Jump to content


Laura C.

Member Since 09 Jan 2018
Offline Last Active Today, 07:07 PM
-----

Topics I've Started

ANIMA MUNDI

20 February 2019 - 03:12 PM

Isvara

 

Recensioni/Impressioni di Marco F

 

È un profumo inebriante dove lo zafferano e la noce moscata aprono con potenza avvolgendo subito il naso e proiettano direttamente tra le strade dell'India.
Si fa spazio un sentore caldo di cashmere che a me ricorda tanto i maglioni di lana quelli morbidissimi dove sprofondare il viso.
Evolve in resina di cipresso e li inizia il vero viaggio.
Dove ognuno di noi può sognare ...
Persistenza ottima...


HELAN

20 February 2019 - 02:56 PM

Vaniglia Verveine

 

Impressioni/Recensione di Simona L.

 

Mi ero scordata di questo profumo: una vaniglia con testa agrumata, grazie al limone di Sicilia, che evolve con un cuore di verbena ed eliotropo, che qui si sente perfettamente. Inizialmente torta al limone, ma con un’evoluzione che vira verso una vaniglia più fresca e non gourmand. Non stanca e non è mai dolce e stucchevole. Devo ammettere che a mio naso risulta un buon profumo, senza pretese, non paragonabile alla mia amata Vanille di Mona, ma per la spesa direi potrebbe essere un acquisto interessante per gli amanti della nota.


APRIL AROMATICS

20 February 2019 - 08:39 AM

Pink Wood

2017. Tanja Bochnig

 

Recensioni/Impressioni di Laura C.

 

È il primo che provo di questo marchio, molto intenso, ne sono bastate poche gocce. Il geranio è evidentissimo ma è mitigato dalla rosa, è sempre buffo, quando succede che annusi il polso e senti nettamente una nota, poi quando respiri nuovamente senti che si è tramutata, in questo caso in rosa; il labdano fa da trait d’union fra il sentore floreale e l’oud, sandalo e note legnose profonde (quercia, si sente comunque chemon è classico cedro), non è comunque nonostante il legno e nonostante l’oud, un profumo scuro. Evolvendo il geranio non lo sento più così evidente, la resinosità dell’oud diventa più presente, il labdano più che altro sfuma, come dicevo, la transizione fra le note, ma non risulta evidente. Rosa e oud sono, all dd, protagonisti, mentre il geranio si sposta molto sul retro e quasi sparisce. Non ci sono altre note verdi o citriche.
Una rosa molto rossa e regale, per nulla pungente ma nemmeno vellutata o saponosa. Unisex, invernale, un profumo con pochi compromessi, ha confini e linee mette, marcate, decise; non è una sciarpa fluttuante ma più una cappa, mantiene una certa rigidità, che rientra nell’immagine di un profumo regale. Buon sillage.
Incredibilmente si trasforma quasi a fine vita in una rosa falcata, tanto che ho faticato a riconoscerlo, chiedendomi ma in questo polso cos’ho messo, pure ? Perché proprio evolve ulteriormente in un profumo molto bello, una rosa soft e talcata, ed il legno scompare.


ARTEOLFATTO

18 February 2019 - 11:19 AM

Brise Marine

Anno: 2013.

 

Recensioni/Impressioni di Laura C.

 

Ovviamente è un marino, anzi appartiene al sottogruppo dei marini al mirto, luminoso, di quella luce mattutina, sì, mattino presto, non sole a picco, si sente più la scorza del bergamotto che non la componente citrica, molto aromatico, un mare non eccessivamente salato; non sento vaniglia e nemmeno patch. Subito dietro arrivano i fiori: ciclamino e mimosa, entrambe disceribili e su di me, con analoga intensità, mentre ylang e gelsomino non li identifico bene.
È fresco, la nota di cocco, che richiama la crema solare è più un suggerimento, si sente appena ma fa subito spiaggia.
Mare calmo, ma non troppo, una ambientazione tipo Sardegna, visto il mirto, ossia ove ci sia anche vegetazione abbondante (che sia il patch, che senza sentirsi, suggerisce la presenza di varia vegetazione, oltre al mirto?) spiaggia al mattino presto, fresca, ventilata.
Non ha particolare evoluzione come molti marini, ma dopo il dd si calma un poco il mirto, e vengono fuori i fiori in maniera più evidente.
Molto piacevole, una brezza marina floreale, con fiori gentili.
Molto buona la proiezione/sillage ed anche la tenuta, non ricordo in specifico mi pare sulle 5 ore, se non di più.

 


NARCISO RODRIGUEZ

12 February 2019 - 11:31 AM

Pure Musc

 

Recensione/Impressioni di Roberto

 

Peccato, speravo una variazione sul tema più accentuata.

La signature del “for her” c’è, ma qui il muschio si vuole più luminoso e etherato.
Il fior d’arancio e l’osmanto sono meno presenti, anche se il tocco fiorito fa parte dell’accordo sin dall’inizio.

Un muschio cha sa di lavanderia senza l’effetto “prodotto sintetico”. Polveroso e talcato come i prodotti per neonati.
Forse una versione “for him” sarebbe stata meno cliché.

Nonostante tutto, sarà un piacere indossarlo.