smesso di picchiarsi e di fare l'amore, sta a ognuno di noi decidere il motivo di tanta quiete.

ORLOV Paris

05 September 2019 - 10:40 AM

De Young Red

Anno 2018

 

Recensioni/Impressioni di Cristina V. (FB)(2019)

 

Un profumo sicuramente poco conosciuto ma che qualità/prezzo merita.

Un profumo che può piacere a chi ama i fruttati come me, ma anche a chi ama gli speziati floreali. In apertura agrumi e pepe invadono il naso... si scalda quasi subito lasciando spazio a frutti rossi rinfrescati da rosa e gelsomino e riscaldati al tempo stesso da Ambra e sandalo... bello, particolare, persistente e presente. Per chi ama i rossettosi consiglio di sentire red shield.
Note di testa: Pepe rosa, pepe nero, mandarino e bergamotto
Note di cuore: rosa, gelsomino e lampone
Note di base: Ambra, muschio,sandalo, akigalawood