Jump to content


Photo

M. MICALLEF


  • This topic is locked This topic is locked
24 replies to this topic

#1 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 16 April 2009 - 11:00 AM

Watch, Time for Love

Anno: 2002

Recensione/Impressioni di CRISTIAN

Il mio amore per i Micallef è ormai risaputo, ho conosciuto questa fragranza gourmandina da poco, devo dire che può andare a braccetto con The exact friction of stars di Pilar and Lucy, per chi lo conoscesse, diciamo che il Time For Love fa la parte dell'uomo della coppia, mentre il Pilard&L. è la donna, quindi, questo Micallef, io non lo considero e definisco esageratamente femminile.........l'essere dolce, è sinonimo di femminile?
Sono proprio bravi ad ottenere questa sfumatura dolce, quasi giocattolosa, sembra l'esperimento ottenuto dalle mani di un bambino, sono curioso di sentire l'aoud gourment.
Persistenza esagerata, ma non fastidiosa, diciamo che ci tiene compagnia per diverse ore.
Un gelsomino alla Bruno Acampora, sull'amarino, però inzuppato nella vaniglia, in una crema di vaniglia, immagina il mix.
Il gelsomino si percepisce molto di più all'inizio.
Si sente anche una leggera ambra che gli aggiunge un sapore di biscottino marrone.



#2 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 16 April 2009 - 03:34 PM

Les 4 Saisons: Black Sea

2005. Discontinuato

Recensione/Impressioni di CRISTIAN

Il lato black del profumo lo sento soprattutto nei primi momenti, una sorta di liquirizia dolce e molle, con del ripieno di zafferano giallo, che gli dona una partenza davvero originale.
Lati verdi? Io non ne sento, piuttosto del legno.
Sono riusciti a ricreare un mare davvero inusiale, senza particolari note acquatiche e iodate, quando ti concentri e ti sembra di aver trovato il punto, cioè l'odore del mare, è proprio il bello che ti scappa, ti arriva una ventata di incenso misto spezie, come quando un'onda ti arriva e ti colpisce in pieno viso, tappi il naso e devi ricominciare da capo la ricerca.
In questo mare ci galleggia la parte più dolce, una vaniglia giovane e carina, se poi vai in apnea, cambia tutto.
Più passa il tempo, più aumenta l'incenso.

 

Recensione/Impressioni di trixie 55

E' davvero un profumo strano ma dal nome decisamente appropriato. Non ho letto la piramide olfattiva e lo sto recensendo d'istinto, quindi posso anche sbagliare. Appena messo ha un forte sentore di benzina sporca, quella dei motori marini, in sottofondo si sente il profumo del mare e dello iodio. Mi viene in mente una passeggiata sui moli dei porti più frequentati, dove l'acqua è intrisa delle macchie di olio multicolori e dove galleggia di tutto....purtroppo. Poi si trasforma e la nota predominante di petrolio svanisce lasciando il posto ad un sentore dolce e gradevole che però non so identificare. Questo profumo è una "storia" è la speranza nell'educazione dell'uomo nel rispetto del mare, lo apprezzo moltissimo...ma non lo indosserei



#3 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 17 April 2009 - 10:08 AM

Les 4 Saisons: Hiver

Anno: 2003

Recensione/Impressioni di CRISTIAN

Non sono particolarmente d'accordo sul nome, sicuramente non ci sento dentro "l'estate" o, pur essendo un fiorato, una sorta di "primavera", si intenderà il fatto che ricorda una certa atmosfera...morta? Tipica della vegetazione invernale?....sarà.
Siamo davanti ad un profumo dalla potenza notevole, la caratteristica dei Micallef, è che, almeno a me, non stufano, soprattutto questo che c'è tanto fiore.
Si sente dell'iris amara e caricata dall'Ylang Ylang, con del gelsomino e "cose" aspre varie, che gli danno un certo brio.
Poco sviluppo, diciamo che quello che si percepisce, da subito, è quello che poi rimane, avrei provato a dosare un po' meno la vaniglia o ad eliminarla del tutto, pura curiosità



#4 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 24 April 2009 - 01:47 PM

Mon Parfum

Anno: 2009

Recensione/Impressioni di CRISTIAN

Non ho ancora capito se tira di più verso Angel, magari versione rose, oppure verso Fleur Du Male di Gaultier.
Questo Micallef non mi convince più di tanto, non lo trovo cos' nuovo, peccato perchè quel fondo che sento è cos' "suo", proprio picevole.

