Jump to content


Photo

Le VOSTRE recensioni!


  • Please log in to reply
189 replies to this topic

#21 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 29 June 2018 - 04:26 PM

Rosamunda - Laboratorio Olfattivo

2012- Marie Duchene. Si tratta di un combo rosa + patch, oud che viene fuori qualche istante dopo, arricchito dallo zafferano. È sicuramente particolare, anche la rosa stessa: non è bagnoschiumosa, nè pungente, è una rosa dark e qui di patch ce n’è in abbondanza ma riesce a non esser molto cupa, pur senza la presenza di note citriche. Ha un fondo leggermente dolce, sicuramente una fragranza invernale, sa di broccati e drappi di velluto. Il patch, come dicevo, è ben presente ma è limitato nelle sue sfumature vintage, non sa di antico o di soffitta, per intenderci, comunque la rosa resta al centro, ammantata da una sciarpa di patch, una primadonna senza dubbio. Sicuramente da sentire per chi ama le rose dark, riesce ad essere qualcosa di diverso dal classico accostamento, ha una resa differente che mi è difficile mettere in parole. Non è una rosa delicata, pur non essendo graffiante, direi majestic, ha un che di regale nel suo incedere, è cristallizzata come se fosse stata spolverata da un velo di zucchero diventato cristallino, non tanto da renderla nettamente dolce ma quel poco che basta ad intrappolarla in una struttura rigida e rilucente.
L’oud prende sempre più campo, coprendo in parte lo zafferano e riducendolo ad una sorta di aureola sulla rosa, poi si dispone in buon ordine a far da piedistallo a questo fiore cristallizzato, accompagnato da una sottilissima nota smokey che ne aumenta il lato dark. Bello.



#22 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 12 July 2018 - 03:54 PM

Lyric Woman - Amouage

2008. Si sente subito che è una fragranza corposa, in particolare la rosa arriva quasi subito con le note di testa (bergamotto, cardamomo, cannella, zenzero), che si evincono praticamente tutte, un bellissimo speziato, sarei già paga se si fermasse qui; la rosa progressivamente si manifesta in tutta la sua regalità, al contorno ci sono elementi che la confinano, limitandone le spigolosità ed esaltandone il cuore vibrante. Le spezie non spariscono del tutto ma restano ad incoronare la regina, le note di base fungono da trono, si evince maggiormente un poco di sandalo e poco patch, un filo di incenso, come per quasi tutti gli Amouage è un’armonia di insieme, una melodia di più strumenti, senza che si distinguino singolarmente tutti.
Se si ama la rosa si capisce come questo sia uno dei must.
Molto raffinato, è comunque un profumo importante e sicuramente invernale. Un profumo comunque senza tempo o comunque che trasporta in un altrove, dove siamo re e regine assoluti del nostro mondo interiore, uno spazio da reclamare e possedere su cui regnare e vigilare perché nulla lo turbi. Un profumo regale ed immaginifico.



#23 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 12 July 2018 - 03:54 PM

Marrakech Intense - Aesop

 

2014. Barbabè Fillion. Come si può arguire dal nome una fragranza speziata calda, saldalosa ma con un sandalo cremoso aggiunto a neroli e gelsomino, fra le note c’è anche la rosa, ma la sento lontanissima, cosa positiva, avrebbe appesantito il tutto. Cardamomo in primo piano e chiodi di garofano a seguire, tutto con sfumature estremamente naturali potrebbe quasi sembrare un mix Masala chai.
Legno di cedro c’è, ma si sente maggiormente il sandalo morbido, bergamotto a schiarire il tutto. Unisex.
Spezie e fiori sono davvero molto ben equilibrati senza eccessi nè in dolcezza nè in asperità secca. Speziato e leggermente gelsominoso. Per me è in wish list.



#24 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 12 July 2018 - 03:55 PM

Fiore di Riso - Farmacia SS Annunziata

 

2011. C’è una parte agrumata aromatica di bergamotto, arancia e mandarino, che associata allo zenzero forma la prima percezione della fragranza. Gelsomino e benzoino sono le note principali, una volta che la parte agrumata si appiana leggermente. Vaniglia che arrotonda senza addolcire. È un profumo caldo, fiorito, diretto, piacevole, immediato e piuttosto semplice, nel dd abbiamo un gelsomino leggero sempre scaldato dal benzoino; non è una fragranza dalla personalità molto spiccata, uno spicchio di sole fiorito anche in pieno inverno. Le note sul sito sono mandarino e pesca che io non sento nemmeno lontanamente, mentre l’arancia si sente bene ed oltre ai fiori bianchi, neroli. Non menziona la tonka, che invece mette Fragrantica ma che io non sento. Non ho capito il perché del nome. Piacevole ma non rimane impresso.



