Jump to content


Photo

ABATON


  • This topic is locked This topic is locked
2 replies to this topic

#1 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,388 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 19 March 2019 - 08:44 AM

Fior di Chinotto

Anno: 2018.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Sinceramente non ho idea dell’odore dei fiori di chinotto, debbo dire che questa fragranza è accattivante e ben fatta. Fiori d’arancio immediati e molto luminosi, probabilmente rinforzati da quelli di chinotto, che appunto non so distinguere, sento anche la tube, mentre la rosa è molto dietro, arriva il miele, molto aromatico ma non particolarmente dolce, non sento minimamente oakmoss e pochissimo legno. È carino, me lo aspettavo più sempliciotto invece è abbastanza sfaccettato. Nel dd avanzato si perde un po’ di pezzi per la strada, rimanendo comunque una buona fragranza ai fiori d’arancio con una leggera sfumatura di tube. Nelle info sul sito cita nella descrizione anche il patch ma proprio non c’è secondo me (è anche fra le note elencate nel cartoncino del sample, quindi forse non è un refuso). Fa 2h su di me.

 



#2 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,388 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 23 April 2019 - 03:52 PM

Chinotto Dark

Anno: 2018.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Anche questa fragranza è, da subito, più fine è calibrata di quel che il poco conosciuto nome possa far presagire. Sa certamente di chinotto, ha sfumature leggermente maschili ma solo per assenza di toni morbidi non per accordi o note caratterizzanti. L’assenzio è identificabile, ben presente, tengo a precisare che non sa di anice, ma proprio più simile all’assenzio, note balsamiche verdi, quasi pinose che diventano più importanti al dd avanzato ove tende leggermente verso sfumature da bagnoschiuma maschile fresco estivo. Note liquorose non in primo piano, l’incenso crea un sentore di pulito in questo caso, che assieme al ginepro e assenzio finisce per inglobare la parte liquorosa. Come dicevo a dd avanzato diminuisce repentinamente di complessità, il chinotto resta però ben avvertibile, assume più sentori freschi di pulito, dopo doccia, piacevoli. Su di me fa un 3h



#3 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,388 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 05 August 2019 - 08:21 AM

Chinotto Gourmand

Anno: 2018.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Originale, debbo dire, inizialmente è dolce, un gourmand a tutti gli effetti. Le note luminose del chinotto, bilanciano molto bene la dolcezza, vaniglia e caramello, ma quello che si sente è, più che altro, una nota baked e qui il mio mondo candeloso che si sofferma sulla nuance più o meno realistica di una determinata torta, mi aiuta molto. Non so se esistono recensioni professionali dei profumi gourmand, non so a che canoni si rifanno ma, a mio avviso, dovrebbero analizzare il realismo di determinate note: siamo più sulla torta Margherita o su un plum cake ? No perché c’è una bella differenza! Ecco, quindi, la nota baked che rappresenta la cottura, ma non si tratta di un dolce burroso quanto un plumcake ed il chinotto ha una aromaticità ben diversa dal limone, siamo quindi più su una torta paradiso agrumata; in stadio avanzato questa nota di cottura diventa meno presente. C’è una nota di fda, d’altronde si usa nelle torte e non stona in un gourmand. Il dolce si smorza progressivamente dopo il dd, tanto che potrebbe benissimo essere un indosso maschile perché le note zuccherine sono molto ben bilanciate. È un gourmand estivo, in genere i gourmand li sento piuttosto invernali in generale, questo no, mantenendo un buon tono agrumato. In stadio avanzato un chinotto solo leggermente dolce e legnoso, non mi sarei nemmeno sorpresa se ci fosse stato del patch fra le note. Proprio carino, piaciuto.






0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users