 

Recensione/Impressioni di Laura C.

 

Patch molto molto morbido, luminoso, fruttato, si sente bene la scorza di agrumi, meno discernibile il frutto della passione, ma ne aumenta la luminosità e lo rinfresca, i fda sono retrostanti ma ammorbidiscono ulteriormente, assieme alle note di toffee e vaniglia ma non si sentono distintamente. Non sento nettamente il vetiver. La fragranza è tonda, solo leggermente dolce, tutto bilanciato dalla parte agrumata. Un buon patch estremamente soft, elegante che trovo unisex non solo femminile, armonioso ecco, sensuale no, è una fragranza smooth (ho finito i sinonimi italiani e inglesi) e non vibrante. In stadio avanzato i fda risaltano un po’ meglio. Confortevole e rassicurante.



#5 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 08 May 2009 - 10:10 AM

Royal Muska

Anno: 2008

Recensione/Impressioni di trixie 55

E' un profumo elegante, di classe, un profumo che "sento" indossato da una donna non appariscente sia nel vestire che nel trucco, ma che lascia il segno al suo passaggio.
E' estremamente delicato ma persistente, la rosa non è prepotente anzi....si mescola con delicatezza ai muschi e al profumo di frutta (che però non so identificare).
Potrebbe diventare il profumo per la vita perchè non stanca, non nausea, non aggredisce.



#6 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 08 May 2009 - 10:11 AM

Les 4 Saisons: Red Sea

2006 - Discontinuato

Recensione/Impressioni di trixie 55

Se mi avessero fatto sentire questo profumo senza dirmi chi l'ha creato avrei pensato ad un profumo di Montale.
Le note predominanti e prepotenti sono sicuremante quelle del Neroli e della Rosa, ma si percepisce in sottofondo l'aroma della cannella. I muschi bianchi e il sandalo escono piano piano, lasciando però come nota dominante sempre il neroli.
Buon profumo, a differenza però dei migliori Montale è meno persistente.

 

Recensione/Impressioni di CRISTIAN

Un mare rosso, è la prima volta che mi capita di sentire una variante sul tema, una variante netta, perchè quando si trova la parola mare, nei nomi dei profumi, si sentono più o meno le stesse note.
In questo caso, cannella e spezie, creano una fragranza singolare, un mare che produce alghe rosse, di quelle larghe, tipo insalata lattuga, ma di un rosso rubino, che al sole risultano quasi trasparenti.
L'acqua è calda, il sandalo ha questo potere di riscaldare e contenere la dolcezza, come se fosse l'albero maestro, di una grande barca.
La persistenza è buona, la sensazione, che mi arriva al naso, con il passare del tempo, è come se stessi passando la lingua su un corpo salato, esposto al sole, dopo essersi immerso nel mare rosso.
Fondo di muschio, a me però pare poco "bianco", lo sento più sporco alla MKK di Lutens.



#7 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 19 May 2009 - 08:34 AM

Royal Rose Aoud
 

Collection Les Exclusifs

Anno: 2012

Recensione/Impressioni di trixie 55

L'ho indossato per tutto il giorno cercando di "capirlo", è un profumo multisfaccettato e dalle mille sorprese, mi ha incantato. I suoi ingredienti sono i seguenti: Rosa, Frutta acerba, Oudh, Cioccolato bianco, Ambra grigia, Legno di Guaiaco, Vaniglia.
Trovo questa fragranza contraddittoria, è sensuale e contemporaneamente ha il sentore tipico del "pulito", note in aperta antitesi tra loro.
Nasce con un'esplosione frizzante data probabilmente dalla frutta acerba, immediatamente però la rosa prende il sopravvento, una rosa non opulenta, non sfiorita, una rosa giovane e piena di vita. Con il passare delle ore la rosa, pur rimanendo presente, con discrezione lascia il posto alla dolcezza dell'ambra grigia e all'Oudh, questo connubio dona una forte sensualità a questo profumo. Non sento la cioccolata bianca e la vaniglia, probabilmente sono in piccola quantità e servono solo ad intensificare la dolcezza dell'ambra, oppure più semplicemente il mio "naso" non è così preparato a percepire anche le piccole note. Sono passate quasi 12 ore da quando l'ho spruzzato sulla pelle....ed è ancora qui, presente e persistente. Non è un profumo invadente ma si "sente" ed è affascinante. Un solo aggettivo "incantevole".