#25 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 12 July 2018 - 03:55 PM

Eau d’Orange Verte - Hermès

 

2009, EDC basata sull’Eau de Cologne di Hermès creata nel 1979 da Francoise Caron. Anche questa è di Jean-Claude Ellena.
Fermo restando, ma che ve lo dico a fare, che se fosse almeno EDT sarebbe strepitoso, premetto già che è veramente bella questa fragranza, faccio anche notare che la foglia di cassis è una delle pochissime note che mal tollero in profumeria, ma qui è blendata magnificamente oppure ha ragione basenotes che mette blackcurrant bud, che di certo non ha lo stesso sentore; non è un esperidato o una EDC classica, è tridimensionale, l’acidità è piuttosto contenuta, non è aspro nonostante arancio+ mandarancio + limone. L’oakmoss si sente poco, patch pochissimo, la menta invece si sente. Io sento anche del muschio ma forse è una mia impressione ed anche petitgrain/fiori d’arancio (non distinguo mai bene fra i due). Qualcuno dice che inizia con una appuntita parte citrica, davvero strano io di pungente non sento nulla, come dicevo le note agrumate sono ben presenti, ma non acide. Nessuna nota legnosa, su di me risulta una fragranza con più spessore di una semplice acqua aromatica, o comunque anche di quello che si evince leggendo le note, quell’accenno leggerissimo di indolico che quando è così appena accennato è un plus, molto bello. Da farci un pensierino davvero.



#26 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 12 July 2018 - 03:55 PM

Black Violet - AlysonOldoini

 

Ci sono volte in cui mentre mi accingo a scrivere le mie impressioni, su alcuni profumi in cui fatico un po’ a trovare molto da raccontare viene fuori un diavoletto dispettoso che mi suggerisce di scrivere “sa di violetta punto”; ma siccome sono meglio del lato peggiore di me stessa mi posso impegnare di più (sa anche di Iris), vabbè, oggi non mi riesce di dare un taglio serio al tutto. Di certo non posso parlar male di questa fragranza che annovera i fiori che preferisco: violetta, Iris, più eliotropio. È comunque molto lineare i fiori si sentono bene, non ci sono eccessi, forse si sente leggermente anche il lampone, ma è unito alla nota bergamottosa citrica, luminosa. Qualche nuance verde sfumata che non vale poi nemmeno menzionare, ci sarebbe il chimonanthus o wintersweet che ignoro proprio che odore abbia (pigrizia, approfondirò), non sento nè rosa nè anice stellato ma nemmeno ce li vedo in questa composizione, un accenno di labdanum sul fondo. Se costasse meno lo prenderei, è una buona fragranza violetta/Iris anche se non ha una personalità spiccata o originalità, è comunque buona, è quello che dice di essere, e stavolta non sento note saponose, lo prenderei se costasse entro i 100€...poco più della metà del prezzo odierno.



#27 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 12 July 2018 - 03:56 PM

Via Verri - Etro

 

Parte come un’acqua aromatica, c’è un inizio agrumato (bergamotto), accanto a cui si evince anche un pepe leggero (pepe bianco stando alle note, ma non è che si distingua il fatto che sia bianco francamente), poco gelsomino, poi ci sono dei fiori misti, indistinguibili (Iris e rosa, nessuno dei due distinguibile, per un tratto ho sentito una rosa leggera, ma non particolarmente morbida o vellutata, quasi leggermente erbacea, poi torna il fiorito misto), non sento il cardamomo, forse un vago cipresso, nel senso che ci sono delle note verdi arboree. Non ci sono su di me, nè note muschiate nè note ambrate di qualche rilevanza. Nel dd il pepe diventa più presente assieme al sandalo infatti verso metà-fine dd diventa una fragranza pepe-sandalo non troppo secca. Non è saponoso ma nemmeno fresh, i fiori sono molto soft, abbastanza close skin ma non evanescente. Temo lo dimenticherò presto, non rimane impresso in alcun modo, non ha nessuna particolarità.



