Jump to content


Photo

Bello e possibile - quali profumi troviamo facili da indossare?


  • Please log in to reply
7 replies to this topic

#1 momo

momo

    AdJ N.P. Addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPip
  • 283 posts
  • Gender:Female

Posted 26 September 2018 - 03:41 PM

Salve a tutti,

ogni tanto riordino il guardaroba profumato e cambio i criteri di disposizione, quando per nota, quando per naso...giusto per divertimento. A questo giro mi ha ispirato Dante (no, non Dante Ferro). 

Ho selezionato i profumi paradisiaci intendendo quelli "facili", quelli su cui si può contare in ogni occasione, che difficilmente danno fastidio al prossimo e verso i quali non siamo schizzofrenici (io lo sono, per i profumi eh!), una sorta di paradiso, anche noioso magari, però sicuro. Con ciò quindi non intendo i più belli necessariamente (che so?  Lyric di Amouage sarà un lavoro più bello del Rose perfection di Piguet? Nemmeno poco.  Però il secondo me lo metto ad occhi chiusi, il primo se vado a farci la spesa d'agosto mi arrestano).

 

Vi dico alcuni dei miei:

 

- Musk extreme, Perris 

E' vero, il rischio di sapere di ammorbidente è dietro l'angolo ma a piccole dosi, e se la chimica è ben dosata, personalmente non mi dispiacciono i veri finti muschi. Questo è facilissimo a mio avviso, a prova della mia pellaccia che fa virare tante cose.

- Rose perfection, Piguet

E' una rosa e niente più, e pare poco? Chiaramente di naturale c'è poco ma un buon bagnodoccia alla lavanda, talco di Bronnley alla rosa e quattro spruzzi di questo e si parte di slancio... Delicato, elegante e persistente senza schiamazzi. 

- Pour un homme, Caron

Poche gocce su crema alla vaniglia o burro di karitè alla lavanda e poi mi rammentate.

- Marquetry, Etro

Lavanda e vaniglia son le note che si sentono di più, l'ho amato subito e da due anni a questa parte l'ho sempre portato. Anche Etro non è più quello di una volta ma fa cose sempre abbastanza originali, portabili, non è da meno di tanti altri.

- Eau de white floral, Jill Stuart (non si trova qui, me lo ha portato mia madre dal Giappone anche se è americanissimo, un commerciale fiorito delicato molto confortevole). In primavera ed estate, soprattutto se devo stare in stanze chiuse con più persone per riunioni ecc lo trovo adattissimo.

- Premier figuier, Artisan 

Vero che il fico può non piacere ma questo è talmente delicato che difficilmente disturberà.

- Drole de rose, Artisan

Questo è già più a rischio per quel richiamo ai vecchi rossetti che ha, assomiglia vagamente a ben più blasonate fragranze, che però personalmente trovo difficili da portare sempre; qui la semplicità del connubio rosa-viola, sussurrata ma persistente,  più di altri profumi dello stesso marchio ne fa un indosso facile.

- Anice e Lemon sorbet, Etro (da soli ma soprattutto in layering)

In estate lemon sorbet da solo è una garanzia, dura poco ma è molto energizzante e per niente acido (almeno su di me), insieme ad Anice è fantastico. Lo so, i puristi potrebbero giustamente confutare che si parla più di odori che di profumi veri ma io non disdegno l'alternanza delle due cose e anche fra gli odori più semplici ce ne sono di più o meno piacevoli, per me questa combo è particolare, non scontata e gradevolissima (e sa anche un po' di brigidini).

- Zizonia, Penhaligon's

Lo conosco io e quelli di Penhaligon's, credo. 

Unisex assolutamente (ma anche altri di quelli citati), zenzero in apertura che mi vien voglia di spruzzarlo anche nell'aria, legni e spezie molto soft. 

- L'Amour, Lalique

Banale? Sì. Risentito? Sì. Però a volte ho voglia anche di cose così, senza pretese. Sempre per riunioni & co, anche con questo non si sbaglia.

- Decou vert, Laboratorio olfattivo

Laboratorio olfattivo lavorava tanto bene, poi la frenesia delle uscite gli ha preso la mano (tipo, c'era bisogno di Vanhera a questo mondo?). Va bene, gli si vuole bene lo stesso. Questo ruota attorno a fiori come la magnolia ma anche note più acquatiche (non ozonate però). Anche questo difficilmente farà storcere il naso.

- Esvedra, Laboratorio olfattivo

Un vetiver un po' salino, rasserenante. Decisamente unisex. A me piace se vado a camminare in pineta, o dopo aver fatto attività fisica in genere o anche se sto semplicemente a casa. 

- Lamure, Jeanne Rigaud

Frutti rossi di sintesi ma né acidi nè stucchevoli (Grasse non credo l'abbian vista nemmeno in fotografia, però), ricorda vagamente Amethyst di Lalique.

- n° 5 edt, Chanel

La versione edp è più difficile da portare per me, l'edt è sempre una garanzia.