#8 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 12 June 2009 - 07:19 PM

Les 4 Saisons: Automne

Anno: 2003

Recensione/Impressioni di CRISTIAN

Continuo a pensare che le "stagioni" non siano uscite così bene come il resto delle fragranze.
Questa stagione non è male, forse è la migliore al mio naso, ma automne è autunno in italiano, vero o no?
Ecco, per me quella stagione non ha questi profumi, così freschi, frutta rossa, e una sorta di vaniglia solida, non troppo dolce, che con il passare del tempo diventa un po' stopposa, come un blocco di vaniglia che ti si ferma in gola.
Forse le stagioni di casa Micallef non corrispondono al nostro clima.
Questo profumo ha delle caratteristiche, complicato spiegarvele, che per me hanno molti profumi detti commerciali, uno di quelli con qualche fiocchetto sul tappo e un nome stupidino, o da titolo di telenovela, stampato sul vetro.
Sulla cartina la frutta è quasi esagerata, sembra quasi mela...in autunno? No dai!!!!



#9 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 12 June 2009 - 07:51 PM

Arabian Diamond

2009 - Discontinuato

Recensione/Impressioni di CRISTIAN

Arabian Diamond, praticamente? Petrolio? No perchè a me lo ricorda tanto, anzi, la prima immagine che mi si presenta davanti è quella di una piscina calda, al chiuso, quindi un mix di cloro e corpi sudati, con delle punte di candeggina.
Poi mi pare di riconoscere il petrolio, quello denso e melmoso, avete presente le brutte immagini delle coste inzuppate di petrolio, dopo un incidente navale? Ecco, quello!
Ylang Ylang+ tanti legni + Oudh, creano un fondo davvero piacevole, quasi amaro e salmastro, che poi è quello che rimane nel tempo.



#10 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,367 posts
  • Gender:Male

Posted 08 February 2012 - 04:57 PM

Gardenia
Collection Les Exclusifs

Anno: 2002

 

Recensione/Impressioni di black silk

Bella, bellissima...elegantissima, fiorita e femmina come poche fragranze sanno essere, l'ho provata su mouillette (ma ne ho un samplino, quindi potrò goderne a breve), ed è meravigliosa, con un drydown avvolgente e sensuale come i raggi del sole al tramonto....un must have, se amate la gardenia alla follia!



#11 EzioLove

EzioLove

    ADJNP addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,930 posts
  • Gender:Male

Posted 29 November 2016 - 10:54 AM

Vanille Oud

Discontinuato

Recensione/Impressioni di CLAUDIA

Questa fragranza era un capolavoro, infatti non la  indosso quasi mai se non centellinandola! Penso che qui il benzoino, la prugna succosa e l'Ylang-Ylang facciano da sfondo ad una vaniglia non leziosa ma burrosa, con un tocco di Aoud atto a stemperare la prorompente dolcezza di tutte le altre note olfattive!!!!!



#12 EzioLove

EzioLove

    ADJNP addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,930 posts
  • Gender:Male

Posted 27 June 2017 - 11:13 AM

Le Parfum Couture

Anno: 2013

Recensione/Impressioni di Rossy

 

Incantevole. Inebriante. Raffinato. Uno zic sul polso ed è "Mi sei scoppiato dentro al cuore all'improvviso, all'improvviso..."(cit. Mina...).

Un profumo da colpo di fulmine, che eccita i sensi, potentemente afrodisiaco, e, scusate l'ardire, direi proprio erotico nella sua struggente e intensa bellezza.