#28 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 12 July 2018 - 03:56 PM

Almond - The Library of Fragrance

 

Oggi scrivo qualcosa su questo che ho finito da poco, l’ho preso per layering vari ed eventuali, trovo che la mandorla si sposi con molti profumi in particolare rosa ed oud. Valido, l’ho finito in fretta ed una o due volte l’ho messo anche da solo perché è abbastanza sfaccettato e non piatto, ovviamente parliamo di quasi un solinota, ma è piuttosto naturale al mio naso con una consistente percentuale di mandorla amara, quindi non è molto dolce e non fa virare sul gourmand, aggiunge solo una leggera nuance dolce/amara. È stata un’ancora di salvezza per alcuni profumi (Black Aoud Intense di Montale, per esempio) perché stempera l’eccessiva rosa al mio naso. È una mandorla tostata, come dicevo con buona parte di mandorla amara, forse un po’ polverosa ma ho notato anche altri della linea hanno questa caratteristica al momento dello spruzzo, ma non poi sulla pelle. Non escludo di riprenderlo in futuro, non pensavo lo avrei indossato mai da solo ma poi l’ho trovato gradevole e qualche volta l’ho usato anche così.



#29 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 12 July 2018 - 03:56 PM

Gattopardo - Antonio Alessandria

 

2017. Bello, complesso, affascinante, la nota di whisky si sente immediatamente, nocciole e tonka, sotto c’è anche il fico che sdrammatizza e rinfresca, la mandorla diventa pian piano forse la nota più evidente inizialmente, l’iris con la sua innata eleganza conferisce signorilità e la nobiltà di casata, si sente il patch, l’unica nota che rimanda al maschile ed il tocco retrò, comunque stemperato dalle cera d’api che beninteso non apporta dolcezza; benzoino bello evidente forse le note legnose sono quelle che compattano il tutto, unendo la base.
Un magistrale equilibrio e per chi ha dei ricordi del libro una piena rappresentazione meglio di un quadro. Al dd su di me, il patch surclassa un po’ le altre note, diventando un patch aromatico, per poi evolversi in un patch ceroso, si rende più evidente anche la nota di cera, mentre su polso maschile è adorabile, più dolce, sento ancora l’iris, anche lì viene poi fuori il patch ma più lentamente. Non sento tabacco. Molto raffinato ed elegante, di classe.
È davvero difficilissimo da descrivere perché gli elementi in gioco sono parecchi. Non lo vedo legato ad una stagione preferenziale



#30 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 15 July 2018 - 03:52 PM

Palo Santo - Carner Barcelona

2015, Shyamala Masondieu. Inizialmente arriva una immediata ventata di rum, e francamente è la nota di rum più naturale che mi sia capitato di sentire fra quel che ho annusato finora. Tonka, subito dietro al rum. Artemisia non si percepisce quasi, non ho sentito distintamente vaniglia ma sicuramente la nota di latte caldo. Un po’ di legno, non sandalo, cedro più che altro, mi pare ci sia anche amyris oltre al guaiaco e vetiver, ma io non sento altro. Sulle prime ero perplessa perché tutti lo descrivono come una colla e a me pareva molto close skin, da una parte è vero che prende più intensità nel dd, ma che è la persistenza più che l’intensità ad esser notevole.
È un gourmand- non gourmand. Al dd si ha un legno aromatico, un po’ barricato, morbido. Le note dolci si fondono con quelle legnose, potrebbe piacere anche a chi non ama i gourmand, il tono dolce su di me è molto stemperato, quasi nullo. È confortevole, rilassante, su di me non ho trovato nessuna nota fumosa, il non essere completamente un gourmand è proprio il suo bello.
Aggiungo come nota, per chi non lo conoscesse, che non c’è palo santo nella composizione.



