Jump to content


Laura C.

Member Since 09 Jan 2018
Offline Last Active Yesterday, 06:24 PM
-----

Posts I've Made

In Topic: RANCÉ

Yesterday, 02:46 PM

Heroique

2015.

 

Recensione/Impressioni di Marco C.

 

si apre con note vivaci di bergamotto e ribes nero che assicurano luminosità e brio al profumo, seguiti da un'armoniosa miscela di gelsomino e patchouli che riposano su muschio ,vaniglia bourbon e legno teak dal fascino orientale.
Dedicato a Napoleone e chissà se gli sarebbe piaciuto.


In Topic: FRANCESCA DELL'ORO

Yesterday, 02:42 PM

Rubia Sucrée 

 

Impressioni/recensione di Alice Z.

 

Il nome preannuncia carie, in realtà sono carie soft, questa battuta triste per dire che non è così dolce. Apre con agrumi, arancia e mandarino, ma soprattutto un bellissimo sentore di polline. È lì la chiave che me lo fa amare, il polline sulla mia pelle si sente molto. Arrotonda gli agrumi, li rende mielati ma leggeri. Nel drydown una bella mandorla e foglia di fico che su di me si percepiscono ma non sono protagonisti, so che son loro perché ho letto le note. Un gourmand ben fatto, bello per l'estate e la primavera, non è pesante e appiccicoso. Su di me fa persistenza media, sulle 3 ore, poi diventa molto skin. Contenta di averlo


In Topic: PERRIS MONTECARLO

Yesterday, 02:38 PM

Oud Imperial

2012. Versione EDP

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Un oud intenso e leggermente balsamico, enfatizzato dal vetiver, il patch, ben presente: boschivo cespuglioso e quasi mentolato e le altre note aromatiche gli conferiscono un’identità maschile. Il combo labdano + incenso provvede ad una balsamicità resinosa. Un oud che si impone, abbastanza assertivo, al mio naso si associa all’odore di una macchina nuova con rivestimenti in legno e sedili in pelle, sento pochissimo zafferano e per nulla gelsomino. La speziatura si mimetizza con l’aromaticità dei legni, comunque non invasiva. Profumo serio e professionale, trasuda sicurezza, imperatività e nessuna incrinatura, c’è olio di oud naturale dice la descrizione, sottolineo che non sento nulla di animalico in questo oud, molto legnoso/cuoiato con una leggera sfumatura gasolinica che sfuma dopo il dd, d’altrocanto nemmeno definibile come morbido, resta comunque facilmente indossabile se paragonato ad oud animalici o intensamente gasolinici, non è rude, ma nemmeno classificabile come morbido.


In Topic: MARIA CANDIDA GENTILE Maître Parfumeur

Yesterday, 02:37 PM

Rrose Sélavy

 

Recensione/Impressioni di Federica C.

 

Non so perché non riesce a convincermi in nessun modo... La rosa mi piace, l'aspetto mentolato anche mi piace, ma l'insieme mi lascia perplessa oltretutto ultimamente sono in fissa con Rose de Mai e il paragone non mi aiuta; la trovo comunque una rosa importante e avvolgente, da "signora", ma non la definirei di carattere ai livelli del Portrait of a Lady perché mantiene comunque una certa moderazione. Non l'ho trovata molto sbarazzina o fresca, però nemmeno pesante... La vedo come una rosa da mezza stagione, sicuramente è un profumo piacevole, ma proprio non riesco ad apprezzarla


In Topic: FREDERIC MALLE - Editions de Parfums

Yesterday, 11:08 AM

Angeliques Sous La Pluie
2000. Jean-Claude Ellena
 

Recensione/Impressioni di bluebruja

 

Apre con l'angelica, poi Pioggia, pioggia e pioggia. Ottimo. Purtroppo i profumi di JC Ellena peccano in persistenza

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Ginepro immediato e naturale, porta ad una apertura forse più maschile, tirandosi dietro sia il pepe rosa, molto aromatico, si sente proprio la tipologia di pepe rosa, che il coriandolo; il tutto seduto su una base di legno di cedro. Pian piano, appena il primo woosh di spezie si attenua, viene fuori l’angelica, che crea un ammorbidimento ed una smussatura delle note più secche, rendendo, assieme al muschio, veramente unisex la fragranza.
Ha qualcosa di autunnale e malinconico, anche se sinceramente a me non è la pioggia, l’immagine che mi suggerisce, non sento così tanta acquosità, quindi più rugiada mattutina, quando al primo abbassamento delle temperature c’è quella nebbia che si addensa solo sul terreno, perché questo profumo è legato alla terra più che vegetale.
Curioso che alcuni lamentino scarsa persistenza, su di me dove quasi tutto fa poche ore questo fa mediamente 5h, l’intensità è buona, mentre la proiezione invece è soft, ma fa parte della sua delicatezza, io lo sento bene, comunque, non fa parte dei profumi che smetti di sentire dopo poco.
È fresco, erboso e terroso, rugiadoso, trovo bello metterlo quando il sole è a picco, anziché assecondare la sua essenza e sposarlo ad un clima uggioso autunnale. Nell’avanzamento, quando la parte speziata diventa meno pronunciata, si modifica in un sentore più erbaceo bagnato, ma sempre terroso, che trovo poetico e confortante. Per me è un indosso quasi esclusivamente da giorno ma non lavorativo, non è un profumo da battaglia, è per momenti di pace e calma, da meditazione.