Jump to content


Laura C.

Member Since 09 Jan 2018
Offline Last Active Today, 07:07 PM
-----

Posts I've Made

In Topic: MASQUE

Yesterday, 01:12 PM

Russian Tea

2014. Julien Rasquinet.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Il tè è molto intenso e leggermente affumicato già al primo spruzzo, non è un tè simile al lapsang souchoung, perché anche la menta entra subito in gioco, e si sente anche la parte verde dell’elicriso, comunque pur essendo molto presente, il tè non copre le altre note, il lampone è quello che sento di meno, la freschezza proviene dalla parte verde, non sento note esperidate e nemmeno note dolci; anche la magnolia su di me non si evidenzia. È una fragranza dalla forte personalità, labdanum ed incenso arrivano con note balsamiche ed assieme alla betulla si amplificano le note smokey, il pepe si sente, subito dietro l’affumicato, nota di pelle molto leggera. Il tè si appiana una volta che il connubio incenso e resina prende piede, una bella evoluzione, comunque la base di tè scuro e amaro resta, in generale, è una fragranza un po’ più maschile che femminile, per via dell’asperità amarognola, non è certo un profumo morbido. Il dd avanzato resta fumoso e secco. Debbono piacere sia le note affumicate che il tè nero, che ha appunto un odore differente dai vari profumi al tè verde, la menta invece non è in primo piano.


In Topic: BOGUE

20 February 2019 - 10:52 PM

Noun

2018. Esclusivo per Luckyscent

 

Impressioni/Recensione di Roberto

 

Un speziato tridimensionale, dove il verde graffiante ed erbaceo incontra il giallo mielato di succhi di fiori. Il tutto in un orchestra argentato ed etereo grazie ad un incenso polveroso e vellutato.

Arte!


In Topic: MILLER HARRIS

20 February 2019 - 10:46 PM

Rose silence

 

Impressioni/Recensione di Marco L.

 

La settimana è finita...
La stanza è tutta tua.
Un fascio di luce entra attraverso le tende e ti svegli lentamente, respirando l'odore del cuscino bianco e fresco.
Un abbraccio inaspettato: una languida rosa fresca con sentori di sandalo e patchouli, intoccabile eppure nitido, magico ed inebriante.
Un intimo momento emozionante.


In Topic: GRANDIFLORA

20 February 2019 - 10:26 PM

Magnolia Michel

 

Impressioni/Recensione di Marialena

 

Lo sto annusando ora e mi piace. Non so se il nome è un richiamo al naso che creato questa fragranza. Di certo si sente la mano esperta e la maestria. Non e' un fioritone...ha una apertura fresca di bergamotto e un fondo cremoso ma non troppo..con un cuore in cui io avverto soprattutto ylang ylang. Un gran profumo che vedrei bene anche su un uomo

 

Impressioni/Recensione di Claudia

 

"Magnolia Grandiflora Michel" è un omaggio a Saskia per la scomparsa prematura di Sandrine, di Michel Roudnitska, figlio dei mentori di Sandrine: Edmond e Thérèse, sapendo che Saskia aveva lavorato su di una fragranza alla magnolia con Sandrine Videault, allieva di suo padre.
Ispirato dall’albero di magnolia dei suoi genitori nel giardino di Cabris, creò una fragranza personale e non destinata alla produzione. dando una interpretazione completamente differente del fiore bianco che qui è lussureggiante e sensuale con i suoi petali carnosi e cerosi in piena fioritura quasi a percepire la rugiada che bagna il fiore, attraverso il languido gelsomino, rosa e Ylang-Ylang e intrecci di vetiver, patchouli e muschio.

 

Impressioni/Recensione di Giuliano B.

 

Immaginiamo una di quelle giornate molto calde, il cielo plumbeo ma che non minaccia pioggia. Una passeggiata in un quartiere di edifici primo novecento, un po' fatiscenti e molto belli, giardini vagamente incolti che accanto a sterpaglie e rovi custodiscono gioielli di botanica. Ai lati del viale delle magnolie in fioritura avanzata saturano l'aria di un biancore dolciastro screziato di scariche agrumate, freschezza con una sorta di caldo abbraccio ammaliante che non è del tutto innocuo e non lascia indifferenti. Michel, Grandiflora.


In Topic: GRANDIFLORA

20 February 2019 - 10:25 PM

Magnolia Sandrine

 

Impressioni/Recensione di Marialena

 

Per me che non sono una grande amante della magnolia, questa fragranza è molto bella perché la nota fiorita si stempera in un accordo un po agrumato e un po verde. Diventa un profumo fresco e al tempo stesso sensuale. Bel lavoro

 

Impressioni/Recensione di Stefano A.

 

Magnolia Grandiflora, naso Sandrine Videault, la stessa di Manoumalia. Uscito nel 2013, è stata la sua ultima creazione e con la quale ci ha, purtroppo, salutati.
Questo profumo/odore, mi aveva conquistato subito. Agrumato ma non citrico e senza fronzoli. L’esperienza di trovarsi in una foresta verde e lussureggiante. Agrumi, pompelmo, foglie verdi, fondo amaro, linfa.
Pack a mio avviso bellissimo. Semplice, sobrio, elegante.