La rosa è avvolta da miele e patchouli e sostenuta da intense spezie, cardamomo e  cannella. Sento poi una nota animalica d'ambra sensualissima e decisa. Io non so se c'è qualche altro "ingrediente" segreto che provochi questo effetto vagamente stordente...Dopo un'ora ho avuto anche un leggero capogiro, ma comunque sono rimasta davvero colpita dalla forza di questa rosa, così narcotica e femminile.

Adesso ho una nuova dipendenza e  questa rosa è al primo posto nella mia wishlist...

 

Recensione/Impressioni di Rossella R.

 

Lo sentii qualche anno fa, in un pomeriggio forsennato di aspettative (non solo riguardanti i profumi...Ma anche sentimentali...).
Dopo un pellegrinaggio delle sette chiese/profumerie più famose di Roma, dopo aver sentito una quantità imbarazzante di profumi (alcuni proprio belli...), lievemente stordita, lasciai lui come ultima ma necessaria prova e mi diressi, stanchissima ma determinata, alla profumeria dove ero certa di trovarlo.
Un semplice ma abbondante spruzzo sul polso...E fu estasi olfattiva...!!! Un colpo dritto al cuore...Forse la fragranza perfetta?
Contiene in sublime armonia tutte le note che amo: rosa, patchouli, miele, cannella, ambra, sandalo, e in più una nota "animale" misteriosa, che neanche illustrissimi e preparatissimi recensori sono riusciti a decifrare...Una combo labdano/castoreo? Solo castoreo? Muschio e Oud? Qualche resina sconosciuta e potente?
Non si sa. Non sono un chimico, non saprei proprio di cosa si tratti e neanche mi interessa troppo, in realtà. Questa nota profondamente narcotica completa il profumo rendendolo sensualissimo ed afrodisiaco, iperfemminile, raffinatissimo, direi proibito alle minori di 18 anni. Dopo anni di samples, ora è mio il full size. Ricorda la rosa dorata di miele ed ambra Rose Barbare Guerlain, con questa nota animalica inebriante in più. Uscii dalla profumeria con un sorriso irrazionale in faccia, quasi in overdose ma assurdamente felice.
Ecco, ho comprato questo profumo per rivivere quel momento eccezionale, quel pomeriggio carico di euforia e di speranza nel futuro.
Poi la mia vita ha cambiato rotta all'improvviso ma con questa fragranza devo recuperare il centro



#13 EzioLove

EzioLove

    ADJNP addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,930 posts
  • Gender:Male

Posted 28 June 2017 - 02:20 PM

Shanti

2006 - Discontinuato

 

Recensione/impressioni di trixie55

 

E' un profumo delicato che mi ricorda un commerciale, forse Chamade di Guerlain? Non so non ho Chamade sottomano! Inizialmente ha un sottofondo amaro abbastanza forte e sinceramente il mio naso non riesce a percepire la moltitudine di ingredienti di cui è composto. La nota amara iniziale si trasforma con il passare del tempo in una nota dolce, e si comincia a percepire il muschio bianco. A mio parere è un profumo adatto a chi ama le profumazioni persistenti ma non invadenti perchè si fissa alla pelle in modo decisamente discreto e ci rimane. Tra i Micallef che ho sentito è quello che ha meno personalità



#14 EzioLove

EzioLove

    ADJNP addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,930 posts
  • Gender:Male

Posted 29 June 2017 - 01:56 PM

Patchouli

Anno: 2006

 

Recensione/impressioni di CLAUDIA

 