#31 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 15 July 2018 - 03:52 PM

The Enchanted Forest - The Vagabond Prince

 

2012 - Bertrand Duchaufour. Le note sono davvero molteplici, uno di quei casi in cui non ha senso mettersi ad elencarle o analizzarle singolarmente. Ne ho letto davvero bene nei post passati ed ero molto curiosa, anche perché a leggere le note, quando sono così tante, uno non riesce a dedurre nulla.
C’è del verde, ovviamente, frutta, vino, resine, qualche spezia, qualche fiore, poco legno. La frutta è immediata al mio naso, ribes nero inequivocabile, inizialmente, molto intenso, ma si sente che accanto ad esso c’è un bosco intero che preme di esser scoperto ed a cui si accede solo attraverso questo cespuglio di ribes, schiacciandolo anche un poco nel passaggio. La parte vinosa alcolica l’ho sentita subito, poi va progressivamente a scemare, al dd sento tanta arancia e diventa un poco predominante sfortunatamente su di me, anche sul ribes, quindi note coniferose, no legno, molto verde ma non amaro e a tratti molto altro, sono immagini istantanee e fresche, ruotano, non sento nulla di fermo, chiuso o antico, non percepisco il patch ma il resto, quando si calma la nota fruttata, prende più vita, e la foresta di schiude, oltre all’arancia sento più l’oakmoss, caprifoglio e abete, sempre niente legno, il castoreum lo rilevo solo a fine vita. Un bel profumo senza ombra di dubbio, non si può riassumere nè come profumo fruttato tout court e nemmeno come profumo verde. Fresco, primaverile/estivo, totalmente unisex, ha un che di gioioso che risolleva lo spirito, davvero notevole



#32 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 15 July 2018 - 03:53 PM

Les Amoreux de Peynet - Molinard

2017 - Mathieu Nardin. Il packaging, mi riferisco alla bottiglia, è proprio ben fatta e degna di menzione. Davvero bellina con la raffigurazione sopra, credo che alcuni l’abbiano presa anche solo per l’estetica.
È un’acqua agrumata, con anche verbena e petitgrain, molto piacevole, gli agrumi non eccedono in note aspre e sono molto naturali come resa. Molto classica, ci dovrebbe esser del gelsomino che non avverto, forse l’arrotonda solo un poco, non percepisco lo zenzero nè note legnose o muschiate, nemmeno ambra, non ha note verdi e non sento neanche il vetiver. Sento giusto che le note agrumate sono diversificate fra loro, non una unica, detto questo fatico un po’ a trovare altro da dire, appena si abbassano gli agrumi viene più fuori il petitgrain, anzi è proprio un acqua di petitgrain in sostanza, muschio leggerissimo, quasi nulla, forse in lontananza un filo di noce moscata che fornisce un poco, anzi l’unico spessore.
Molto semplice, per me un filo troppo semplice (ma protrebbe essere che la mia anosmia ne blocchi completamente la parte muschiata), comunque molto gradevole.



#33 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 15 July 2018 - 03:53 PM

L’Eau Magnetic - Miller Harris

2015, Lyn Harris. Parte come una classica acqua aromatica, con un fondo di tonka, ci sono agrumi, petitgrain, pepe rosa e legno di cedro fra le note citate, oltre alla tonka anche tabacco e vaniglia, c’è però sicuramente fra quelle non citate qualcosa che fornisce odore di oceano, ozonato, scogliera sul mare. È una sorta di simil fougere marino (senza lavanda) leggermente connotato al maschile con venti costieri di scogliera, onde che si infrangono, aria ozonata/iodata di mare in tempesta, senza vento freddo però ma mare mosso. Poco legnoso. Si sente della vegetazione in background ma non è una foresta mediterranea, è più balsamica, siamo più a nord, abeti/pini, ma al contempo mi pare di sentire mirto/timo. Si sente il pepe rosa e bene anche il petitgrain, ma non sento nè tabacco, nè vaniglia.
È un po’ troppo maschile-fougère per me, tira un po’ al classico-vintage, insomma vagamente al dopobarba, ma la parte marina-acquatica è interessante.



#34 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 15 July 2018 - 03:54 PM