- Tolu, Ormond Jayne 

Profumo molto piacione. Un orientale facile, morbido, duraturo, non di grande evoluzione (quello è e quello resta). Piace tanto a mia mamma e, considerando che le sue reazioni a qualsivoglia profumo che non sia chanel 5 vanno dagli starnuti, alla tosse, alla faccia raccapricciata, direi che come test per decretare se possa dar fastidio va più che bene. Se poi ve ne importa anche dei complimenti, sappiatelo, con questo se ne ricevono (se è per questo anche con Memoir woman di Amouage ma contestualmente vi chiederanno se indossate la Vie est belle, vedete voi).

 

 

Un saluto e a voi la parola.

 

 

 


Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza


#2 elmifra

elmifra

    ADJNP addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 3,164 posts
  • Gender:Female
  • Location:Roma

Posted 26 September 2018 - 08:29 PM

Che bell'excursus!❤



"Nous sommes tous fragiles. Le parfum est une arme contre notre fragilitÚ" (Serge Lutens)

"Le persone sono come le vetrate. Scintillano e brillano quando c'Ŕ il sole, ma quando cala l'oscuritÓ rivelano la loro bellezza solo se c'Ŕ una luce dentro".
Elisabeth Kubler Ross

#3 RobbyRouge

RobbyRouge

    ADJNP addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 2,580 posts
  • Gender:Female
  • Location:Modena/Bologna

Posted 26 September 2018 - 11:13 PM

Discussione molto interessante Momo.....non posso che condividere l’argomento schizofrenia ( ho appena terminato di sistemare i miei adorati profumi per nota predominante ,mettendo in pole position gli Iris,perché è il loro momento sul podio ) e mi prendo un attimo per rifletterci su.
In fondo ognuno di noi possiede profumi che possiamo definire Paradisiaci : per alcuni rappresentano il porto sicuro ,per altri il profumo dei sogni da spruzzare prima della nanna e per altri ancora possono includere le fragranze “riposa naso” da utilizzare in periodi della pausa olfattiva : ma si ,sono certamente più d’uno i nomi da elencare!!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

#4 EzioLove

EzioLove

    ADJNP addicted

  • Staff Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 1,985 posts
  • Gender:Male

Posted 27 September 2018 - 07:22 AM

Sono curioso di sentire come verranno declinati PURGATORIO e PARADISO.

Io non riesco a fare ordine nella mia vita, figuriamoci tra i profumi... :pasqua7: principalmente sono divisi per marchio.

Sono accatastati in due grandi scatole nell'armadio in bagno: a seconda dei momenti apro e prendo quello che mi sento, con il grosso rischio di dimenticare quello che è sul fondo. Normalmente cerco di non spostare nulla perchè in linea di massima ho memorizzato le posizioni: rischierei di non trovare più nulla!



#5 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,602 posts
  • Gender:Male

Posted 27 September 2018 - 07:45 AM

Abbiamo bisogno di quel genere di profumi, perchè è come se fosse l'amico che chiami quando hai necessità di supporto e compagnia, quando hai il desiderio di sfogarti e ti sentirti sicuro, non giudicato.

Devo dire che negli anni i Guerlain sono stati di grande supporto, soprattutto quelli talcati, un po' polverosi, la "guerlinade"...per questo oggi indosso con grande piacere l'Opus 1144 di Unum Profumi.

Le tuberose, che si plasmano a seconda del mio umore, ma quando ho carestia di un certo sollievo e ho la necessità di atterrare sul mio paradiso sicuro, indosso quelle più morbide, docili, come il Péché  Cardinal di MDCI, oppure il Fusion donna di Bekkali.



#6 CRISTIAN

CRISTIAN

    Administrator

  • amministratore
  • PipPipPipPip
  • 27,602 posts
  • Gender:Male

Posted 27 September 2018 - 09:09 AM

Ho dimenticato  un profumo, il mio badge :smile: quello che mi apre i cancelli del paradiso, il 5 di Chanel, saranno le aldeidi, se avessero una forma sarebbero delle nuvole dal colore della panna montata su un cono.



#7 Lorenzo

Lorenzo

    ADJNP addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPipPip
  • 2,389 posts
  • Gender:Male
  • Location:Reggio Emilia (prov)

Posted 27 September 2018 - 10:01 AM

Ho dimenticato  un profumo, il mio badge :smile: quello che mi apre i cancelli del paradiso, il 5 di Chanel, saranno le aldeidi, se avessero una forma sarebbero delle nuvole dal colore della panna montata su un cono.

 

Cristian devo portarti ASSOLUTAMENTE Zen di Shiseido in Parfum, vintage, che mi è arrivato dal giappone. Aldilà della confezione e del boccettino, che è una cosa che...solo in giappone, le aldeidi in testa sono una favola. 


Lorenzo

Non si trasforma la propria vita senza trasformare se stessi
(Simone De Beauvoir)


#8 MirkoC

MirkoC

    Niche Perfumes Addicted

  • Amici di Adjiumi
  • PipPipPip
  • 1,434 posts
  • Gender:Male

Posted 27 September 2018 - 08:03 PM

 
Cristian devo portarti ASSOLUTAMENTE Zen di Shiseido in Parfum, vintage, che mi è arrivato dal giappone. Aldilà della confezione e del boccettino, che è una cosa che...solo in giappone, le aldeidi in testa sono una favola. 

Ma in Italia non è uscito? Io non l'ho mai visto. Che curiosità 😮




0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users