Già in passato ebbi modo di sentirlo sebbene distrattamente presa da chissà quale altra fragranza, eppure mi colpì per il suo sorprendente calore e per l'alta qualità delle materia prime che contraddistingue tutte le creazioni olfattive Micallef.
Oggi pomeriggio nonostante più di 34° all'ombra ho cercato riparo nel mio piccolo angolo di paradiso profumato, ed è iniziata una piccola storia d'amore, ebbene si, con un profumo!
Ad un primo rapido sguardo colpisce il suo colore,di un biondo miele scuro senza per questo tralasciare le rotondità della magnifica bottiglia superba che contiene il liquore magico, il cui profumo evoca tutta la magia del bosco autunnale; basta socchiudere gli occhi per avere l'impressione di camminare su di un soffice manto di foglie secche appena cadute, al riparo di una calda, soffice coperta di cachemire che ti avvolge in un morbido abbraccio, fatto di cose familiari, di un caminetto, di castagne messe ad arrostire e vin brulè.
Il Patch è davvero il cuore di questa fragranza, ma è un patch morbido e cremoso, la cui rotondità è conferita dalla violetta, dall'iris e dalle mandorle per suggellare un accordo davvero unico con una nota di cuoio che può essere più o meno presente a seconda della pelle di chi lo indossa.
Ha messo chiome il bosco d'autunno.
Vi dominano buio, sogno e quiete.
Né scoiattoli, né civette o picchi
lo destano dal sogno.
E il sole pei sentieri dell'autunno
entrando dentro quando cala il giorno
si guarda intorno bieco con timore
cercando in esso trappole nascoste.

(B. Pasternak)

 

 



#15 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,388 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 17 January 2019 - 06:14 PM

Aoud

Anno: 2003.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Una volta si chiamava Aoud Homme se non vado errata. Piacionissimo, abbiamo sempre la trinità rosa/oud/zafferano ove si sente proprio un buon livello di materia prima, lo zafferano è molto evidente, la rosa non è aggressiva come quella montaliana, si sente anche il sandalo; le spezie, cannella e chiodi di garofano, sono molto in background, non sento il patch nemmeno a fine dd, Fragrantica mette anche miele che non sento, per quanto la fragranza risulta bella tonda, senza spigoli, tendenzialmente leggermente dolce. Buona intensità e molto piacevole, certamente non originale ma un classico intramontabile. Inteso come profumo maschile ma assolutamente unisex, morbido e caldo. Non ha una particolare evoluzione, al dd diventa ancora più morbido e suadente, forse diventa anche un poco più dolce, ma senza eccessi. Come spesso succede il combo oud-rosa fornisce l’impressione di una nota di pelle morbida, elegante. Un classicone ben fatto, invernale, il dd avanzato è dominato da zafferano e sandalo, oltre che dall’oud, mentre la rosa retrocede leggermente.



#16 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,388 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 17 January 2019 - 06:18 PM

Ananda Tchai

Anno: 2017

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Credo non se ne sia ancora parlato, di questa fragranza, quindi descrivo prima le note. È talcato, credo sia un effetto dell’ambra, che inizialmente si manifesta così per poi intensificarsi a dd avanzato; si sente tè verde al limone, sta arrivando anche la felce e le spezie, queste ultime sono unite in un unico blocco, non distinguibili fra loro a parte un po’ di pepe e forse la noce moscata. Si fa avanti, successivamente una nota di pulito che collego in parte all’eliotropio, in parte ad una rosa saponosa. È un po’ old style, per via dell’ambrosità talcata, ma agrumi e tè ed anche la felce, lo spingono su toni più freschi, un leggero legno sul fondo. È molto piacevole ma non riesce a restare molto impresso per qualche particolarità. La parte citrica non si disperde subito, si tira dietro un ylang cremoso, quasi latteo ed abbastanza dolce, che finisce quasi per soppiantare la nota di pulito, rendendo il tutto più interessante, il tè si percepisce come aroma/spezia ma non è definibile una fragranza al tè, io starei più su talcato citrico verde-floreale speziato, per darne un riassunto stringato. Non particolarmente originale ma molto gradevole, unisex nonostante il talcato, da serata estiva, la indosserei volentieri.



#17 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,388 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 17 January 2019 - 06:19 PM