Magnetic Blend 8 - Initio

2015. Altro nome di profumo con numero che non rimane impresso, abbiamo oakmoss, incenso e olibano. Sento più olibano che incenso, l’oakmoss fornisce quella sua classica sfumatura ozonata-metallica al tutto. Ha l’odore che mi immagino avesse il monolite di 2001 odissea nello spazio, qualcosa di mistico e futuristico allo stesso tempo, ma in acciaio, anzi, l’odore che avrebbe potuto esserci dentro Rama, c’è qualcosa che mi piace, d’altronde sono le mie note, ma al contempo porta una sorta di malinconia, qualcosa di sacro ma privo di vita, ecco che torno a Rama: un mondo artificiale autosufficiente ma senza esseri viventi, resta vivibile ma al contempo impenetrabile e distante. Potrei indubbiamente portarlo quando sono di un analogo umore, credo sia difficile amare questo profumo è certamente possibile indossarlo. È una fragranza a cui credo manchi volutamente qualcosa, a partire dal nome, che le dia vita. È all’antipodo esatto dei profumi descritti come vibranti, pulsanti, pieni di vita, è più facile definirlo per opposti che descriverlo. Metallico, sottilmente balsamico, non smokey, per nulla ecclesiastico seppure un’aria di sacro l’incenso la porta con se sempre, sacro sì, liturgico no. Come il monolite però diventa alla lunga forse un po’ monocorde. Interessante.



#35 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 15 July 2018 - 03:54 PM

Eva Kant - O’ Driù

2013 - Angelo Orazio Pregoni. L’ho provato per primo, dai post passati si capiva come fosse uno dei più particolari della linea.
La lavanda è qui quasi un’erba aromatica, tinge di lavandosità il vapore balsamico della mirra, comunque si sente. Mirra: tanta, assieme alla lavanda, con subito accanto il benzoino, quindi cardamomo, ma più zenzero che pompelmo, molto sandalo; ylang molto lontano, anche la magnolia non la identifico bene. Resinosa e speziata, leggermente dolce come base (caramello e vaniglia ma non pensate ad un gourmand), credo che anche la camomilla contribuisca ad arrotondare se non ad addolcire il tutto. Davvero originale, davvero se stessa, un profumo riconoscibile, firmato praticamente. Sicuramente da riscoprire questa fragranza, in passato molto discussa e nota, adesso meno, forse complice la più scarsa distribuzione. Bella scoperta. Avvolgente e misteriosa, ottima intensità, impossibile passi inosservata. Bisogna amare sia spezie che resine. Per me un profumo da sera, che ne amplifica il lato dark e misterioso, affascinante e oscuro, secondo me rende bene sia d’inverno che d’estate, non sento note che rimandino a cuoio o tabacco e nemmeno note animali, resine in primo piano: mistica mirra e un avvolgente e spiraleggiante benzoino.



#36 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 15 July 2018 - 03:54 PM

Fundamental - Rubini

2015. Altra pietra miliare, un lavoro estremamente interessante, raffinato, forse avrei anche dovuto provarlo su mouillette oltre che sulla pelle direttamente come al solito, ma ci sarà tempo perché sicuramente lo prenderò più avanti. Non sentivo l’uva su di me, almeno sulle prime, poi ho ragionato che non è che la nota d’uva debba per forza esser dolce e fruttata, se è acerba risulta totalmente differente, quindi, forse, dato che una componente un po’ aspra la sento, fusa con il vetiver, potrebbe essere lei; iris senza dubbio, e ancor di più il vetiver, secondariamente la cera d’api (che non è dolce nemmeno lei), su di me in prima battuta comanda il vetiver assieme alle note di pelle, anzi più cuoio che pelle, non recepisco altre note fiorite oltre all’iris, agrumi presenti ma non spinti, sandalo come base, non diventa importante; la lavanda forse è la nota che sulle prime lo fa virare un po’ al maschile, ma non si sente a lungo (come al solito la tollero poco). Su di me resta più amaro che su polso maschile: vetiver/cuoio/Iris e dietro legno e cera. Sul dude la nota di cuoio è più blendata e meno spigolosa. Davvero un ottima fragranza, nel dd un leggero tono smokey compare anche su di me, mi pare quasi di avvertire una leggera sfumatura di tabacco. Al dd evolve ancora, il vetiver si appiana diventando finalmente piacevole anche su di me, cuoiosamente e legnosamente piacevole, non è polveroso ma il cuoio ha una bella nuance affumicata, quasi cenere. Note animali non pervenute durante la durata del profumo, un cuoio presente e vivo ma non note di animale scorrazzante, vengono invece leggermente fuori a fine dd.
Una fragranza assolutamente da provare, sono comunque contenta di aver aspettato perché troppo presto non l’avrei molto capita, non che ora io l’abbia perfettamente inquadrata ma ne posso apprezzare la bellezza al di là degli spigoli. È quasi un quadro di Escher la composizione di questo profumo, la sua evoluzione, le note non si evolvono come e dove ti aspetti e prima senti un qualcosa che poi cambia e poi ti ritrovi nuovamente al punto di partenza, ha nettamente un impatto 3D, per apprezzarlo al meglio io debbo attendere la morte della lavanda, ciononostante è proprio bello.