Akowa

2015. Geoffrey Nejiman & Jean-Claude Astier.

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Capisco che venga definito come maschile, sulle prime presenta note spigolose e harsh ma al contempo anche una notevole originalità, suppongo sia data da questo rizoma africano tchourai o wusulan che pare sia una resina, infatti è anche denominato incenso africano, ma più aromatico di quello classico. Un po’ rimanda a quell’odore che si trova nei negozi africani equo-solidali per capirci, è molto simile, un po’ incensoso, un po’ dolce, un po’ terroso, un po’ da cassetto di legno chiuso, un po’ tutte queste cose insieme. Ne discende un profumo che secondo me è molto hipster più che hippy, ha qualcosa di hippy ma potrebbe essere anche elegante in qualche modo, bello in un contrasto da portare con giacca o completo. Il cacao non si manifesta di per se ma come odore terroso dolcino che si mescola al tutto, il patch ovviamente non poteva mancare.
Gli spigoli si smussano nell’evoluzione successiva della fragranza, molto ad opera della vaniglia; non sento bene i fiori d’arancio, è una fragranza più resinosa che floreale, per la parte verde sicuramente più patch che foglia di fico che non risalta. Come dicevo lo vedo molto bene se indossato in contrasto, abbinato ad un look ineccepibile, poi lo segnalerei particolarmente ai patch lovers. Ha un suo perché, come fragranza.



#18 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,388 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 28 January 2019 - 07:05 PM

Pure Extreme

Anno: 2015

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Mi chiedo se in apertura ci siano delle aldeidi, è possibile, spesso le riconosco dalla pungenza o dal sentore vintage che mi comunicano, si calmano subito, e spunta un fiorito più naturale. Mi chiedevo cosa ne venisse fuori in uno scontro fra due titani come rosa e gardenia. Qui vince la rosa, che, passate le aldeidi, non risulta per nulla pungente, anzi leggermente saponosa; si sente del muschio bianco sotto al tutto, la gardenia a dire il vero, senza saperlo, non l’avrei identificata, credo serva qui a sbianchire, schiarire la rosa, a mio avviso, gelsomino non pervenuto. Sento una componente luminosa agrumata non presente nelle note. Fresco, poco ambrato, non lo sento talcato ma ha qualcosa di puro e pulito, di saponoso, effetto che aumenta dopo il dd, mentre il legno è molto molto dietro e si percepisce poco. Sa di biancheria, lenzuola fresche di bucato. Non è affatto dolce, pur essendo floreale, difficile separare mentalmente la rosa dalla gardenia. Avevamo un topic tempo fa sulle fragranze che sanno di bucato pulito, debbo vedere se lo ritrovo per aggiungerci questo. Non originale ma ha un suo perché.



#19 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,388 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 11 April 2019 - 05:45 PM

Emir

Anno: 2010

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

È un oud leggermente sporco, nota animale leggera ma presente. Difficile identificare altri componenti a parte la luminosità citrica, ove non si arriva a distinguere l’agrume nello specifico, ma resta presente e non si smorza dopo il dd, probabilmente anche enfatizzata dal geranio, pepe leggero, tutto il resto, è come se fosse una sfaccettatura dell’oud. Sicuramente invernale e più maschile come fragranza, non è un oud arrotondato, direi piuttosto gradevolmente spigoloso, leggermente fumè, detto questo, resta piuttosto fermo a quanto descritto, l’unica evoluzione è che di rende più evidente il patch, in maniera consistente a dd inoltrato. Fresco, speziato, oudoso (se un profumo è legnoso ove c’è legno rilevante in questo caso sarà oudoso... vabbè) Ben intenso e sillage assicurato.



#20 Laura C.

Laura C.

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,388 posts
  • Gender:Female
  • Location:Bologna

Posted 18 May 2019 - 03:59 PM

Ananda

Anno: 2005

 

Impressioni/Recensione di Laura C.

 

Un fruttato-fiorito, ha qualcosa di vintage questa fragranza ma non so dire cosa, probabilmente alla fine son sempre aldeidi, perché al mio naso la parte fiorita non è naturale e limpida, ma come dietro al classico velo trasparente di distorsione che mi causano le aldeidi. Pera, poca, a tratti, ma naturale, mentre il resto del bouquet fiorito non riesco a scomporlo, dietro al velo dovrebbe esserci mimosa, forse quella più percettibile ma, sicuramente non ci riuscirei senza le note. Non sento chiaramente prugna, nemmeno ribes nero, il bouquet centrale dovrebbe avere violetta, rosa, ylang e gelsomino, risulta come dicevo inscindibile, non è pungente, non sembra di percepire la rosa, sembra un bouquet primaverile. Per gli amanti del vintage e old style, sembra proprio un classico da profumeria primi anni ‘90.






0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users