#37 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 15 July 2018 - 03:54 PM

Corsica Furiosa - Parfum d’Empire

Lentisco in versione green, le foglie di pomodoro si sentono nettamente, erba, fieno, note citriche (bergamotto), oakmoss, menta non proprio evidente. Un verde che ti trasporta altrove, se non Corsica, Sardegna ma volendo anche Sicilia, senti il sole, la vegetazione del sud, l’isola. Non sento il miele ma il pepe sì, labdano presente ma molto nelle retrovie, non sento il mirto che mediamente identifico subito perché mi disturba un po’.
Un verde davvero bello, non è dolce ma assolutamente non amaro, molto realistico, tanto che mi piacerebbe una versione candela, è una fragranza con una personalità riconoscibile, un verde elegante e morbido, potrei metterlo anche per andare a dormire talmente è rilassante (non riesco a farlo con tutti i profumi, anche fra quelli che amo), non lo sento per nulla legnoso ma composto da svariati livelli di verde ed un tocco di resine. Il lentisco non è qui molto discernibile e separabile dal resto. In genere molte fragranze verdi virano sull’aspro o sull’amaro, questa no. Un indosso estivo meraviglioso, secondo me. È già in wish list



#38 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 15 July 2018 - 03:55 PM

Wave Musk - Mancera

2011. Forse il mio Mancera preferito, sentore di mare: check; sale: check; muschio bianco check. Abbiamo anche fiori d’arancio, erba, alghe e driftwood, nota su ribes nero e pompelmo sulla carta ci sono, io non le sento, a parte la leggera e necessaria nota citrica. Come marino è uno dei miei preferiti, intensità di cui non lamentarsi senza essere una bombazza, non ho problemi di persistenza su di me fa 3-4 ore classiche, è fresco, salato, erbosetto, ozonato, marino.
Talvolta con il caldo non desidero nulla di più complesso di così , lo trovo anche piuttosto realistico come marino, sento sia sale che note acquose, si percepiscono proprio le onde. Non saprei dire se è più marino o più verde, su di me è entrambe le cose, ma non so se è un bilanciamento che si mantiene su ogni pelle.
La leggerezza delle note citriche è uno dei motivi per cui mi piace molto, gli sgrumati spesso me stancano in estate. Talvolta comunque sento anche molto bene il fiore d’arancio... ah mi piace proprio.



#39 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 26,870 posts
  • Gender:Male

Posted 16 July 2018 - 02:41 PM

grazie



#40 Laura C.

Laura C.

    AdJ N.P. Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPip
  • 207 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 22 July 2018 - 03:49 PM

Colonia Quercia - Acqua di Parma

2016. Un’acqua con un iniziale, indubbio, accento maschile legato all’oakmoss + tonka + patch, anche se quest’ultimo non si evince chiaramente, note citriche presenti ma non massicce, enfatizzate un po’ dall’oakmoss e c’è anche petitgrain a dare luminosità, ma comunque non è una fragranza aspra, non sento benissimo il cardamomo, credo sia coperto dal gelsomino, ho trovato il geranio leggendolo (non riesco mai a distinguerlo) ma così mi sono spiegata perché stava cominciando ad aver sentori di anti-zanzare. Pepe rosa inavvertibile e patch, come dicevo, non molto distinguibile. Bisogna apprezzare il sentore geranioso per amarla. La tonka è molto smooth, non ha spigoli, quasi vanigliata. Verso il dd le note più maschili si modulano un poco diventa più unisex e meno Vape-style.
Io mi aspettavo una colonia legnosetta mentre qui di legno c’è poco e nulla, di buono ha che pare una edt piuttosto che una EDC, si sente bene come intensità ed ha proprio una buona persistenza. Dopo l’inizio del dd ha una notevole trasformazione in positivo, ritrovo il cardamomo assieme al petitgrain, la tonka diventa se possibile ancora più morbida. È la prima volta che mi trovo di fronte ad una fragranza che nella sua evoluzione passa da “terrificante” a “però buona, potrei prenderla”. Quantomeno singolare.






0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users